Brescia sconfitta al tie- break, ma è ancora seconda!

La Centrale Sferc McDonald’s parte bene ma subisce un calo nel terzo set dal quale non riesce ad emergere, complice la crescita di Livorno in battuta e a muro. Reggio Emilia aggancia Brescia che resta seconda per maggior numero di vittorie, ma la conferma del piazzamento è rimandata al match di sabato contro Mondovì

Livorno – La Centrale del Latte Sferc McDonald’s, non nella sua migliore serata, riesce a conquistare i primi due set, ma subisce un calo pesante nel terzo, permettendo a Livorno di riorganizzare il suo gioco attorno ad un ritrovato De Santis. Il punto conquistato alla Bastia è comunque qualcosa, ma il secondo posto si deciderà nel big match contro Mondovì in casa.

Squadre in campo con Wojcik incrociato a Jovanovic, Zonca e Loglisci in banda, Paoli e Miscione al centro con Pochini libero. Zambonardi tiene Valsecchi a riposo e parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan laterali, Mijatovic e Candeli al centro e Scanferla libero.

I Tucani sono precisi in attacco e tirano la battuta, strappando un primo break (4-6) annullato dal muro di Jovanovic su Milan. L’ace di Tiberti rilancia gli ospiti (11-14), ma non basta a staccare i padroni di casa che stanno in scia con Loglisci e Zonca (19 pari). Cisolla aggira il muro a tre, ma Livorno difende e ricostruisce con grinta e passa avanti (21-20).  Milan piazza il mani out della parità a 23 e il monster block finale, dopo che Candeli ha messo la firma sul set ball.

Livorno scappa 6-3 e 8-5, ma Cisolla si fa sentire a muro, in attacco e pure dai nove metri, accorciando  9-8. Milan aggancia a 12, poi Mijatovic di prepotenza, aiutato dal buon servizio di Bisi, porta sopra i suoi (14-16). La Centrale gioca anche d’astuzia e con grande attenzione gestisce il finale di set: Milan fa un miracolo in difesa e Cisolla si fa largo nel muro di casa (20-23), siglando anche set ball e palla del 22-25 e chiudendo con un 85% stellare.

Montagnani riparte con De Santis opposto e incrocia Wojcik a Zonca. Proprio il nuovo entrato trascina i suoi in attacco e a muro (7-2); i Tucani sono meno reattivi, subiscono il servizio di Paoli e Zambonardi usa il secondo time out sul 13-6. L’ace di Milan (15-10) non basta: Livorno tocca tutto a muro e ricostruisce con maggiore potenza e precisione. Bisi viene messo a riposo per Rodella, che piazza un servizio vincente (19-14), come fa pure Cisolla (20-16). Dopo un fallo di posizione dubbio, Brescia si avvicina con Candeli (22-19), ma il gap non si colma e Acqua Fonteviva accorcia le distanze (25-19).

Partenza in affanno per Milan e Bisi che subiscono un block a testa (4-0); Brescia è calata, ma prova a rifarsi sotto con Cisolla (8-6), il più continuo dei suoi in attacco, e con Candeli (13-10). Milan ferma De Santis (14-12) e poi con un ottimo turno dai nove metri, permette a Cisolla di agganciare a 15 e a 17. Il break letale arriva sul servizio di Jovanovic, complice un fallo a rete (22-17) e ancora un muro dei padroni di casa che volano al tie break con decisione (25-19).

Avvio in salita e 3-1 per la Fonteviva: Mijatovic trova il punto dai nove metri (6-5) e il set sembra riaprirsi, ma il triplo ace di De Santis è una sentenza (13-7). Finisce 15-9 per Livorno, con un punto da mettere in carniere, che però rimanda tutti i conti al match di sabato 30 contro Mondovì.

Cisolla: “Peccato perché siamo partiti molto bene, poi dal terzo set loro sono cresciuti e noi siamo calati, soprattutto in attacco. Abbiam fatto più fatica a mettere palla a terra anche perché loro sono stati bravi a metterci pressione con il muro-difesa. Abbiamo sprecato qualche occasione di troppo e quando perdi troppi punti a inizio set, poi fatichi a recuperare contro una squadra come quella che ha giocato stasera”.

Zambonardi: “Comunque un buon punto contro una squadra forte. Resta il rammarico, ma diamo merito a Livorno che, sotto di due set, ha fatto una’ottima partita soprattutto in battuta e nel muro-difesa. Questa sconfitta non toglie nulla al mio gruppo che sta disputando una grande stagione e che si rimetterà al lavoro per l’ultima in casa contro Mondovì con la determinazione necessaria a difendere la seconda posizione”.

 

L’ultimo atto della Regular Season  si gioca sabato 30 alle 20.30 al San Filippo. Solo dopo quel match saranno certi gli accoppiamenti dei Quarti di Finale di Play Off che si giocheranno il 7/10 e 14 aprile.

 

Tabellino

ACQUA FONTEVIVA APUANA – CENTRALE SFERC McDONALD’S  3 – 2

(23-25; 22-25-; 25-19; 25-19;15-9)

 

Brescia: Tiberti 3, Bisi 12, Cisolla 19, Milan 13, Mijatovic 6, Scanferla (L),  Candeli  7,  Rodella 1, Crosatti, Signorelli. N.e: Statuto, Ghirardi e Valsecchi. All. Zambonardi

 

Livorno: Briglia ne, Loglisci 2, Grieco ne, Paoli 10, Zonca 22, Bacci ne, Minuti ne, Wojcik 20, Pochini (L), Jovanovic 6, De Santis 14, Miscione 6, Facchini ne, Maccarone ne. All. Paolo Montagnani.

 

Muri: Brescia 5, Livorno 14

Ace: Brescia 5, Livorno 5

Battute sbagliate: Brescia 14, Livorno 23

Brescia: attacco 46%, ricezione 48% (perfetta 23%)

Livorno: attacco 53%, ricezione 51% (perfetta 28%)

 

Durata set: 24’, 23’, 28’, 25’, 18’. Totale: 1 h 58.

Arbitri: Lorenzo Mattei e Maurizio Merli