Test Match Italia Giappone, l’ItalVolley torna a Brescia a vincere!

Test Match Italia Giappone, l’ItalVolley femminile a Brescia dopo 37 anni anche grazie all’Atlantide Pallavolo Brescia

Dopo 37 anni, la Nazionale Italiana Femminile ritorna a giocare a Brescia grazie alla disponibilità e impegno della società del tucano e al patrocino del comune di Brescia che hanno risposto all’appello della Fipav Lombardia. Duemilacinquecento spettatori per salutare l’Italvolley femminile, in preparazione alla Nation’s League che anticipa i Mondiali di settembre.

ITALIA – GIAPPONE 3 – 0 ( 27-25, 25-21, 25-21 )

BRESCIA – Duemilacinquecento spettatori hanno assistito al test match tra Italia e Giappone, nazionali femminili impegnate nella preparazione alla Nation’s League e quindi ai Mondiali di settembre che si giocheranno proprio nella terra del Sol Levante.

La Nazionale azzurra , pur orfana delle giocatrici di Novara e Conegliano a riposo dopo un estenuante tour de force, annovera tra le proprie fila la giocatrice bresciana Camilla Mingardi, salutata dal pubblico di casa ed omaggiata con un presente floreale dal Sindaco di Brescia Emilio Del Bono, che ha premiato anche le 2 squadre, in ricordo della storica giornata per la pallavolo bresciana .

Formazioni così in campo: Malinov incrociata ad Ortolani, Pietrini e Sylla in banda, Olivotto e Lubian centrali, Parrocchiale libero. Per il Giappone: Tashiro al palleggio incrociata a Kurogo, Okumura e Akutagawa centrali, Ishii e Koga in banda con Inoue libero.

Parte il match con la Nazionale nipponica subito in vantaggio 6-4, quando coach Mazzanti chiama il primo time out. Un acuto della Ortolani ed un muro della Lubian ripristinano la parità (6-6). Le ragazze di Kumi Nakada si riprendono il doppio vantaggio, ma l’Italia recupera ancora portandosi in vantaggio sull’ 11-8. La Malinov orchestra le azzurrine, che conservano il più 2, e a metà frazione entra in campo la banda bresciana Camilla Mingardi. Il match è piacevole, con rovesciamenti di fronte continui, tanto che sul finale sono le ospiti ad avere il doppio vantaggio a favore, annullato da Ortolani e compagne che prima riagguantano sul 24 pari le avversarie , e poi chiudono il set 27-25 grazie all’attacco vincente di Sylla.

Secondo set con il Giappone avanti di 3 punti (7-4); Mazzanti mantiene l’ossatura del primo parziale con qualche timido innesto, mentre l’allenatrice giapponese cambia molte giocatrici rimescolando le carte: ne segue un dominio netto delle giocatrici ospiti che si portano sul più cinque. A metà frazione, un doppio ace di Pietrini riaccende le speranze azzurre insieme al muro di Lubian (14 pari). L’ace di Mingardi e l’attacco di Sylla – arrivato dopo un lunghissimo scambio – lanciano l’Italia sul 19-17. Le azzurrine tengono a distanza limitata le avversarie, vincendo anche il secondo set 25-21, grazie all’ennesima bomba di Pietrini in battuta ed al muro di Lubian.

La terza frazione è giocata colpo su colpo, fino quando le giocatrici italiane si rilassano, permettendo così alle giapponesi di scappare sul più 4 (13-17). Prima Guerra, poi Mingardi e quindi Sylla , con la “ola” del Sanfilippo a fare da sfondo, riagguantano il set (17 pari), senza tuttavia fare i conti con le ospiti che di nuovo scappano sul 19-17. Le ragazze di Mazzanti, sul turno in battuta di Mingardi, riprendono il match in mano e si portano avanti di una lunghezza (20-19), quindi con Ortolani (attacco), Olivotto (muro), Sylla (recupero e punto) e grazie ad un attacco out di Horikawa, prendono il largo e chiudono definitivamente le ostilità con una botta dal centro di Olivotto. Pubblico in tripudio e invasione della metà-campo azzurra, perché quella giapponese resta ordinata e disciplinata per il lavoro di defaticamento e stetching delle atlete .

Una grande giornata di volley per la Brescia pallavolistica, che ha risposto con una cornice di tutto rispetto, grazie anche all’organizzazione dell’ Atlantide Pallavolo Brescia, pronta a recepire l’importanza di questo evento per la città e per la provincia.

Tabellino:

ITALIA : Malinov 2 , Ortolani 9, Pietrini 11, Sylla 12 , Olivotto 7, Lubian 11 , Guerra 1, Mingardi 7, Parrocchiale (L) : All. Davide Mazzanti.

GIAPPONE : Tashiro, Kurogo 5, Takahashi 2, Okumura 1, Akutagawa , Ishii 3, Shimmammura 2, Koga 10, Iwasaka 4, Horikawa 8, Inoue A. 8, Akatagawa 1,  Inoue (L). All. Kumi Nakada

NOTE :
ITALIA: errori 9 , ace 5 . Muri 12 : Punti 60 :

GIAPPONE : errori 7 , ace 3 Muri 6 : Punti 44:

Durata set: ( 0.31 – 0.28 – 0.30 )

Arbitri: BASSAN – LO VERDE