Sconfitta senza drammi: Brescia ci prova, ma Roma è più solida!

Brescia parte molto bene forzando servizio e attacco e sorprende Roma, che però si riorganizza dalla metà del secondo set e mostra tutta la sua solidità. Niente punti dalla trasferta, ma nessun dramma e testa al prossimo match, lunedì 19, al San Filippo contro Videx Grottazzolina.

CERAMICA SCARABEO ROMA-CENTRALE McDONALD’S BRESCIA 3 – 1 (22-25; 25-19; 25-16; 25-16)

 Dopo un avvio che ha fatto ben sperare, la Centrale McDonald’s non riesce ad opporre la necessaria resistenza alla corazzata Roma, quando questa si ritrova e prende in mano il match . Ottimo il primo set come intensità e continuità, poi la squadra di Zambonardi cala, spreca qualcosa nel secondo e lascia spazio ai padroni di casa, senza reagire con la grinta usuale.  

Coach Spanakis manda in campo Zoppellari incrociato a Padura Diaz; Snippe e Tiozzo laterali; Pollock e Franceschini al centro con Romiti libero.

Zambonardi parte con Tiberti e Bellei sulla diagonale principale, Mazzon e Cisolla laterali, Codarin e Esposito al centro; Fusco  libero.

Primo set segnato dall’ottimo servizio di Brescia che mette in scacco il cambio palla di Roma: ace di Bellei per il primo break (2-4); Cisolla allunga contro il muro a tre di casa (6-10);  la ricezione funziona bene e permette a Tiberti di giocare liberamente con Codarin e Esposito. Roma sembra perdersi e la Centrale stacca 14-21 con un doppio Cisolla (attacco e pallonetto), ma non basta: un paio di errori da posto due, Roma ritrova fiducia con Snippe e Franceschini e si avvicina fino al 21-23. Chiude Mazzon, dopo che Codarin si è procurato il set ball (22-25).

Si riparte con più equilibrio (6-5), ma Brescia, un po’ meno lucida in attacco, va sotto 11-8; recupera con Mazzon (ace per il 11-12) e poi subisce il ritorno dei padroni di casa che con Snippe trovano il break vincente (21-17). Dentro Margutti per Mazzon, ma chiude Roma 25-19.

Nel terzo set, la musica cambia: Bellei non ingrana, mentre Padura Diaz, Snippe e Franceschini, ben orchestrati da Zoppellari, scavano un solco e staccano Brescia (13-5 e 19-12) che prova a difendere, ma ha perso smalto in attacco e al servizio. L’ace di Snippe riporta la Scarabeo avanti per 2-1 ( 25-16).

Margutti in campo per Mazzon nel quarto parziale: ace di Pollock per il 5-2; Esposito in primo tempo tiene lì i suoi (7-4), ma Roma fa il suo gioco e mostra la sua forza. I tucani non si arrendono: Tiberti difende tanto e cerca di smistare al meglio: Bellei ritrova solo qualche colpo e un ace, ma non è serata fortunata, questa, per lui. Roma allunga con Tiozzo (17-10)  e Padura Diaz (23-14) e chiude 25-16 in quattro set.

Prossimo appuntamento per i tucani al San Filippo lunedì 19 febbraio ore 20.30 contro Grottazzolina.

Zambonardi: “C’è un po’ di rammarico perché non abbiamo sfruttato l’ottimo avvio e abbiamo giocato con poca costanza. Non abbiamo reagito aiutandoci e lottando con la solita grinta, quando Roma è cresciuta. Ci siamo un po’ chiusi e disuniti, anche se Tiberti ha provato fino alla fine a incoraggiare i suoi e a non farli mollare.  Questi ragazzi stanno lavorando sodo da mesi e hanno raggiunto grandi risultati: qualche serata storta ci sta. Nessuna tragedia per questa sconfitta e comunque tanto merito agli avversari.”

Margutti: “Un’emozione per me tornare a giocare qui; peccato per il risultato..Abbiamo fatto troppi errori diretti e siamo calati mentalmente. Io penso di aver dato il mio contributo, ma non è bastato. Ora torniamo a lavorare sul fattore squadra”.

Tabellino

CENTRALE DEL LATTE McDONALD’S: Tiberti, Bellei 13 , Cisolla 11 , Esposito 9 , Codarin 8, Fusco (L), Mazzon 6, Margutti 5. Ne: Riccardi, Sommavilla, Statuto e Sorlini.  All. Zambonardi e Rotari.

SCARABEO GCF ROMA: Zoppellari 4, Padura Diaz 14, Franceschini 10, Snippe 15, Tiozzo 9, Romiti (L1), Valenti, Sacripanti 2, Losco, Saturnino, Fantini 1, Pollock 10, Rau. All. Spanakis, II All. Pastore.

Brescia:  Battute: 14 errori, 4 ace. Muri: 5. Punti: 52 Errori: 32. 

Roma : Battute 14 errori, 8 ace. Muri: 7. Punti: 65. Errori: 24.

Durata set: 29’; 24’; 21’; 23’. Arbitri Gasparro e Nicolazzo; addetto video check: Santabarbara.