A Cisano il secondo derby pre-campionato è ancora di Bergamo
Ott08

A Cisano il secondo derby pre-campionato è ancora di Bergamo

Nella nuova casa di Agnelli Tipiesse Bergamo, la Consoli Centrale McDonald’s non riesce a pareggiare i conti delle amichevoli, ma la squadra ha girato meglio rispetto alla settimana scorsa e ha rivelato le grandi potenzialità del comparto giovane, protagonista di un’ottima prova corale e guidata per tre set da Andrea Cogliati. Finisce 3-1 con un quinto set ai 15 . Comunque soddisfatto il tecnico bianco blu: “Piccoli miglioramenti in tutti i fondamentali”. Prossimo appuntamento della pre-season, venerdì 9 a Reggio Emilia. I padroni di casa partono con Finoli e Santangelo, Terpin e Pierotti a banda, Cargioli e Signorelli al centro e con D’Amico libero. Il sestetto bresciano ritrova Candeli al centro e parte con grande attenzione sul campo di Cisano: Agnelli Tipiesse ha nel muro l’arma in più (14 a 5 la conta finale), ma Tiberti e compagni non restano a guardare: il primo set procede punto a punto sino al 20- 18, poi Terpin, ben smarcato dal suo regista, strappa il break decisivo e permette ai suoi di chiudere 25-21. Bergamo spinge sull’acceleratore e va 9-4, ancora grazie al muro e alle botte di Santangelo da posto due. I Tucani devono rincorrere e lo fanno con caparbietà: Cisolla aggiusta qualche pallone e, con Bisi e Galliani più incisivi, lo strappo si ricuce sul 14-13. La lotta si riaccende con scambi intensi, Ciso è bravo ad approfittare delle rare imprecisioni avversarie ed è parità a 22. Brescia ribalta il risultato e chiude la contesa con Esposito (27-29). Bene l’inserimento di Bergoli nel terzo set, pericoloso dai nove metri e impavido in prima linea, con Cogliati a dirigere le danze. I tucani guadagnano un break con Candeli, innescato con precisione (10-11); Graziosi dà spazio a Umek in posto due e Zambonardi a Tasholli per far rifiatare l’ottimo Bisi. Terpin rilancia i suoi che sorpassano e tengono la testa avanti (20-18); nel finale arrivano in campo anche Orlando e Tonoli. Il set è dei padroni di casa, ma la battaglia è avvincente (25-21). Bergoli trascina l’attacco, ben servito da Cogliati, molto insidioso con il servizio float e i Tucani si allontanano 1-5. Il regista bresciano può far scaricare le braccia di tutte le sue bocche da fuoco; Tonoli (su Galliani), Orlando (dentro per Candeli) e Tasholli si prendono la scena davanti, mentre Crosatti e Bergoli difendono con determinazione (8-10). Il turno al servizio di Finoli riporta sopra i suoi, ma la disputa è accesa e piacevole: si chiude 25-22 e 3-1 per i padroni di casa, ma la qualità del gioco di Brescia è in costante crescita. C’è tempo per un quinto set che vola via 15-8 e rimanda al prossimo...