Brescia, 10 e lode!
Dic09

Brescia, 10 e lode!

Brescia sbaglia pochissimo e si porta in vantaggio di due set, poi spegne la luce e permette ai padroni di casa di riaprire i giochi e di arrivare al tie break, dove il gruppo si ritrova e fa suo il match con annessa conquista dei Quarti di Coppa Italia che si giocheranno al San Filippo il 16 gennaio.  Macerata – Pochissimi errori e una squadra che tira dritta come un treno per due set. Poi il calo di cui approfittano un irriducibile Casoli e un poderoso Tiurin (27 punti) per spingere la squadra di casa fino al tie break. Nel quinto set Brescia torna prima della classe e vola ai quarti di Coppa Italia con la certezza matematica di giocare in casa la gara del 16 gennaio. Bosco schiera Partenio e Tiurin, Nasari e Tartaglione in banda, Franceschini e Bussolari al centro con Gabbanelli libero. Brescia parte con Tiberti e Bisi sulla diagonale principale, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Mijatovic al centro e Scanferla libero. Bisi e Milan mettono palla a terra e portano Brescia sul 3-6. Partenio con un block recupera il break: si viaggia in parità, finché il capitano mette in difficoltà la ricezione di casa e i Tucani staccano 13-16; Tiurin avvicina i suoi, ma Cisolla rimette le distanze a posto (17-21) con quattro attacchi assistiti dalla difesa attenta di Tiberti e Scanferla. Milan guadagna il primo set ball e chiude al secondo tentativo 22-25. Mijatovic con un primo tempo spinto segna il 6-8, ma Macerata non molla e passa avanti 11-10 con Franceschini. I bresciani recuperano e volano con Cisolla che stoppa Tiurin (15-18); l’ace dell’opposto russo costringe Zambonardi al time out sul 18-19 e la pausa dà i suoi frutti: dopo l’errore al servizio del russo, Valsecchi infierisce con un primo tempo spietato (19-22). Peda manda in rete e consegna il secondo set agli ospiti. Terzo parziale con Casoli confermato in campo che subisce il muro di Bisi (2-4). Un Cisolla scatenato e qualche errore di Macerata allargano il divario (4-8), ma la Menghi Shoes prima pareggia a 9 e poi supera con un doppio ace di Tiurin (14-13). Casoli e Partenio approfittano del calo di attenzione di Brescia e il set cambia faccia (21-14); tocca ai Tucani ritrovare la calma. Dentro Catellani e Tasholli, che annulla il primo set ball per Macerata, ma ce ne sono troppi a disposizione e i padroni di casa riaprono il match (25-17). Macerata vola 9-4, galvanizzata dalla coppia Tiurin – Casoli e con l’aiuto di una Brescia insolitamente fallosa. Signorelli prende il posto di Mijatovic, ma gli errori bianco blu sono troppi (14-8). Candeli fa...

 Brescia doma i Lupi e supera la prova del nove!
Dic02

 Brescia doma i Lupi e supera la prova del nove!

Sotto di un set e contro un’avversaria coriacea, Brescia mostra la sua caratura: ribalta il risultato, sfiora la vittoria da tre punti e conquista il tie break di misura davanti ad un pubblico entusiasta. Onore a Santa Croce, forte e determinata.  Brescia – Una gara con due squadre di gran carattere che tiene sul filo del rasoio gli 800 spettatori del San Filippo e regala adrenalina e spettacolo per cinque set. La Centrale Sferc McDonald’s si conferma tra le grandi del campionato, capace di soffrire e andare avanti con lucidità. Sotto 0-1, riparte e vince una battaglia combattuta punto a punto contro una Kemas Lamipel mai doma. Starting six: Brescia parte con Tiberti e Bisi sulla diagonale principale, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Mijatovic al centro e Scanferla libero. Totire risponde con Acquarone incrociato a Wagner; Colli e Snippe di banda, Ferraro e Bargi al centro e Taliani libero. I Lupi partono forte al servizio e un muro di Bargi su Valsecchi segna il primo break ospite (1-2) che si protrae tra una botta di Cisolla e una risposta di Wagner finché Colli non si fa protagonista del set: mette a segno l’ace del 16-19 e, sul suo turno di servizio, Santa Croce prende il largo e disorienta l’attacco bresciano con una serie di muri ben piazzati. Spezza il filotto Bisi, ma solo sul 17-24. Un guizzo finale per i tucani con Signorelli  – dentro per Mijatovic – che ferma Wagner, ma l’invasione bresciana chiude il parziale (19-25). Bisi accorcia con un ace e Valsecchi pareggia a 4 con un primo tempo servito ottimamente da Tiberti: Cisolla sigla il sorpasso con un servizio insidioso e poi si mostra in un’ottima difesa, come lo è la successiva di Bisi, che salva con un piede e infiamma il match. Milan si carica al servizio (9-7),e alza la voce in prima linea, Signorelli copre tutto, Tiberti smarca Bisi e Cisolla e Brescia fa urlare i suoi tifosi (19-14). Il turno di Milan dai nove metri è implacabile e trascina i suoi (21-14); Bisi e Cisolla con il braccio pesante guidano i Tucani al set ball (24-17). Chiude un muro di Tiberti e si riparte da zero. Brescia vola 4-1, un muro di Bargi su Milan accorcia il gap, ma c’è l’ace di un Tiberti mai così determinato (7-3). Snippe salva una palla in tribuna (7-5), come a dire che i Lupi non si sono fatti intimidire; Signorelli, confermatissimo al centro, attacca di prima intenzione e difende, Ciso piega le mani del muro (10-7) e il capitano può servire i suoi centrali (16-13). Vincente il cambio Catellani – Candeli (21-16); Acquarone...

Brescia annulla Spoleto e dedica l’ottava vittoria a Gianni Comati
Nov25

Brescia annulla Spoleto e dedica l’ottava vittoria a Gianni Comati

Tiberti e compagni escono da una situazione complicata in avvio di match restando sempre con la testa in campo e con in nervi saldi. La concentrazione e la serenità mantenute ripagano, mandando in crisi  Spoleto, mai determinata come i Tucani, che si arrende in tre set. Spoleto – Un match vinto con grande maturità, nonostante l’avvio in salita. Una partita giocata con molta attenzione contro una corazzata cui Brescia ha saputo spuntare le armi, affrontandola con calma e lucidità. Ottimi gli apporti dalla panchina di Catellani, Candeli, Crosatti e Signorelli. Serata super per Bisi (19 punti), Valsecchi (10 punti) e Milan (12 punti). Starting six: Brescia parte con Tiberti e Bisi sulla diagonale principale, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Mijatovic al centro e Scanferla libero. Monti schiera Rosso e Mariano in banda con Zoppellari e Padura Diaz sulla diagonale principale, Aguenir e Zamagni al centro e Santucci libero. Avvio contratto per Brescia che con quattro errori regala a Spoleto il 5-0 iniziale. Un ace di Bisi riduce il gap (6-3), ma i padroni di casa spingono con Rosso (11-5). Milan sigla il suo primo punto (11-7) e guida la riscossa: Valsecchi ferma Padura Diaz (15-12) e dai nove metri fanno bene sia Milan che Mijatovic. Con le ottime coperture di Scanferla, Bisi può impattare a 18. Entrano Catellani e Candeli e proprio il centralone mette a terra il break vincente che porta avanti Brescia al termine di un’azione convulsa (20-22). Un diagonale stretto di Milan vale il primo set ball, chiude Milan al secondo tentativo con un pallonetto furbo (23-25). Valsecchi con un ace e un primo tempo mette subito in chiaro che la musica è cambiata: Brescia scappa 1-5, grazie alle botte di Bisi e Cisolla. Scanferla copre tutto e sul 5-10 Monti prova Festi per Zamagni, ma non basta. Brescia aumenta il distacco (9-16) con un indomabile Bisi e Crosatti, dentro al servizio per Cisolla, piazza l’ ace che vale il 13-20. Spoleto si perde e Bisi chiude i giochi sul 16-25. I padroni di casa reagiscono e provano ad allungare con Padura Diaz (4-1), ma i Tucani non mollano, agganciano e superano con i tocchi di Bisi e i muri di Valsecchi (6-8). Zambonardi butta Signorelli nella mischia e lui ripaga subito col punto del 10-12. Il monster block di Cisolla su Padura Diaz (13-15) e quello di Milan su Rosso (16-19) non fanno demordere Spoleto che prova a stare nel match con Zamagni (19-20). Qualche errore in battuta condiziona il finale, poi Milan blocca l’opposto spoletino e Catellani può battere per il match, chiuso da un’invasione a rete di Rosso (21-25). Coach Zambonardi:...

Settebello!
Nov18

Settebello!

Settima vittoria per Brescia al termine di una partita per nulla scontata che ha regalato emozioni al tanto pubblico che ha sostenuto i Tucani sino all’ultimo punto. Vetta ancora bianco blu e prossimo impegno in trasferta a Spoleto, dove occorrerà una prestazione a zero errori! Brescia – Il San Filippo riscalda l’atmosfera e la Centrale Sferc McDonald’s vola col settimo successo  consecutivo ai danni di un’Aurispa Alessano che conquista un set mettendo in difficoltà Tiberti e compagni con il servizio e una buona fisicità. I Tucani non si fanno intimidire e rimettono sui binari la partita, garantendosi altre tre punti essenziali in vista della fase più tosta del girone che comincia col prossimo turno a Spoleto. Starting six ospite: Leoni al palleggio incrociato a Onwuelo, Kaio e Lucarelli  laterali, Persoglia e Tomassetti centrali, Bruno libero. Brescia parte con Tiberti e Bisi sulla diagonale principale, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Mijatovic al centro e Scanferla libero.   L’ace di Valsecchi spezza l’equilibrio (8-5) e crea confusione negli ospiti che con qualche errore facilitano l’allungo di Brescia: Tiberti manda a segno tutti i suoi attaccanti e sigla il punto numero 17 a muro su Kaio (17-9). Onwuelo annulla il primo set ball, ma Milan, senza muro con una palla da seconda linea imprendibile, ferma lo score sul 25-16. Alessano si risveglia, difende e serve meglio e si trova davanti 7-12. Tiberti inventa sotto rete, ma gli errori al servizio non aiutano: dopi il time out sul 9-15, Cisolla e Bisi tornano a fare male e il murone di Mijatovic (13-16) costringe Lorizio ad interrompere. Brescia è meno incisiva e insegue (15-20) con il gran sostegno del pubblico. Bisi piazza l’ace del 21-22, ma una sua palla out prima e una ricezione che scappa via dopo, regalano il set agli ospiti (21-25). Due ace di Alessano e un mani out di Kaio valgono il 4 pari. Il muro di Brescia si erge con Bisi e riattiva i Tucani, nonostante Onwuelo trovi ancora il modo di scardinare la difesa di casa. Cisolla dà il “la” alla riscossa con un mani fuori (9-7) e un paio di ace. L’attacco e il block mostruoso di Valsecchi (14-9), il buon lavoro in difesa e Miajtovic che si prende la scena in prima linea spingono i padroni di casa sul 22-15 e sul finale 25-17. Il servizio vincente di Milan è solo l’inizio di alcune giocate entusiasmanti con Tiberti e Scanferla coriacei in difesa: Brescia va avanti 7-4, Bisi allunga con una serie di attacchi vincenti, ben coadiuvato da Milan. Lorizio va al time out sul 14-8: scambio intenso che premia Alessano, in rimonta fino...

Atlantide e Fielmann: una partnership per investire sul futuro
Nov15

Atlantide e Fielmann: una partnership per investire sul futuro

Presentata nel negozio Fielmann di Corso Zanardelli la partnership tra il colosso tedesco dell’ottica e la società di volley bresciana alla presenza di Fabrizio Benzoni, capogruppo in Consiglio Comunale. Domenica 18 al San Filippo presente il van on the road per l’esame digitale gratuito della vista Brescia – Giovedì 15 novembre presso il negozio di corso Zanardelli 8 a Brescia è stata presentata una nuova partnership che inorgoglisce Atlantide e rende merito al suo settore giovanile. Fielmann, grande catena ottica leader in Europa che ha da poco aperto un punto vendita nella nostra città, si è impegnata a sostenere il lavoro che Paolo Iervolino – responsabile del settore giovanile maschile – e Roberto Zambonardi portano avanti per tenere sempre vivo il bacino pallavolistico di Brescia e provincia. L’azienda tedesca ritiene lo spirito di squadra fondamentale e promuove per scelta solo le attività giovanili di associazioni sportive, sponsorizza competizioni ed eventi, finanzia i premi per le gare in ogni luogo in cui porta anche il proprio marchio. Ora è il turno di Brescia e Atlantide è lieta di aprire le porte di casa a questa collaborazione. La famiglia Atlantide conta su 600 tesserati che coprono tutti i campionati con 5 corsi minivolley,  2 under 10,  4 under 12, 2 squadre U13 femminili e 2 maschili; 2 squadre U13M 3×3; 1 squadra U14M e 1 squadra F; 3 squadre U16M e 1 squadra B16F; 1 squadra U18M; 1 squadra top junior femminile (Under 20); Serie D femminile; Serie c maschile; 2 squadre Open UISP ; 1 squadra open CSI; e naturalmente la Serie A2 maschile, rappresentata oggi da due giovani di talento, Leonardo Scanferla – libero- e Mattia Catellani, palleggiatore. A questi numeri si aggiungono i 150 giovani di Stadion Volley, la società guidata da Paolo Iervolino che dalla scorsa estate collabora con Zambonardi con l’obiettivo di dar vita ad un unico grande settore in cui insegnare la tecnica per formare talenti, ma anche far divertire i più piccoli per diventare il primo riferimento della provincia in ambito di volley.  “Si tratta di una base di lavoro di valore che necessita di grandi sforzi organizzativi e che conta su tecnici e collaboratori infaticabili che mettono tempo e passione al servizio di un investimento a lungo termine. Eppure, se non si lavora bene sulle basi, è impossibile pensare di garantire un futuro allo sport e alle società che ne fanno un mestiere e una missione”, spiega Paolo Iervolino, volto noto della pallavolo locale e responsabile del settore giovanile maschile di Atlantide – mentre il responsabile del femminile è Federico Tiberti. La partnership con Fielmann dà ossigeno al progetto di Atlantide perché condiviso...

A Roma sesta vittoria: un bel regalo per coach Zambonardi
Nov11

A Roma sesta vittoria: un bel regalo per coach Zambonardi

Una partita nient’affatto semplice recuperata sia nel secondo che nel terzo parziale da un gruppo che non molla mai. Roma mette in difficoltà la ricezione bresciana, ma i Tucani si prendono il match con un 3-0 orchestrato da Tiberti per le mani delle sue bande e del suo opposto. Un bel regalo per il compleanno di coach Zambonardi Foto: Andrea Maddaluno Roma – Roma gioca con coraggio, Brescia fatica un po’ in ricezione e manca ancora di cinismo, ma porta a casa tre punti recuperando con grande autorevolezza il secondo e il terzo set. Prova eccelsa del duo Tiberti – Cisolla (14 punti, 1 muro, 1 ace), sempre pronti a riportare equilibrio in campo. Milan e Bisi mettono a terra 31 dei 47 punti di stasera della Centrale Sferc McDonald’s. Formazioni confermate con Sperotto incrociato a Tozzi, Rossi e Zappoli in banda, Rau e Antonucci al centro e Titta libero (preferito a Rizzi)  per i padroni di casa. Dall’altra parte della rete ci sono Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan, Valsecchi e Mijatovic con Scanferla libero. Brescia parte decisa al servizio con Cisolla e Tiberti e con il braccio pesante di Bisi stacca i capitolini 4-10. Funziona anche il muro di Mijatovic e Milan, con quest’ultimo che piazza due ace per il 5-15. Sul turno dai nove metri di Rossi, Roma mette pressione e costringe coach Zambonardi al time out (13-19). Chiude Bisi con un mani out 19-25, ma i padroni di casa hanno iniziato a crescere nella seconda parte del set. Si riparte con più equilibrio, complice un servizio più efficace che sigla il vantaggio di Roma (7-6), confermato dal triplo muro di Zappoli su Bisi (13-10) e dal suo ace che prova a far scappare i padroni di casa (17-13). Brescia deve recuperare dal 19-15: con Rodella dentro per Milan in ricezione, è Cisolla a risolvere con un muro su Rossi (20-18) e con un’alzata per Bisi (20 pari). Parziale tirato, con un po’ di nervosismo nel finale:  Roma va al set ball 24-23, ma è ancora la classe di Cisolla a pesare (8 punti personali) con l’ace del 24-25 a bordo riga. Zambonardi inserisce Signorelli per Mijatiovic e lui esegue alla perfezione la consegna, murando per il set (25-27) e guadagnandosi la conferma in campo. Rossi guida l’attacco dei suoi, ma le bocche di fuoco bresciane sono sveglie: Milan dai nove metri stacca (7-10), poi Rau mura prima Bisi (11-12) e poi Cisolla per il sorpasso (17-16). Punto a punto, un’invasione di Zappoli dà il vantaggio a Brescia 20-21, ma c’è il controsorpasso con muro di Sperotto su Milan (22-21). La banda trevigiana tira una prima...