Tucani attesi nella tana dei lupi

Prima giornata di ritorno della Pool A:  tucani impegnati in trasferta in terra pisana contro una delle squadre più forti della categoria, battuta 3 set a 0 nella gara di andata. Capitan Tiberti: “Tornare a Santa Croce per me è un piacere particolare; mi aspetto maggior determinazione rispetto alla brutta prova di Siena”.

BRESCIA- Restano quattro giornate da giocare nella Pool A, le ultime per poter guadagnare punti preziosi ed entrare nelle prime 6 che accederanno ai quarti di finale dei play off.
La Centrale Mc Donald’s Brescia, dopo le ultime due sconfitte fuori casa equilibrate da altrettante vittorie tra le mura amiche, torna a giocare lontano dal San Filippo, cercando di sfatare il tabù che l’ ha vista soccombere in questa seconda parte di stagione, con un impegno di grande spessore come la trasferta di Santa Croce sull’Arno, dove ad attenderla ci saranno i “Lupi” di casa.

La Kemas Lamipel Santa Croce, compagna di classifica a pari merito con Bergamo (che per effetto del miglior quoziente set relega i pisani al terzo posto, comunque ad 1 punto dalla capolista Roma), è pronta ad accogliere la squadra di Zambonardi con l’intenzione di vendicare il secco 0-3 subito a Brescia all’ andata, ma soprattutto con la voglia di proseguire la striscia vincente di 3 match consecutivi (3-2 con Spoleto, 3-1 a Bergamo e 3-1 con Tuscania), iniziata proprio dopo la botta presa nella città della Leonessa.

Se per la squadra di casa sarà importante vincere per proseguire il momento positivo ed andare ad attaccare il primato di Roma, per i biancoblu lombardi sarà determinante tornare a far punti per difendere il sesto posto – minacciato da Spoleto, sotto di tre – e approfittare dello scontro diretto proprio tra Siena e la Monini.

Capitan Tiberti a pochi giorni dal match (in campo domenica ore 18,00), suona la carica: “Inutile dire che il match sarà difficile; la nostra vittoria all’andata è stata valorizzata da ciò che poi ha fatto Santa Croce , andata a vincere tutte le gare a seguire; ovvio poi che loro vorranno rifarsi del brusco stop di Brescia. Vorrei però vedere maggior determinazione rispetto a Siena,  che ritengo essere stata la nostra peggior partita dell’anno. Tornare a Santa Croce per me ha sempre qualcosa di speciale: visti i miei trascorsi in terra toscana, sarà una vera emozione, ma dalla prima battuta ci saranno solo la partita e l’obbiettivo di far punti”.

Share This Post On