La battaglia di Lagonegro premia i tucani!

Nonostante l’avvio poco lucido, che costa ai tucani la perdita dei primi due set pur iniziati con discreti vantaggi, dal terzo parziale le parti si invertono: Brescia contiene l’attacco di casa, ricostruisce il proprio gioco partendo dal servizio e il match svolta. Due punti e una vittoria importanti, dedicati al Presidente Giuseppe Zambonardi che vogliamo rivedere presto in tribuna. Prossimo appuntamento imperdibile al San Filippo: il derby con  Caloni Bergamo, mercoledì 8 ore 20.30!

GEOSAT GEOVERTICAL– CENTRALE MCDONALD’S 2-3 (25-20; 25-18; 20-25; 18-25;10-15)

LAURIA (PZ) – Coach Zambonardi l’aveva prevista, questa battaglia: i suoi ragazzi, complice la stanchezza per il tour de force delle ultime settimane che culminerà mercoledì con l’anticipo contro Bergamo in casa, sono partiti in vantaggio in tutti i parziali, ma hanno perso lucidità nelle fasi centrali dei primi due, dovendo poi lanciarsi in un recupero faticoso, ma che dà morale e consapevolezza a questa squadra, di nuovo quarta in classifica davanti a Gioia del Colle. Bellei MVP con 26 punti.

 

Coach Falabella si affida alla regia di Kindgard incrociato a Hodges, Boscaini e Maiorana in banda, Copelli e Fabi al centro con Fortunato libero. Zambonardi schiera Tiberti e Bellei sulla diagonale principale, affianca Mazzon a Cisolla in banda, mentre al centro ci sono Codarin e Esposito con Fusco libero.

 

Tiberti e i suoi partono bene e staccano di qualche lunghezza gli avversari con due muri e un ace di Codarin (5-9), ma Lagonegro è brava ad approfittare delle prime incertezze della ricezione ospite e scava il divario che dal pari 13 la fa volare 20-15; Kindgard sfrutta Fabi al centro e Hodges da posto due: in un baleno (e con 9 errori dei biancoblu) il set è andato (25-20). Stesso copione nel secondo parziale, dove è il muro di Geosat a fare la differenza: buon avvio dei tucani (3-7), recupero e sorpasso dei padroni di casa che piazzano 5 block e rendono vano il tentativo di cambiare gioco imposto da Zambonardi sul 20-15, quando Margutti rileva Bellei e Cisolla gioca da opposto (25-18).

La partita riprende con la fuga degli ospiti (0-4 e 6-10), poi Lagonegro riesce a mettere pressione, prova a fare il colpaccio: si rifa sotto e sorpassa (14-13). Il set è in equilibrio, ma pian piano l’attacco di Centrale McDonald’s è cresciuto assieme alla correlazione muro-difesa e arrivano l’ace di Esposito (18-21), due ingenuità dei padroni di casa e due botte di Codarin e Bellei: 20-25 e match riaperto.

Nel quarto parziale i tucani sono del tutto sciolti: Cisolla ritrova le sue diagonali profonde, Tiberti può affidarsi di più ai suoi centrali che fanno sentire il loro peso. Dall’altra parte della rete, Geosat è calata in attacco e si affida a un ottimo Maiorana (6 punti e crampi per lui verso la fine del set), ma è nella super difesa di Fusco – che permette all’attacco biancoblu di chiudere 18-25 – che la Centrale Mc Donald’s si ritrova, pronta ad affrontare il tie break con sicurezza. I padroni di casa accusano la rimonta: Mazzon passa in mezzo al muro (4-7); Tiberti recupera una palla praticamente negli spogliatoi; Bellei trova una diagonale stretta impossibile, Cisolla beffa Hodges con un mani out (9-13) e Esposito piazza un ace. Finisce 10-15, con un grande sospiro di sollievo.

Simone Tiberti: “In giornate così è importante solamente riuscire a portare a casa il match. E’ stata una battaglia: non pensiamo al punto perso, ma ai due punti e alla vittoria conquistati, che dedichiamo al nostro Presidente. Abbiamo pagato in avvio la stanchezza di queste intense settimane: siamo stati poco lucidi e contratti, poi le parti si sono invertite. Muro e difesa hanno funzionato meglio dal terzo set, abbiamo battuto e attaccato meglio: torniamo a casa con più morale, necessario per il prossimo incontro contro Bergamo”.

Tabellino
GEOSAT GEOVERTICAL Lagonegro: Kindgard 2, Boscaini 12, Fabi 11, Hodges 21, Fortunato (L), Maiorana 13,  Copelli 9, Leone, De Paola 1, n.e.: Amouah, Giosa e Porcelli. All. Falabella.

CENTRALE DEL LATTE McDONALD’S: Tiberti, Bellei 26, Cisolla 12, Mazzon 12, Esposito 8, Codarin 13, Fusco (L), Margutti 1; n.e.: Sorlini , Sommavilla, Statuto. All. Zambonardi.

NOTE:

LAGONEGRO – Battute: 12 errori, 5 ace. Muri: 9. Errori: 31. Punti: 69.

BRESCIA –  Battute: 15, errori, 4 ace. Muri: 9. Errori: 29.  Punti:72.

Arbitri: Maurizio Nicolazzo e Alessandro Cavalieri. Durata set: 22′, 24′, 27′, 24′,16’.

Share This Post On