Derby a Bergamo, ma Brescia festeggia la Pool promozione!

La squadra di Zambonardi, con la matematica certezza della quarta posizione ottenuta dopo la sconfitta di Gioia del Colle nell’anticipo di sabato, scende in campo per raccogliere punti che peseranno nella classifica della Pool promozione, ma non trova la sua miglior serata. Il servizio poco efficace e il muro-difesa messo in difficoltà da una Caloni Agnelli che non concede niente davanti al suo pubblico, costano ai tucani un secco 3-0.

CALONI AGNELLI BERGAMO – CENTRALE McDONALD’S BRESCIA 3 – 0  (25-21; 25-13; 25-16)

Bergamo– Una brutta serata per Centrale del Latte McDonald’s Brescia, che paga i tanti errori in battuta del primo set (7 sui 13 totali) e cede ad un’ Olimpia impeccabile, che chiude il derby con un meritato 3-0. Salvezza e Pool promozione sono comunque da festeggiare in casa Atlantide.

Graziosi schiera Jovanovic palleggiatore e Hoogendoorn opposto, Valsecchi al centro con Cargioli, Pierotti e Dolfo in posto 4, Innocenti e Franzoni ad alternarsi nel ruolo di libero. Zambonardi risponde  con Tiberti e Bellei, Mazzon e Cisolla laterali, Codarin e Esposito al centro; Fusco  è il libero.

Avvio in grande equilibrio con check (in/out) e contro check (tocco a muro) che assegna il 5-7 a Brescia su attacco di Bellei. Un triplo Hoogendoorn (due attacchi e un muro) e Olimpia sorpassa (12-10); Esposito con un block riporta la parità e una azione interminabile con due grandi recuperi di Tiberti suggella il 15-16 per i tucani. Un paio di indecisioni bianco blu ed è tutto da rifare: Bergamo va sul 20-17, ma non è finita..E’ ancora il capitano a risolvere una situazione scomoda e rilanciare i suoi (20-20). Cargioli  in primo tempo e Pierotti con un ace, aiutati da un’invasione di Brescia, conquistano il set point (24-20). Chiude Dolfo 25-21. Partenza a razzo per i padroni di casa (5-1 e 9-3): i tucani non sono incisivi in battuta e faticano a contenere l’attacco orobico. Valsecchi mette due ace e si arriva 17-8; risponde Codarin, che si riattiva al servizio dopo un bel muro (17-10). Altra battuta sulla riga, stavolta per Pierotti (MVP del match); chiude il neo entrato Albergati da seconda linea (25-13). Bergamo allunga dopo il 5 pari e arriva la prima interruzione chiesta da Zambonardi: Hoogendoorn non perdona in prima linea, ma è tutta la squadra orobica a girare stasera agli ordini di Jovanovic. Cargioli mura Cisolla (20-13) ed è tutto in discesa. Finisce 25-16 e 3-0 per la Caloni Agnelli.

Con questa giornata si definisce anche la classifica iniziale della Pool A: Brescia parte con 7 punti che aumenterebbero di tre, nel caso in cui Gioia del Colle guadagnasse la Pool A al posto di Spoleto nell’ultima giornata.

Coach Zambonardi: “Merito a Bergamo; noi abbiamo combattuto solo nel primo set e abbiamo fatto qualche errorino che con squadre così, paghi. Siamo rientrati in campo frastornati, ma non credo abbiamo fatto una brutta partita. Ci lecchiamo le ferite e ripartiamo subito: dopo aver centrato la salvezza, ora l’obiettivo è fare una buona Pool A, per entrare nei quarti dei play off con un buon piazzamento e sognare una semifinale che sarebbe un grandissimo traguardo”.

Prossimo appuntamento in casa contro Ortona per la conclusione della Regular Season: si gioca al San Filippo, sabato 20 gennaio alle 20.30.

Tabellino

CENTRALE DEL LATTE McDONALD’S: Tiberti 1, Bellei 8 , Cisolla 7 , Esposito 11 , Codarin 3, Fusco (L), Mazzon 7. Ne: Margutti, Riccardi, Sommavilla, Tasholli, Statuto e Sorlini.  All. Zambonardi e Rotari.

CALONI AGNELLI: Innocenti (L), Pierotti 10, Cargioli 10, Dolfo 10, Franzoni (L), Hoogendoorn 14, Albergati 1, Jovanovic 1, Valsecchi 7, Longo. Non entrati: Cioffi, Carminati All. Graziosi.

Note

Brescia:  Battute: 13 errori, 1 ace. Muri: 3. Punti: 37 Errori: 22. 

Bergamo : Battute 6 errori, 5 ace. Muri: 9. Punti: 53. Errori: 13.

Durata set: 28’; 25’; 22 ’. Arbitri Piperata e Sessolo; addetto video check: Ferrari.

Share This Post On