Notizie

Del Monte Coppa Italia: Tucani in volo verso Ortona

Pubblicato by on 15:55 in Notizie, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Del Monte Coppa Italia: Tucani in volo verso Ortona

Sarca Italia Chef Centrale del Latte affronta Ortona nella gara secca del Quarto di finale di Del Monte Coppa Italia A2-A3. Obiettivo: giocare con tranquillità, senza alcuna pressione  Brescia – I Tucani volano in Abruzzo e saranno in campo al Palazzetto comunale di Ortona mercoledì alle 20.30 per giocarsi l’accesso alla semifinale di Coppa Italia, a calendario il 29 gennaio contro la vincente tra Calci e Grottazzolina. Gli altri Quarti prevedono i match in contemporanea tra Siena e Porto Viro e tra BCC Castellana Grotte e Bergamo. Gli Impavidi della Sieco Service restano nella parte altissima della classifica di Regular Season, ma la Coppa è una gara secca e nulla è scritto, nonostante il precedente di quest’anno abbia segnato per i Tucani la prima battuta d’arresto davvero sofferta del campionato, a causa di una prestazione meno efficace del dovuto in battuta e con una ricezione messa a dura prova dal servizio abruzzese. I padroni di casa sono certamente favoriti, ma quella pressione potrebbe essere un vantaggio più per Brescia, che deve solo continuare a macinare gioco e credere nei propri mezzi, superando l’impasse che negli ultimi match le ha permesso di raccogliere meno di quanto seminato. Occorre affrontare una partita alla volta e portare in campo serenità e lucidità: la trasferta è lontana e logisticamente impegnativa, ma è pur sempre una grande occasione, un impegno da onorare al meglio, facendo ancora più gruppo, nonostante  il periodo non proprio fortunato per la squadra di Zambonardi. “Andiamo a giocarci il match ancora acciaccati, ma con grande tranquillità. Di fronte credo troveremo una squadra diversa rispetto a quella vista in campionato: dovrebbero essere infatti recuperati e disponibili anche i due infortunati”, conferma il tecnico bresciano. Coach Lanci potrebbe essere dunque in grado di schierare Marks incrociato al regista Pedron, mentre al centro con Menicali ci dovrebbe essere Simoni, che ha già rimesso piede in campo nell’ultimo set del match vinto 3-1 domenica contro Reggio Emilia. Lo starting six di casa si completa con Ottaviani e Bertoli laterali e con Toscani  come libero. Carelli all’opposto e Sesto al centro sono le altre pedine che Lanci potrebbe schierare per non compromettere il recupero pieno dei suoi. Lo starting six bianco blu è obbligato e prevede Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Galliani in banda, Festi e Mijatovic al centro con Zito libero, illustre ex della squadra di casa assieme ai due attaccanti laterali. Arbitri: Di Bari e Turtù; addetto al video check Fabri. Fischio di inizio alle 20.30. Diretta streaming su you tube all’indirizzo: https://youtu.be/_1BG9dOtCA8  oppure collegandosi al nostro sito www.atlantidepallavolobrescia.it , selezionando dal menù DIRETTA TV e BIGLIETTI OnLine , la voce GARA in DIRETTA su...

read more

Siena non fa sconti e pareggia il conto dell’andata

Pubblicato by on 21:25 in Evidenza, Notizie, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Siena non fa sconti e pareggia il conto dell’andata

Sarca Italia Chef Centrale parte forte, poi subisce il contraccolpo del secondo set in cui spende molto senza concretizzarlo; lotta nel quarto, ma Siena è più concreta e si riprende il 3-1 subito nel match di andata. Ora la Coppa, mercoledì sera a Ortona Siena – Grande pressione in avvio da parte del muro e dell’attacco bresciano; match che procede con rincorse e agganci, con Siena che nel secondo set scappa, ma Brescia non arretra e cede ai vantaggi, consumando molta energia e ripartendo scarica nel terzo set, da dimenticare. Si ricompatta nel quarto e sfiora il tie break, negatole da un’avversaria più determinata e più efficace in attacco. Graziosi schiera Falaschi e Romanò sulla diagonale principale; Milan e Mariano sono i terminali d’attacco laterali, mentre al centro ci sono Zamagni e Gitto; Marra è il libero. Zambonardi parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Galliani laterali, Festi e Mijatovic al centro con Zito libero. Muro protagonista con Mijatovic che blocca due volte l’attacco di casa (1-4); accorcia Gitto, ma il doppio errore di Romanò permette a Brescia di scappare 4-10, grazie all’ottimo turno al servizio del centrale sloveno. L’ace di Mariano e la botta di Romanò tengono lì i toscani (11-13). Brescia scivola su un paio di palle in ricezione e Siena aggancia a 16; Tiberti stampa Milan e strappa ancora (16-19); Mijatovic è granitico su Romanò per il 18-22; due errori di casa aiutano la conquista del primo set (20-25) Brescia macina ancora col muro di Festi e con Cisolla che mette l’ace del 6-9. I Tucani subiscono in ricezione: Romanò infila tre missili che valgono il sorpasso 14-13. Il muro di Milan si aggiusta e ferma Bisi, poi la banda toscana assesta il primo break importante, concluso dall’ace di Mariano (19-15). Brescia trova il cambio palla sul 20-16 e si rifà sotto con buon turno di Cisolla dai nove metri e con Gallo potente per il 21-20. I nervi restano saldi, ma a Galliani non riesce la palla break che sarebbe valsa il 23-24 e ai vantaggi la chiude Siena 27-25. Mariano per il 3-0, Galliani spara out il 5-1; Romanò trova il block di Ciso 3-6, ma Siena spinge e Brescia si smarrisce, cedendo in tutti i fondamentali, a partire dalla ricezione. Milan si carica e con tre ace consecutivi vola 17-7, seguiti da altri due di Romanò che agevolano il 25-11 finale. Brescia riparte con grinta 0-2 ma il muro di Siena c’è: l’equilibrio lo rompe il break di Galliani 11-13, ma un’indecisione in attacco dei Tucani permette il nuovo aggancio. Le squadre difendono e, quando Brescia sembra cedere qualcosa in grinta, Ciso trova due ace sulla riga (17-20). Nel finale, una palla di poco out di Galliani e Bisi che non chiude il cambio palla, permettono a Siena di pareggiare a 23. Crosatti entra al servizio sul 23-24 e non sbaglia, ma Milan rovescia tutto: botta dai nove metri, ricezione imprecisa di Galliani castigata da Zamagni (25-24) e poi Romanò chiude il match alla prima occasione, negando a Brescia anche il punto del tie break. Coach Zambonardi: “Il grosso rammarico è per il secondo set che ci è sfuggito, mentre mi è piaciuta la reazione dei ragazzi nel quarto, dopo un terzo parziale che avrebbe potuto determinare un crollo: questo significa che sappiamo...

read more

Tre trasferte in sette giorni per i Tucani! Prima fermata: Siena

Pubblicato by on 18:51 in Notizie, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Tre trasferte in sette giorni per i Tucani! Prima fermata: Siena

  Sarca Italia Chef Centrale ospite della corazzata Siena dell’ex Milan per la prima di tre trasferte in una settimana. Fabio Bisi: “Loro sono una gran bella squadra, ma noi andiamo a giocarcela sereni”. Brescia – L’avvio del girone di ritorno per Brescia è decisamente impegnativo, con tre trasferte che porteranno i ragazzi di Zambonardi in campo prima al PalaEstra contro la capolista Siena, domenica alle 18, mentre mercoledì 15 affronteranno Ortona nella gara secca del Quarto di finale di Coppa Italia (ore 20.30) e poi, sabato 18, giocheranno l’anticipo della terza di ritorno a Mondovì, ancora alle 20.30. Il ritmo è alto, ma il morale pure: “Siena è una bella squadra che è cresciuta parecchio rispetto al match di andata, ma noi la affrontiamo sereni – assicura l’opposto Fabio Bisi, dall’alto del suo 58% di positività in attacco nell’ultimo match contro BCC -. Il campionato è ancora lungo: al termine dell’andata abbiamo centrato la qualifica alla Coppa Italia e stiamo giocando bene contro squadre di grande qualità. Poi si vince e si perde, ma, visto il livello di quest’anno, direi che siamo a buon punto per il prossimo obiettivo, che è la salvezza con aggancio ai Play Off”. Al momento Brescia si  trova a metà classifica con un distacco di otto punti dalla nona posizione e di  sole quattro lunghezze dalla seconda piazza di Calci. “E’ un divario, quello dalle prime posizioni, che si può ancora ricucire – conferma coach Zambonardi -. Siamo consapevoli del nostro valore e questo ci permette di scendere in campo con tranquillità contro qualsiasi squadra di questo campionato che, come dimostra la classifica, è alla nostra portata. E’ innegabile che Siena stia facendo una bella cavalcata, ma, più che gli avversari, di cui consociamo bene le qualità, temo gli acciacchi dei miei e spero ci diano tregua: un pizzico di fortuna in più non guasterebbe, in questo momento”. I Tucani cercheranno punti anche contro la Emma Villas Siena, al momento la più forte compagine del campionato, sola in vetta a 29 punti, con 10 vittorie e 2 sole sconfitte, una delle quali rimediata proprio a Brescia ad inizio stagione, mentre l’altra è arrivata al tie break per mano di Ortona. Dopo la prova di forza che domenica scorsa li ha visti prevalere su Calci con un netto 3-0, gli uomini di Graziosi possono dirsi al top della condizione: Falaschi e il forte opposto Romanò formano la diagonale principale; l’ex Sebastiano Milan e Mariano sono i terminali d’attacco laterali, mentre al centro ci sono Zamagni e Gitto; Marra è il libero. Tra i record di giornata ci sono quello di  Cisolla, a 20 punti dai 7500 in carriera, e quello di Galliani, a 3 dai 900. Arbitri: Moratti e Brancati; addetto al video check: Nampli. Fischio di inizio alle 18; diretta You tube in streaming all’indirizzo:...

read more

Brescia lotta, ma il tie break è ancora fatale

Pubblicato by on 22:21 in Evidenza, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Brescia lotta, ma il tie break è ancora fatale

Sarca Italia Chef Centrale domina per due set, ma non riesce a completare la cavalcata, nonostante il bel recupero nel terzo parziale e, con i pugliesi che crescono, cede al tie break. Cadono anche Ortona, Santa Croce e Calci, con Siena, prossima avversaria, che stacca in vetta Brescia – Brescia fa una grande partita di squadra per due set: precisa a muro e sicura al servizio, lavora meglio anche in difesa e si porta avanti approfittando di una BCC non a regime. Dal terzo set i pugliesi crescono in attacco e al servizio e i Tucani non sfruttano la bella rimonta e il sorpasso: manca la zampata finale e si decide di nuovo al tie break, con le braccia meno solide. Un punto comunque importante, in un momento in cui si deve soprattutto stringere i denti. Zambonardi parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Galliani laterali, Festi e Mijatovic al centro con Zito libero. Mastrangelo risponde con Fabroni incrociato a Morelli, Vedovotto e Moreira in banda, De Togni e Presta al centro; De Santis libero. Il ritmo non è serrato in avvio, le squadre si studiano e, grazie al buon turno al servizio di Mijatovic, i Tucani infilano il primo break con il lungolinea di Bisi (5-3); Festi ferma Moreira (11-8), ma è Gallo il protagonista del parziale (8 punti e un ace). BCC riduce la distanza con Morelli che infila il muro di casa per il 21-19, ma Mijatovic è bravo a chiudere la porta a Moreira e a Morelli e con un doppio block conquista il set (25-20). Tucani efficaci al servizio, con la regia di Tiberti che smarca Bisi e Cisolla per il 13-6. L’opposto bianco blu mette a frutto l’ottima difesa di Tiberti e trapassa il muro ospite (15-8), poi Galliani piazza praticamente tre ace consecutivi e scava il solco (18-8). Malvestiti dentro al servizio va a segno due volte (22-9). Cisolla chiude i giochi con una palla delle sue e Brescia vola 2-0 (25-11). Morelli prova a dare la sveglia ai suoi e BCC passa in vantaggio, aggiustando l’attacco e con un turno al servizio del capitano che vale il 6-12. Brescia non arretra: con Cisolla e Bisi in gran serata si riavvicina 11-13 e la partita si incendia. Cisolla indiavolato non sbaglia una palla e riceve a una mano in tuffo, Gallo usa la testa e appoggia la palla del pareggio a 15 sul buon turno dai nove metri di Festi. Il block di Galliani su Morelli segna il sorpasso bianco blu (18-19) e sembra l’occasione da non sciupare, ma gli ospiti non mollano e c’è il controsorpasso dei grottesi che staccano 20-23 e con la battuta sulla linea di fondo di Vedovotto arrivano al set ball. I tucani ci provano, ma l’asta decreta il 22-25. Si riparte con più tensione agonistica: i Tucani sono lì, ma sbagliano ancora qualche palla facile: Moreira svetta per il 6 pari, Galliani per l’aggancio a 8. Punto a punto, poi due errori di casa in attacco e ricezione concedono il break agli ospiti (12-14) che si consolida con l’ace di Fabroni e con il muro su Mijatovic (15-19). Anche Bisi e Cisolla vengono bloccati, con il calo dell’attacco bresciano che decreta un nuovo tie break, conquistato da Moreira, infermabile (19-25). Morelli non sbaglia più, ma nemmeno...

read more

Prima di ritorno: al San Filippo c’è BCC Castellana Grotte

Pubblicato by on 08:44 in Notizie, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Prima di ritorno: al San Filippo c’è BCC Castellana Grotte

Sarca Italia Chef Centrale inizia l’anno e il girone di ritorno davanti al suo pubblico e riceve la BCC, quarta forza del campionato, sopra di un punto rispetto ai Tucani. Fondazione per l’infanzia Ronald McDonald accoglie i tifosi all’ingresso del Palazzetto e raccoglie fondi per Casa Ronald Brescia Brescia – Un inizio di anno che porta con sé la brutta notizia dell’infortunio a Nicola Candeli – fermato da una lesione del legamento del ginocchio sinistro – e che dunque impone ai Tucani ancora più compattezza e grinta per arrivare all’obiettivo salvezza nel più breve tempo possibile. La prima parte della stagione è in archivio con un sesto posto che è a sole sei lunghezze dalla vetta e a dodici dalla penultima posizione, quella zona rossa da cui continuare a creare distacco. Per farlo, i Tucani hanno ripreso a lavorare in palestra il 2 gennaio, restando fermi di fatto solo il primo dell’anno, e stanno preparando la gara contro la BCC di Mastrangelo, ora quarta ad un solo punto. La squadra pugliese ha faticato un po’ a trovare l’assetto e ha vissuto alti e bassi che in avvio di stagione l’hanno tenuta lontana dalla ribalta, ma con le ultime 4 vittorie a spese di Ortona e Calci – strapazzate 3-0 in casa -, Santa Croce e Materdomini – nel derby strappato al tie break -, Fabroni e compagni hanno messo in chiaro che ora il binario è quello giusto, quello del treno che vuole puntare al ritorno immediato in Superlega. All’andata i Tucani hanno fatto tremare le tribune del fortino grottese, conquistando un ottimo punto e vendendo cara la pelle. Il campo dirà domenica dalle 19 se i tempi per Brescia sono maturi per tornare a vincere: “Castellana è un avversario ostico, con Fabroni, Morelli, Vedovotto e Djalma che trovano sempre più ritmo e che sono lanciati nella rincorsa alla vetta – conferma coach Zambonardi -. Noi faremo del nostro meglio per fare punti: la salvezza era e resta l’obiettivo della società, ma se arriva qualcosa di più, sarà solo una bella ricompensa per il lavoro dei miei ragazzi, che ce la mettono tutta ogni domenica. Il bilancio di questa stagione finora è comunque positivo”. Rispetto allo stop di Candeli, il tecnico sorride amaro: “La fortuna non è mai dalla nostra dopo Natale..Forse dovrei chiedere che i Tucani siano dispensati da quel turno di campionato, perché negli ultimi tre anni ci è sempre costato un infortunio. Oltre a dispiacermi per Candeli, che stava giocando con buona continuità, il mercato è chiuso e dovremo gestire il girone di ritorno con due soli centrali.. Non sarà facile: faremo quadrato e continueremo a lottare, una partita alla volta, contando sul supporto del nostro pubblico che continua a crescere”. Il sestetto di casa schiererà dunque, oltre al libero Zito, Tiberti e Bisi, Galliani e Cisolla, Festi con Mijatovic, escludendo la possibilità di dare spazio ad Andrej Ristic, poiché quest’anno un solo straniero è ammesso in campo. Gli ospiti contano su Fabroni incrociato a Morelli – secondo miglior realizzatore del campionato con 232 punti – Vedovotto e Moreira in banda, De Togni e Presta (arrivato da Mondovì in cambio di Esposito) al centro. Il ibero è De Santis.   Fischio di inizio alle 19; Pristerà e Prati sono gli arbitri del match, mentre  l’addetto al...

read more

Arriva lo stop per Nicola Candeli

Pubblicato by on 13:14 in Evidenza, Maschile, Notizie, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Arriva lo stop per Nicola Candeli

Brescia – Atlantide Pallavolo Brescia comunica con grande rammarico che l’esito della risonanza magnetica effettuata giovedì 2 gennaio da Nicola Candeli ha confermato una lesione del legamento crociato anteriore sinistro. I tempi dell’intervento saranno concordati dopo che l’atleta avrà incontrato l’equipe medica, ma per il recupero completo ci vorranno, da quella data, almeno sei mesi e dunque per il centrale bresciano la stagione si ferma qui. Candeli si è infortunato sabato 28 dicembre al PalaAgnelli, al termine del riscaldamento pre partita: “Sono dispiaciutissimo e ho sperato fino all’ultimo che non fosse una lesione seria. Il mio supporto non mancherà comunque alla squadra, seppur da fondocampo”.   Coach Zambonardi può contare su Festi e Mijatovic, l’impiego del quale esclude però la possibilità di utilizzare Ristic in caso di necessità. Domenica 5 gennaio inizia il girone di ritorno e per Sarca Italia Chef Centrale del Latte al San Filippo ci sarà la BCC Castellana Grotte. Fischio di inizio posticipato alle 19, prevendite biglietti aperte sul sito www.vivaticket.it, oppure in cassa dalle 17.30 del giorno di gara....

read more

Brescia si ferma sul match point : il derby è ancora bergamasco

Pubblicato by on 23:19 in Evidenza, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Brescia si ferma sul match point : il derby è ancora bergamasco

Sarca Italia Chef Centrale domina i primi due set ma non riesce a chiudere il terzo e ne subisce il contraccolpo: al tie break, con un’Olimpia di nuovo fiduciosa, non c’è più storia. In Coppa ora c’è Ortona Bergamo – La “partita del sorriso” – legata alla lotteria che raccoglie fondi per la Onlus Amici della Pediatria dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo – si chiude con la vittoria dei padroni di casa che ribaltano un risultato praticamente scritto e vanno a vincere al tie break. Dopo una partenza fulminante di Brescia che pareva aver steso i padroni di casa, nel terzo parziale i Tucani sciupano l’occasione di chiudere il match e Bergamo torna in partita con la grinta che le permette di intascarsi la vittoria. In Coppa per Brescia ci sarà Ortona. Starting six: Olimpia in campo con Garnica in regia incrociato a Wagner, Della lunga e Tiozzo in banda, Erati e Cargioli al centro con Fusco libero. Zambonardi deve rinunciare a Ristic, infortunatosi al piede destro giovedì in allenamento, e a Candeli, che si fa male al termine del riscaldamento, e parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Galliani laterali, Festi e Mijatovic al centro con Zito libero. Tucani attenti e efficaci in avvio: Festi fa ottima guardia a rete, mentre Cisolla non teme il muro orobico e se lo porta a spasso per il 6-11; Spanakis inserisce Preti per Della Lunga. Mijatovic a segno in primo tempo non basta: ace di Wagner sulla riga e un paio di errori in attacco per Brescia e i padroni di casa son lì (16-17). Festi stampa Wagner per il 18-22 e Brescia si aggiudica il primo set con un 67% in attacco che fa la differenza. Brescia spinge e Bisi obbliga Spanakis al primo time out sul 2-6. Ottimo turno dai nove metri dell’opposto bianco blu che stacca ulteriormente: il murone di Tiberti fa il rumore del 4-11 e Bergamo vacilla. Brescia difende, Galliani vola, Bisi pennella le linee e Mijatovic si prende il set ball che si chiude con il quinto errore in battuta  di Olimpia (15-25). Della Lunga è confermato in campo e il match si fa più equilibrato: Bergamo ritrova fiducia e prova ad andare sul 10-7, mentre Brescia sbaglia qualcosa in più in battuta. Galliani sale in cattedra e ricuce il distacco con un block e un paio di colpi dei suoi (17-16). Bisi picchia, Tiozzo non passa e il turno al servizio di Tiberti si chiude con il pareggio a 18. Punto a punto con grinta – e con tre errori consecutivi al servizio per Brescia -, ma la battuta di Festi mette in difficoltà la ricezione di casa e Gallo conquista il primo match ball (24-25) . Ai Tucani non riesce più di battere con efficacia e, con dodici errori dai nove metri nel parziale, permettono a Bergamo di riaprire la partita (33-31). Olimpia galvanizzata, Brescia accusa e arriva il nervosismo: errori banali e in un attimo è 7-2, con Galliani fermato da un calo di zuccheri. Bergamo fiuta l’occasione e non molla la preda: Zambonardi deve usare Crosatti e inserisce Malvestiti, Ceccato e Ostuzzi per far rifiatare i suoi in vista del tie break che arriva velocissimo (25-13). Bergamo ne ha di più e vola con sicurezza sul 8-4 e sul 14-7...

read more

Tucani verso il derby con il pass per la Coppa Italia in tasca

Pubblicato by on 22:11 in Evidenza, Notizie, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Tucani verso il derby con il pass per la Coppa Italia in tasca

Sarca Italia Chef Centrale in trasferta al PalaAgnelli per il derby con l’Olimpia degli ex Fusco e Signorelli. Pass per la Coppa Italia già assicurato per entrambe le formazioni, grazie alla sconfitta di Santa Croce Brescia – Ultima di andata per Brescia e Bergamo che giocano il posticipo del Boxing Day sabato sera in casa di Olimpia con il pass per i quarti di Coppa Italia già in tasca. Il turno di Santo Stefano ha dato il suo responso rispetto alle altre quattro squadre ammesse che, con la sconfitta di Santa Croce, sono Siena, Calci, Ortona e BCC Castellana Grotte. La partita di sabato per i Tucani definisce l’avversaria – Castellana Grotte in caso di vittoria e Ortona in caso di sconfitta – e il piazzamento finale:  il quarto posto significa giocare in casa, mentre il quinto e il sesto prevedono una trasferta. “La qualificazione alla Coppa è comunque una soddisfazione, ma resta il rammarico per la sconfitta della scorsa domenica anche per questo – ammette coach Zambonardi -. Avere il quarto posto sicuro ci avrebbe evitato uno spostamento pesante. Pazienza, guardiamo avanti e pensiamo al campionato, per ora. Sabato cercheremo di gestire il match con Olimpia con le carte che abbiamo, facendo tesoro della battuta d’arresto contro Cantù. Abbiamo qualche acciacco con cui fare i conti, ma siamo determinati a fare una partita grintosa, davanti ad un tifo corretto, che sappiamo essere sempre molto acceso”. Sarca Italia Chef Centrale del Latte prova a ritrovare la grinta e l’aggressività che è mancata nella partita con Cantù e il derby è un’occasione da non perdere per proseguire la marcia verso la salvezza che, per i Tucani, resta l’obiettivo da raggiungere al più presto. Olimpia ha perso l’ultimo turno contro Mondovì al tie break e ha al suo attivo sei vittorie e quattro sconfitte, come Brescia, ma con un punto in meno in classifica: sono quinta e sesta al momento.  Per Spanakis la formazione tipo prevede Garnica in regia incrociato a Wagner, Della lunga e Tiozzo in banda, Erati e Cargioli al centro con Fusco libero. Una squadra con grandi potenzialità, solida in tutti i reparti e quotata per la promozione, benché la classifica per ora non lo evidenzi. L’opposto Wagner guida la classifica dei realizzatori con 214 punti fatti in dieci giornate e sia lui che Della Lunga sono tra i quattro migliori battitori di questa stagione, con 20 e18 ace rispettivamente, Sono sei i precedenti tra le due formazioni tra campionato e play off, tutti in favore dei padroni di casa. Fischio di inizio alle 20.30; Selmi e Piubelli sono gli arbitri del match, mentre  l’addetto al video check è Gentile.   Diretta streaming sul canale Legavolley di YouTube  https://youtu.be/Jp4SsGMzkm0  oppure collegandoti direttamente dal nostra sito www.atlantidepallavolobrescia.it   selezionando dal menù: Diretta TV e Biglietti onLine la voce GARA in DIRETTA su...

read more

Brescia sconfitta in casa da un travolgente Pool Libertas

Pubblicato by on 21:11 in Evidenza, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Brescia sconfitta in casa da un travolgente Pool Libertas

Sarca Italia Chef Centrale parte bene, poi subisce troppo in ricezione e non riesce a giocare con l’aggressività che serve per disinnescare un Pool Libertas che, con il servizio e un muro più efficace, centra la sua prima vittoria stagionale Brescia – Primo set ordinato e con la giusta determinazione; nel secondo, con la ricezione che patisce e l’attacco che cala, Brescia perde la bussola e Cantù ne approfitta, portando tanta determinazione in più anche nel terzo. L’ingresso di Galliani nel quarto sembra far tornare l’equilibrio, ma il servizio ospite e una difesa scattante sono l’arma in più che regala la prima vittoria ai canturini. Per Brescia sono in campo Tiberti e Bisi, Cisolla e Ristic – Galliani ancora out precauzionalmente-, Festi e Candeli al centro, con Zito libero. Starting six ospite Baratti  – Poey; Cominetti e Maiocchi in banda,  Monguzzi – Mazza al centro  e Butti libero.   Ritmo alto, qualche errore dai nove metri per gli ospiti che non contengono Candeli e Festi innescati da Tiberti. Monguzzi tiene in scia i suoi con attacco dal centro e muro (8-7); l’ace di Festi segna il primo strappo per i Tucani (15-11); il muro di Cisolla in campo vale il 18-14, ma Cantù non arretra e accorcia con Poey, che poi spara out il 22-19. Ristic gioca con il muro e si guadagna il set ball, Candeli piazza il secondo monster block (il primo viene annullato da un’invasione confermata dal video check). Tre ace in avvio ed è Brescia a rincorrere (3-6). Ristic alterna pallette e botte in lungolinea riportando i suoi sopra (8-7), ma un paio di incertezze a muro minano la sicurezza di casa che subisce il turno al servizio di Cominetti e si trova sotto 10-15. Cisolla fa una magia con le mani di Poey, poi Bisi decide di cambiare marcia e piazza un turno micidiale dai nove metri che riporta in corsa i Tucani (14-15). Black out in ricezione che porta con sé un calo in attacco: ne approfitta Cantù che difende meglio e blocca Bisi a muro (20-15). Galliani è dentro per Ristic, Candeli passa in primo tempo ma il gap è incolmabile e i canturini pareggiano i conti 21-25. Cominetti e Cisolla se le suonano, ma la banda ospite trascina al servizio e con due ace consecutivi metta la testa avanti (7-10). Monguzzi e Poey sbarrano la strada all’attacco bresciano che pare insolitamente insicuro. Zambonardi inserisce Galliani per Ristic, ma Cantù ha più grinta e riesce a passare in attacco con le sue bande (12-18). Festi ferma l’opposto cubano e lancia la reazione di casa che però è troppo timida, nonostante l’ingresso di Mijatovic al posto di Candeli. Maiocchi sigla il vantaggio dei suoi (20-25). Gallo è confermato in campo e mette giù il 5 pari, ma è ancora un Brescia che sembra incapace di aggredire e di fronte trova invece una squadra affamata, agile in difesa e grintosa. Dal 5-8 Sarca Italia Chef Centrale ritrova smalto in attacco e passa avanti 10-9. Cominetti è la bestia nera della ricezione di casa – finirà con 27 punti di cui 8 ace -,  ma Cisolla trascina e Brescia inizia a difendere con rabbia tenendosi nel set con le botte di Galliani (17 pari). E’ di nuovo il servizio di Cominetti a segnare il set...

read more

Penultima di andata: arriva Cantù!

Pubblicato by on 10:15 in Notizie, Serie A2 Maschile 2019/2020 | 0 comments

Penultima di andata: arriva Cantù!

Sarca Italia Chef Centrale del Latte riceve il Pool Libertas Cantù per una delle ‘classiche’ di A2. Ospiti ancora a secco di vittorie, ma non per questo meno temibili. Fischio di inizio alle 18 al San Filippo Brescia – L’ospite del turno prenatalizio al San Filippo è il Pool Libertas Cantù di Luciano Cominetti, formazione ancora digiuna di vittorie (penultima a pari punti con Mondovì), ma determinata a risalire la classifica, ora che può contare sul rientro dell’opposto Raydel Poey, dalla settimana scorsa di nuovo in forze, dopo l’infortunio occorsogli alla quarta giornata. I canturini arrivano motivati dall’urgenza di fare punti per muovere la classifica, dopo che sono stati vicini a più di un successo (sono tre i tie break lasciati agli avversari, uno dei quali contro la forte Peimar). Lo starting six sceso in campo nell’ultimo, tiratissimo match contro Bergamo prevedeva Baratti incrociato a Poey; Cominetti e Maiocchi in banda, Mazza e Monguzzi al centro, con Butti libero. I giovani Motzo e Suraci sono pronti a dare una mano in attacco. Alberto Cisolla conosce bene l’opposto cubano: ci ha giocato assieme nella Roma del 2010/2011 e come avversario con la Nazionale. “Le sue doti fisiche sono innegabili…Vero che è appena rientrato dopo un lungo stop, ma è lui l’osservato speciale della gara, dalle cui mani passeranno buona parte dei palloni” Brescia – Cantù è una classica di questa A2. Non si è disputata la scorsa stagione perché le due squadre erano in due gironi diversi, ma nelle quattro precedenti sono state 13 le sfide, con 6 successi bresciani. Andrea Galliani è l’ex di turno che ha vestito la maglia canturina per due stagioni. Dopo lo stop del turno scorso a causa della forte contusione all’alluce rimediata nella partita ad Ortona, dovrebbe essere di nuovo disponibile per coach Zambonardi, che avverte: “Nessuno scenderà in campo pensando che sarà una partita facile. Siamo sereni, ma anche consapevoli del valore del nostro avversario. Contiamo sul fattore campo e sul nostro pubblico per fare un buon risultato: ogni punto è prezioso in questa fase ” In effetti per Brescia quella di domenica è un’occasione da non perdere per restare agganciati alla vetta – giacché Ortona e Calci giocano una contro l’altra -, pur con un occhio di riguardo a Siena che potrebbe avere vita più facile, benché fuori casa, contro Lagonegro. Completano la griglia i match tra BCC Castellana Grotte e Santa Croce e gli anticipi del sabato tra Mondovì e Bergamo e tra Reggio Emilia e Materdomini . Ospite del progetto Cuore Atlantide sarà l’associazione Autismando, fondata da un gruppo di genitori di ragazzi autistici capitanati dal presidente Paolo Zampiceni, che quest’anno ha proposto e realizzato un calendario fotografico con gli atleti di Atlantide. Sarà disponibile al Palazzetto domenica, contro offerta.   Fischio di inizio alle 18; Maurina Sessolo e Luigi Traversa sono gli arbitri del match, mentre  l’addetto al video check è Katia Grassi. Diretta streaming sul canale Legavolley di You tube...

read more