Notizie

Pubblicato by on 11:54 in Eventi e Manifestazioni | 0 comments

“La” festa di Carnevale è a Caionvico!    Martedì 5 marzo festeggiamo il Carnevale con tutti i nostri piccoli atleti e con tutti i bambini che vogliano godersi un pomeriggio di giochi in un ambiente sano e divertente, con tutto il nostro il nostro staff  a disposizione!   Vi apsettiamo! Per informazioni, Roberto: 3388083177   ...

read more

Scontro diretto da urlo: Brescia esulta!

Pubblicato by on 21:25 in Evidenza, Serie A2 Maschile 2018/2019 | 0 comments

Scontro diretto da urlo: Brescia esulta!

La Centrale Sferc McDonald’s risorge dopo un primo set carico di tensione, riesce a scrollarsi di dosso i fantasmi e gioca in modo convincente e spettacolare, conquistando  i tre punti del primo scontro diretto di  questo finale di stagione. Milan MVP, menzione speciale per Candeli Il fattore campo (inverso) viene finalmente sfatato! Brescia e Spoleto, scontratesi sinora cinque volte in serie A2, hanno sempre battuto l’avversaria fuori casa: domenica sarebbe toccato alla Monini dare una delusione ai mille del San Filippo, ma, nonostante un avvio da brividi, i Tucani sono riusciti a conquistare una vittoria convincente e sofferta, che ridà morale e brio a un grande gruppo. Starting six Monini: Zoppellari e Padura Diaz sulla diagonale principale, Mariano e Ottaviani laterali; Aguenir e Zamagni al centro con Santucci libero. Zambonardi schiera la sua formazione tipo con Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan, Valsecchi e Mijatovic e Scanferla libero. Spoleto spinge forte da subito al servizio e mette pressione ai Tucani: Padura Diaz strappa con un ace il 5-9. La Centrale Sferc McDonald’s patisce in ricezione e non trova la reazione: dopo il primo time out arrivano un buon muro di Cisolla su Padura Diaz e il primo ace di Mijatovic (9-12). Spoleto vola 9-16, complice la difesa bianco blu che sembra ipnotizzata. Rodella entra in ricezione per Cisolla, Milan riesce a piazzare una pipe e accorcia (11-16). Il muro di Tiberti su Ottaviani ridona vigore a Brescia che arriva 16-19, ma Padura Diaz è implacabile da seconda linea (17-22). L’ace di Aguenir lasciato cadere a metà campo è un brutto segnale che agevola il successivo, quello che costa il 18-25. Cisolla ferma Zamagni e pareggia a 3. Brescia è tornata in campo meno contratta, più convinta e concreta, con Bisi a rispondere colpo su colpo a Padura Diaz. Candeli rileva Mijatovic e il muro di Brescia torna agli antichi fasti, con Cisolla a stampare l’opposto di Spoleto due volte (11-10). Valsecchi batte il muro a tre (14-15), Milan e Bisi piazzano un diagonale potente a testa (17-18), costringendo Tardioli al time out. Milan fa un miracolo in difesa e Candeli lo ricompensa, agguantando il pareggio a 18 e siglando un altro punto a seguire. Spoleto vacilla. Crosatti entra in battuta e fa svoltare il finale: il muro bresciano si erge contro Padura Diaz due volte. Valsecchi sigla il 23-21. L’ace di Crosatti vale il primo set ball, l’errore di Mariano dai nove metri vale invece il set. Terzo parziale in equilibrio: Milan con una palla intelligente dietro al muro piazza l’8-7,. Candeli ferma finalmente Aguenir e fa il primo mini break (13-11); Tiberti recupera in difesa e Bisi non perdona; Milan prende il tempo all’opposto olearo e prova a far volare i Tucani (16-12). Spoleto non molla, ma Valsecchi carica due volte il braccio (21-18). Rientra Ottaviani per Rosso, mentre in campo bresciano Rodella e Crosatti aiutano la ricezione. Candeli è affamato in prima linea e si prende il 23-19. Padura Diaz in rete consegna il terzo set a Brescia. In avvio Mariano deve uscire per infortunio ed entra Fedrizzi al suo posto. Valsecchi stampa Padura Diaz e Bisi mette l’ace del 3-2; Spoleto sbaglia qualcosa, ma è Brescia ad avere cambiato marcia e a condurre il match. Doppio Milan dai nove metri (10-6), poi un paio di errori...

read more

Il gran finale di Regular Season comincia domenica

Pubblicato by on 20:07 in Campionati 2018/2019, Notizie, Serie A2 Maschile 2018/2019 | 0 comments

Il gran finale di Regular Season comincia domenica

Brescia affronta Spoleto, quarta forza del campionato, distanziata di quattro punti. Indispensabile giocare con grinta e con tranquillità per assicurarsi la permanenza in serie A2 con la matematica, prima che con gli scontri della seconda fase di stagione   Brescia – Inutile negare la tensione agonistica che accompagna la settimana della Centrale Sferc McDonald’s al primo dei big match che la aspettano in questo finale di stagione. I ragazzi di Zambonardi devono affrontare Spoleto, Macerata e Mondovì in casa; Santa Croce e Livorno fuori, prima di tirare le somme rispetto a quest’annata partita con l’obiettivo della permanenza in serie A2, non ancora blindato dalla matematica. Ci sono quattro squadre – Brescia, Reggio Emilia, Spoleto e Potenza Picena – in un intervallo di soli sei punti tra la seconda e la quinta posizione, ma sono solo le prime quattro a dare la certezza, al termine della stagione regolare, di disputare la A2 anche il prossimo anno.   Gli oleari della Monini devono mettersi al sicuro dagli attacchi di Potenza Picena, dietro di due sole lunghezze, e arriveranno al San Filippo con il coltello tra i denti. La Centrale Sferc McDonald’s è in palestra per riuscire a ridare fluidità e continuità al bel gioco che le è valso la testa della classifica  per buona parte dell’anno. “Non importa chi c’è dall’altra parte della rete: in questa A2 ogni formazione è da affrontare con la stessa carica – ricorda coach Zambonardi – L’antidoto al più temibile degli avversari è la tranquillità, la sicurezza nei propri mezzi: battere bene, difendere con grinta, aggredire con l’attacco. Sono sicuro che la tensione che si respirerà in campo domenica sarà quella agonistica, che darà vita ad un match combattuto e bello da vedere. Non c’è spazio in questa squadra per inutili e dannosi nervosismi. Chiedo ai miei di giocare come sanno, divertendosi mentre lo fanno davanti al nostro pubblico bresciano”-  Rispetto al sestetto affrontato all’andata, quando Brescia vinse 3-0, è cambiata la guida tecnica: Tardioli ha sostituito Monti dopo la sconfitta degli oleari a Mondovì dello scorso 3 febbraio e ha riequilibrato l’assetto in campo sfruttando sia la diagonale di posto quattro Mariano – Ottaviani, sia  Fedrizzi, arrivato da Siena al posto di Cristofaletti a fine anno. “Affronteremo Spoleto come abbiamo fatto per tutte le altre gare, con lucidità e carica – conferma Sebastiano Milan –  Sappiamo che sarà una partita dura, ma non ci sono punti che valgono più di altri: andiamo in campo considerandoci tutti a pari merito ormai. Dopo le tante vittorie consecutive, che erano l’eccezione, la vera stagione è questa, fatta anche di qualche sconfitta. Il trucco è rimanere tranquilli, e questo gruppo lo sa fare”. Probabile starting six Monini: Zoppellari e Padura Diaz sulla diagonale principale, Mariano e Ottaviani laterali; Aguenir e Zamagni al centro con Santucci libero.   Arbitri: Sergio Jacobacci e Massimiliano Giardin. Fischio di inizio al Centro Sportivo San Filippo di Brescia, domenica alle ore 18. Il match è in diretta streaming per abbonati su Lega Volley Channel. Sugli altri campi spiccano lo scontro tra Mondovì e Livorno e quello tra Reggio Emilia ed Alessano, mentre Potenza Picena riceve Roma Volley. Ospiti per il progetto Cuore Atlantide gli amici di ABE, Associazione Bambino Emopatico, che lavorano da quasi quarant’anni con il reparto di Onco Ematologia Pediatrica dell’Ospedale Civile...

read more

XII Giornata delle Malattie Rare

Pubblicato by on 16:56 in Eventi e Manifestazioni, Notizie, Rassegna stampa | 0 comments

XII Giornata delle Malattie Rare

La Lega Pallavolo Serie A ed i suoi Club sostengono la “XII Giornata delle Malattie Rare”, che si celebra in tutto il mondo l’ultimo giorno di febbraio. L’impegno della Lega Pallavolo in questa particolare campagna di sensibilizzazione a fianco di UNIAMO Federazione Italiana Malattie Rare Onlus si rinnova per l’undicesima stagione consecutiva, confermandosi un importante appuntamento di partecipazione sociale per tutti gli appassionati della pallavolo. Il tema che guida questa edizione è: “Integriamo l’Assistenza Sanitaria con l’Assistenza Sociale”. L’integrazione dell’assistenza sanitaria e di quella sociale è la necessità più avvertita oggi dalla comunità delle persone affette da malattia rara. Infatti la maggior parte delle persone con malattia rara e i loro caregiver devono coordinare una serie di attività essenziali : procurarsi i medicinali, provvedere alla somministrazione degli stessi a domicilio e fuori casa; gestire le terapie riabilitative e visite mediche; gestire gli esami specialistici per ottenere la diagnosi della patologia, ottenere l’esenzione, ottenere il riconoscimento dell’invalidità per accedere agli ausili protesici o ai diritti necessari all’accesso dei diversi servizi di supporto sociale, di comunità e di “sollievo” per la famiglia, e non da trascurare la gestione dell’inclusione scolastica e lavorativa. Gestire le tante attività di cui necessita un “malato raro”, oltre a quelle quotidiane come lavoro, scuola e tempo libero, diventa spesso una sfida molto impegnativa. La campagna di sensibilizzazione internazionale che si attiva ogni anno con la Giornata delle Malattie Rare è lo strumento migliore in assoluto per far conoscere all’opinione pubblica l’esistenza delle malattie rare e le necessità di chi ne è colpito. Dall’anno della sua istituzione, il 2008, molti risultati sono stati raggiunti. Fino a pochi anni fa, infatti, le attività scientifiche e politiche o finalizzate alla ricerca in ambito di malattie rare erano scarse. Oggi lo scenario sta cambiando, ma ancora le conoscenze sulla complessità delle malattie rare sono insufficienti. La Giornata 2019 è pertanto il momento di maggiore attenzione voluto dai pazienti per lanciare un appello generale ai decisori pubblici, agli operatori sanitari e ai responsabili dei servizi di assistenza sociale, affinché sia messo a punto un migliore coordinamento di tutti gli aspetti dell’Assistenza alle persone con malattia rara, perché se sono rispettati i diritti dei rari lo saranno, veramente, anche i diritti di tutti. Per chi vive con una patologia rara, ogni giorno è una sfida fatta di piccole e grandi preoccupazioni. Avere il supporto della propria comunità può alleviare molto il senso di isolamento delle famiglie che le devono fronteggiare favorendo anche la loro integrazione sociale. In Italia saranno tantissimi gli eventi di sensibilizzazione che si svolgeranno in diverse città. Il programma completo degli eventi può essere consultato sul sito della Federazione, www.uniamo.org e sulla pagina Facebook dedicata alla giornata delle malattie rare. A livello mondiale, la Giornata si celebrata in oltre 94 Paesi e la mappa dei paesi coinvolti con i relativi programmi possono essere consultati sul sito www.rarediseaseday.org Cos’è la Giornata delle Malattie Rare Istituita nel 2008 per volontà di EURORDIS, European Organisation for Rare Disease, l’organizzazione europea che raggruppa oltre 700 organizzazioni di malati di 60 paesi in rappresentanza di oltre 30 milioni di pazienti, la Giornata delle Malattie Rare è oggi un evento di caratura mondiale che coinvolge oltre 85 paesi nel mondo. In Italia la Giornata è coordinata da UNIAMO Federazione Italiana Malattie Rare Onlus: sono oltre...

read more

Alessano è ancora tabù per i Tucani

Pubblicato by on 22:39 in Campionati 2018/2019, Notizie, Serie A2 Maschile 2018/2019 | 0 comments

Alessano è ancora tabù per i Tucani

Brescia torna dalla delicata trasferta pugliese a mani vuote sprecando un’occasione importante per aumentare il distacco dalla quinta forza del campionato, Potenza Picena, che  vince a Macerata ed è ora a 6 punti. Si torna al lavoro per recuperare l’armonia necessaria ad affrontare il big match contro Spoleto   Tricase (LE) – Riprende la marcia del campionato di serie A2 verso il gran finale, ma Brescia subisce un altro stop in trasferta e contro una squadra sulla carta assolutamente alla portata. I Tucani scendono in campo privi della determinazione necessaria ad imprimere il loro ritmo di gioco, sfruttando il tasso tecnico più elevato. Non mettono in difficoltà la ricezione di casa e permettono a Leoni di sfruttare al meglio tutti i suoi terminali di attacco – soprattutto i centrali -, senza riuscire ad opporvisi a muro con efficacia (5 contro 12 la conta finale dei block). Alessano si carica e a nulla serve la guida lucida di Tiberti, che pur prova fino alla fine a riportare equilibrio tra i suoi, sostenuto soprattutto da Bisi e Scanferla.  Il bilancio finale è un 3-1 appesantito dalla vittoria di Potenza Picena (quinta in classifica) che riduce il distacco da Brescia a sei punti. Starting six Aurispa: Leoni in regia e Onwuelo opposto, Lucarelli e Kaio a banda, Tomassetti e Scardia al centro, libero Bruno.  Zambonardi può confermare il suo sestetto con Bisi opposto a Tiberti, Cisolla e Milan laterali, Valsecchi e Mijatovic al centro, con Scanferla libero. Il primo break è di Alessano che spinge 9-7 con Onwuelo, ma Brescia risponde con un doppio ace di Bisi per il 10-12. I Tucani tengono il più 2 fino al primo tempo di Scardia che segna l’aggancio a 18, ma è ancora Brescia ad allungare (19-22), grazie ad un errore di Onwuelo e ad una botta di Bisi che poi si prende anche il muro finale del 22-25. Secondo set che parte con un assolo di Milan e un ace di Tiberti per l’ 1-4; Kaio, ben smarcato da Leoni, impatta a 9. Il servizio di Scardia fa soffrire Brescia e i padroni di casa sorpassano con Tomassetti (14-12). Bisi pareggia al servizio e poi Mijatovic impatta nuovamente a 17, servito ad una mano da Tiberti, ma l’ace di Scandia e il block di Onwuelo su Cisolla costano il 23-21 e due time out ravvicinati di Zambonardi. Chiude Tomassetti dal centro (25-23). Nel terzo parziale Brescia sembra alzare la voce e arriva sul 10-14, ma l’Aurispa ci mette tutto quel che ha e si vede dalla grinta con cui recupera la palla del 13-14 prima e del 18 pari dopo, chiuso da un muro di Scardia su Mijatovic. La partita cambia volto in questo terzo set: Brescia annulla le prime due palle set da 24-22, grazie ad un errore di Kaio e un attacco di Bisi, ma non dà la zampata finale dopo il muro di Tiberti che vale il 27-28. E’ ancora Bisi a dare speranza (30 pari), ma Tomassetti sbarra la strada a Milan e porta i suoi in vantaggio (32-30). Dura rientrare in campo con la serenità necessaria: Candeli rileva un Mijatovic poco  presente e Brescia conduce in avvio con l’infaticabile Bisi (5-8) e con una pipe di Cisolla (9-12). Sul turno al servizio di Leoni, Alessano si avvicina, pareggia con...

read more

L’Atlantide cerca punti play off in Puglia con Alessano

Pubblicato by on 16:13 in Campionati 2018/2019, Notizie, Serie A2 Maschile 2018/2019 | 0 comments

L’Atlantide cerca punti play off in Puglia con Alessano

La Centrale Sferc McDonald’s Brescia ancora a secco in trasferta nel girone di ritorno, domenica alle 18.00 sarà ospite dell’Alessano guidato in panchina dall’ex azzurro Paolo Tofoli. Benvenuti al Sud? I ragazzi dell’Atlantide Pallavolo Brescia lo sperano davvero perché le ultime due trasferte in Puglia e Calabria non hanno lasciato buoni ricordi. La Centrale del Latte Sferc McDonald’s Brescia, dopo la pausa per la Coppa Italia, inizia il rush finale che prevede 6 partite (3 in casa e quattro fuori) con una lunga trasferta a Tricase in provincia di Lecce dove domenica alle 18.00 affronterà l’Aursipa Alessano, attualmente quart’ultimo a 15 punti, frutto di 4 vittorie e 14 sconfitte. Brescia che in questo inizio di girone di ritorno non ha ancora vinto lontano dal San Filippo, cercherà punti preziosi in chiave play off. Dopo i recuperi il vantaggio sulle quinte (Livorno e Potenza Picena) è attualmente di 9 punti, ma Brescia, rispetto a Potenza Picena, ha una partita in più in quanto deve ancora osservare il turno di riposo. Serve quindi la zampata finale per mettere al sicuro il più preso possibile il quarto posto per poi puntare al miglior piazzamento possibile nella griglia play off. La partita di Alessano ha però grande importanza perché sarà l’ultima contro una squadra di bassa classifica. Gli ultimi cinque match infatti saranno altrettanti scontri diretti in chiave alta classifica. La squadra di Zambonardi affronterà infatti in casa Spoleto (24 Febbraio), Macerata (3 marzo) e Mondovì (30 marzo), fuori casa Santa Croce e Livorno. L’Aurispa Alessano all’inizio del girone di ritorno ha inanellato cinque sconfitte consecutive riuscendo a trovare la prima vittoria solo a Lamezia (3-0) nell’ultimo turno prima della pausa. Ha perso in casa pur vendendo cara la pelle con Spoleto (1-3) e Livorno (2-3) mentre ha ceduto in modo netto alla capolista Mondovì (0-3). Lontano da Tricase ha perso a Macerata e a Lagonegro. I pugliesi che dal 25 gennaio sono guidati in panchina dall’ex azzurro Paolo Tofoli, si schiereranno con ogni probabilità almeno all’inizio della partita con Leoni in regia e Onwuelo opposto, lo sloveno Drobnic e il brasiliano Kaio a banda e i centrali Tomassetti e Scardia, libero Bruno. Buonissime individualità che con la nuova guida tecnica venderanno sicuramente cara la pelle ai bresciani. All’andata al San Filippo terminò 3-1 per Cisolla e compagni, ma anche in quell’occasione non fu una passeggiata soprattutto a causa delle grandi doti offensive di Onwuelo e Kaio. Brescia che in settimana si è misurata con Calzedonia Verona di Superlega (4-1 per i veneti) ha potuto lavorare al meglio in queste due settimane e si schiererà a in campo con il sestetto titolare che prevede Tiberti-Bisi, Cisolla-Milan e Valsecchi-Mijatovic, libero Scanferla. In panchina sempre più coinvolti nei cambi tattici durante il match Candeli, Rodella, Crosatti e Catellani. Simone Tiberti, regista della squadra, è carico ma guarda alla sfida con la giusta attenzione:”La partita con Alessano rappresenta per noi un crocevia: vincere in Puglia ci darebbe il giusto slancio per le ultime cinque sfide dirette. Le ultime trasferte al sud – ammette il capitano – non ci hanno detto bene, ma l’obiettivo a Tricase è quello di vincere per mantenerci al secondo posto!” Sugli altri campo spiccano il big match tra Reggio Emilia e Mondovì e la trasferta di Potenza Picena a Macerata. Riposerà invece...

read more

Brescia cede 4-1 a Verona nell’amichevole di lusso al PalaGeorge

Pubblicato by on 22:29 in Evidenza, Serie A2 Maschile 2018/2019 | 0 comments

Brescia cede 4-1 a Verona nell’amichevole di lusso al PalaGeorge

L’Atlantide Pallavolo Brescia archivia con una sconfitta indolore l’amichevole contro la forte Calzedonia Verona di Superlega. Coach Zambonardi in vista della ripresa del campionato ad Alessano voleva ritrovare il ritmo partita e l’obiettivo è stato ampiamente centrato anche perché Verona soprattutto nei primi tre set ha giocato con grande intensità. Coach Grbic, probabilmente un po’ emozionato per il ritorno nel palazzetto che lo lanciò giovanissimo nel campionato italiano, nei primi 3 set ha schierato Spirito-Boyer, Solè-Birarelli, Manavi-Kaziyski, imprimendo al match un ritmo molto alto. La Centrale Sferc McDonald’s Brescia ha risposto con Tiberti-Bisi, Valsecchi-Mijatovic, Cisolla-Milan con libero Scanferla. La velocità della palla e i muri moto alti hanno messo alle corde Brescia che però ha reagito con orgoglio provando anche Milan opposto e Rodella a banda. Nei due set finali con le seconde linee di Verona in campo si è visto più equilibrio e Brescia, schierando anche Candeli, Crosatti e Catellani, ha potuto sorridere per il set della bandiera conquistato 15-11. Soddisfatto coach Zambonardi:”La differenza tra A1 e A2 è grande e stasera si è vista tutta, ma a muro e in difesa la squadra ha fatto buone cose. Buoni anche alcuni giri in battuta. In ogni caso questa amichevole contro una squadra forte come Verona, ci è servita per rimetteci in movimento e ritrovare il ritmo partita in vista della difficile trasferta di domenica ad Alessano.” TABELLINO CENTRALE DEL LATTE SFERC BRESCIA-CALZEDONIA VERONA 1-4 (12-25, 16-25, 12-25, 20-25, 15-11) CENTRALE DEL LATTE SFERC BRESCIA: Signorelli ne, Catellani 0, Rodella 7, Tiberti 3, Crosatti 0, Bellucci ne, Valsecchi 7, Bisi 1, Scanferla (L), Candeli 3, Milan 11, Cisolla 14, Mijatovic 2. All.: Zambonardi. CALZEDONIA VERONA: Pinelli 0, Giuliani (L), Kaziyski 12, Alletti 6, De Pandis (L), Marretta 4, Birarelli 8, Boyer 17, Spirito 2, Manavinezhad 10, Sharifi 11, Solé 13, Magalini 1. All.: Grbic. STATISTICHE Centrale del Latte Sferc Brescia: attacco 35%, ricezione 45% (perfetta 26%), muri 5, battute: aces 4, sbagliate 16. Calzedonia Verona: attacco 55%, ricezione 38% (perfetta 17%), muri 19, battute: aces 11, sbagliate 16. NOTE. Durata dei set: 16′, 18′, 17′, 18′, 11′ Totale:...

read more

Allenamento congiunto con Calzedonia Verona al PalaGeorge

Pubblicato by on 11:33 in Notizie, Serie A2 Maschile 2018/2019 | 0 comments

Allenamento congiunto con Calzedonia Verona al PalaGeorge

Le due squadre si affrontano giovedì alle 18 per preparare al meglio i rispettivi match di campionato di domenica, che le vedranno impegnate in casa contro Trento e in trasferta ad Alessano.  Brescia – Per San Valentino la Centrale Sferc McDonald’s farà un regalo agli innamorati del grande volley: giovedì 14 febbraio alle 18, nella storica cornice del PalaGeorge, si svolgerà un allenamento congiunto con Calzedonia Blu Volley Verona, impegnata nel campionato di SuperLega. La corazzata di Nikola Grbic ha organizzato il test in vista del proprio impegno di campionato contro Trento e coach Zambonardi ha subito risposto alla chiamata, cogliendo l’opportunità di una seduta di allenamento con un tasso tecnico e un ritmo elevati per arrivare con la giusta mentalità alla insidiosa trasferta pugliese che attende i Tucani domenica 17. “Si tratta di un test importante, sia per la caratura dell’avversario, sia per ciò che riguarda la preparazione in vista della partita importante che affronteremo ad Alessano. E’ un piacere ed un onore poter giocare contro una realtà forte come Verona”, conferma il tecnico bresciano. La trasferta pugliese sarà impegnativa e il match sarà delicato: l’Aurispa è una delle due squadra della metà bassa della classifica che Tiberti e i suoi devono affrontare – l’altra è Macerata – prima del rush finale che vedrà la Centrale Sferc McDonald’s impegnata nelle sfide dirette per la conquista dei primi quattro posti che garantiscono la permanenza in serie A2 e l’accesso ai play off. Potersi preparare giocando contro Birarelli, Kaziyski, Manavinezhad, Boyer e Solé, orchestrati dal regista Spirito, è un’opportunità da sfruttare al meglio. L’ingresso al PalaGeorge è libero....

read more

Brescia: si riparte da Roma!

Pubblicato by on 22:29 in Evidenza, Serie A2 Maschile 2018/2019 | 0 comments

Brescia: si riparte da Roma!

La Centrale Sferc McDonald’s conquista tutta la posta in palio con un super Tiberti in regia e una buona prestazione in attacco. Bene servizio e difesa, nonostante qualche errore di troppo dai nove metri. Roma non cede mai, ma l’esperienza dei Tucani, sostenuta dalle coreografie dei tifosi bianco blu, permette loro di chiudere in tre set. Bisi MVP.   Brescia – Roma gioca con coraggio e difende molto, Brescia scende in campo con un po’ di tensione, spazzata via da una grande prova in regia e da una buona tenuta di nervi: ne esce un match avvincente, giocato punto a punto, che consegna l’intera posta alla Centrale Sferc McDonald’s. Ospiti schierati con Lasko incrociato al regista Paolucci, Rossi e Zappoli in banda, Rau e Antonucci al centro; Titta e Rizzi si alternano nel ruolo di libero. Dall’altra parte della rete ci sono Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan, Valsecchi e Mijatovic con Scanferla libero. Tiberti velocizza il gioco ogni volta che può: Milan e Bisi si fanno trovare pronti, mentre Valsecchi sigla il sorpasso a muro (6-5) e il primo ace del match (8-6). Roma difende con grinta e sbaglia poco, ma Cisolla riesce a staccare con un diagonale dei suoi (16-13). Il servizio di casa funziona, ma Lasko e Rossi riescono ad aggirare il muro dei Tucani e agganciano a 20. Rodella entra a ricevere per Milan e permette a Bisi di mettere a segno due punti essenziali (22-21) sul buon turno di Mijatovic al servizio. Sperotto va in battuta e sbaglia il secondo colpo, consegnando il  set ai Tucani (25-23). Il capitano fa un gran lavoro in copertura e smista palloni con classe infinita: Bisi picchia forte e Valsecchi mette in difficoltà la ricezione di Roma (8-6); Cisolla stampa Lasko per il 19-18 e Valsecchi arpiona il 21-19, ma Roma non cede e pareggia ancora. Serve l’ace di Tiberti per chiudere le ostilità (25-22). Avvio di prepotenza della Centrale Sferc McDonald’s che vola 6-2 e poi non capitalizza, permettendo a Roma di infilare il contro break che la porta addirittura in vantaggio (8-9): ogni incertezza viene punita dagli ospiti che strappano 14-12. Il block di Milan su Zappoli rimette le cose a posto (18-17), ma è proprio l’attaccante trevigiano a subire i due muri che ridanno speranza agli ospiti (21-22). Mijatovic e Cisolla chiudono due volte la strada a Lasko, mentre Bisi passa di potenza, conquistando il set ball in favore di Brescia (24-23). Non bastano il primo tempo di Valsecchi e il pallonetto spinto sul muro di Milan.. l’attacco out di Mijatovic gira il vantaggio (27-28) e si soffre, con errori al servizio da entrambe le parti. La palla out di Zappoli e un palleggio di Bisi spinto all’incrocio delle righe chiudono finalmente il match in favore dei Tucani (33-31). Simone Tiberti: “Tre punti essenziali contro una squadra che arriva da parecchie vittorie e che dimostra che non ci sono formazioni materasso in questo campionato. Noi, dopo un’andata strepitosa, siamo tornati terrestri: invece di scendere in campo rilassati contro le squadra di bassa classifica, entriamo ancora un po’ contratti e facciamo fatica a lottare punto a punto. Ben venga la pausa che ci aiuterà a tornare a giocare tranquilli”. Fabio Bisi, autore dell’ultimo punto in palleggio: “E’ andata benissimo chiuderlo così: il set si stava allungando...

read more

Brescia: contro Roma, testa e aggressività

Pubblicato by on 16:39 in Campionati 2018/2019, Notizie, Serie A2 Maschile 2018/2019 | 0 comments

Brescia: contro Roma, testa e aggressività

Indispensabile tornare a giocare con convinzione e cattiveria per proseguire la marcia di avvicinamento agli scontri diretti per i primi quattro posti. Vietato sprecare altre occasioni: quelli con Roma e Alessano, dove i Tucani voleranno dopo la pausa del 10 febbraio, sono punti essenziali nella corsa ai play off, ma non saranno facili da conquistare  Brescia – La Centrale Sferc McDonald’s vuole affrontare la seconda parte del girone di ritorno al meglio, e per farlo deve recuperare un po’ di quella sicurezza che è stata minata dalle ultime prove sul campo. “Dopo la  bella prestazione con Reggio Emilia, di cui ha beneficiato anche il Quarto di Coppa Italia contro Grottazzolina, le gare ravvicinate delle ultime due settimane hanno influito sul calo fisico e mentale dei miei atleti – ammette coach Zambonardi – Dopo questa fase negativa, che è anche fisiologica, al termine di un lungo periodo spinto al massimo, bisogna ripartire e tornare a ingranare. Vogliamo mantenere un distacco dalla quinta che ci dia tranquillità. Al momento è Livorno a 8 lunghezze, ma c’è un gruppetto di metà classifica che sta crescendo e macina punti”. Roma non è in quel gruppetto, ma nelle ultime quattro giornate ha battuto Macerata, Lagonegro e Livorno, tanto per chiarire come i ragazzi di Budani stiano affrontando il girone di ritorno, e ha perso solo contro Spoleto. I laziali arriveranno al San Filippo spensierati e grintosi: “E’ una situazione molto diversa rispetto all’andata: Lasko e Paolucci sono giocatori di altissimo livello che non erano in campo al PalaHoney; Rossi sta giocando molto bene e Roma ha un ottimo servizio. Non sarà una gara facile – avverte il tecnico – Proveremo a mettere in difficoltà la loro ricezione e il nostro muro dovrà essere il più composto possibile”. In questa delicatissima fase della stagione serve più che mai che l’approccio mentale sopperisca a qualche acciacco fisico ed è proprio sull’entrare in campo con il giusto atteggiamento che si è concentrato il lavoro della settimana al San Filippo. Giocare aggressivi, tenere la concentrazione dal primo all’ultimo punto e fare risultato: con questo mix,  la fiducia si ritrova più facilmente, non importa chi c’è dall’altra parte della rete. La diagonale principale degli ospiti sarà formata da Lasko – completamente recuperato e in gran forma – affiancato al regista di grande esperienza Paolucci (ex Calzedonia Verona), arrivato a metà novembre, proprio dopo la gara di andata contro Brescia. Rossi e Zappoli sono i martelli laterali, Rau e Antonucci coprono il reparto centrale e Titta e Rizzi si alternano nel ruolo del libero. Tutti a disposizione gli atleti bianco blu. Nota positiva: Gianluca Signorelli, dopo l’infortunio del 26 dicembre, sarà nuovamente in panchina con tutta la sua grinta. Brescia e Roma si sono incontrate per la prima volta in serie A nella gara di andata, vinta dai Tucani per 3-0 al PalaHoney. Sugli altri campi, tanti scontri interessanti: tra Mondovì e Spoleto, Livorno e Reggio Emilia, Lagonegro e Macerata. Ospite per cuore Atlantide l’Associazione Leoncini Coraggiosi, nata a ottobre 2018 per essere d’aiuto alle famiglie e ai ragazzi affetti da malattie autoinfiammatorie e autoimmuni sistemiche, malattie croniche e invalidanti . Il gruppo per ora può essere contattato attraverso la pagina Facebook o la mail leoncinicoraggiosi@gmail.com. Arbitri del match: Traversa e Rossi, addetto al video check: Biasin. Fischio di inizio...

read more