Peimar Calci: la temibile esordiente ospite domenica al San Filippo!
Nov30

Peimar Calci: la temibile esordiente ospite domenica al San Filippo!

Sarca Italia Chef Centrale del Latte affronta la settima di campionato dalla vetta della classifica e non intende abbassare la guardia contro la matricola della A2 che sinora ha perso un solo match e conferma tutta la qualità dei suoi giocatori. Il pubblico di casa sarà ancora una volta l’arma in più  Brescia – I Tucani puntano sempre a giocare come sanno, senza badare troppo a chi c’è oltre la rete, ma la Peimar Calci – affacciatasi alla serie rilevando i diritti di Livorno – è una squadra che smuove curiosità e interesse, perché è la debuttante che sta mettendo alle corde ogni avversario, grazie probabilmente all’entusiasmo di chi sa che sta vivendo una grande opportunità senza pressione sugli obiettivi e grazie certamente ad un gruppo che funziona bene insieme e nei singoli reparti di gioco. La matricola toscana si presenta con un curriculum di tutto rispetto: con 10 punti in classifica e una gara da recuperare, ha già battuto Bergamo, Lagonegro, Mondovì e Cantù, vincendo tre dei quattro tie break cui ha trascinato le sue avversarie e cedendo solo a Siena nella prima giornata. Coach Gulinelli ha messo insieme un roster completo in ogni fondamentale; la regia è nelle  mani di Coscione – venti anni di esperienza in Superlega – incrociato ad Argenta, opposto giovane, ma già protagonista a Modena e Ravenna coi suoi 206 cm. Gli attaccanti laterali sono Fedrizzi – ex Spoleto e Siena – e Lecat, il belga di casa in Superlega con Vibo e Verona e autore di 29 punti nell’ultimo match. Barone è il pilastro del reparto centrale – dieci anni nella massima serie per lui – ed è affiancato dal talento di Mosca, ex Club Italia, 205 cm e 19 anni. Il libero è Tosi. Un’esordiente che sta interpretando al meglio la parte, con individualità importanti che hanno al servizio e a muro armi micidiali. “So che sembra che ripetiamo un mantra, ma il campionato di quest’anno ci oppone ogni domenica avversari molto forti – attacca Simone Tiberti –. La Peimar è tra le quattro che per me sono candidate alla promozione, ha giocatori di grande esperienza: il primo a cui penso è il palleggiatore Coscione, che ha tanta Superlega nelle mani e non a caso è il fulcro della squadra. Noi stiamo giocando bene e lo facciamo divertendoci: vincere aiuta a vincere e noi andremo in campo davanti al nostro pubblico per muovere ancora qualche punto. Cerchiamo di metterne in cassaforte il più possibile, sfruttando il nostro buon momento, perché la stagione non darà tregua”. Sugli altri campi: Siena contro Materdomini Castellana Grotte, BCC riceve Ortona, Bergamo cerca punti a Reggio...

E’ in uscita la Guida al Volley 2020!
Nov27

E’ in uscita la Guida al Volley 2020!

Manca pochissimo alla data di uscita della Guida al Volley 2020 a cura di Lorenzo Dallari! Il “must have” di qualsiasi appassionato di pallavolo sarà disponibile dal 15 dicembre, ma è possibile prenotarla e ricevere informazioni qui: lanfrancodallari@dallarivolley.com! Tutti i dettagli dell’offerta li trovate sul sito: http://www.dallarivolley.com/ita/guida-al-volley.asp  ❤️🏐 La Guida al volley è l’almanacco dove è possibile trovare davvero tutte le informazioni e le statistiche sulla pallavolo italiana ed internazionale, sulle Coppe Europee, sul campionato italiano e sul World Tour di beach volley...

In Puglia è vittoria da primato!
Nov24

In Puglia è vittoria da primato!

Sarca Italia Chef Centrale  del Latte sempre superiore in attacco, ma fatica a capitalizzare i break e combatte punto a punto per la conquista dei primi due set. Match riaperto nel terzo dai padroni di casa e, dopo la lunga pausa in avvio del quarto, i Tucani ritrovano la concentrazione giusta per chiudere la partita e raggiungere Ortona in vetta alla classifica  Castellana Grotte (BA) – Quinta sudata vittoria per Brescia che non riesce a imprimere il suo ritmo al match nonostante i break di vantaggio e chiude col minimo scarto i primi due set. Il contrattacco di casa è pressante e i Tucani si fanno raggiungere in più occasioni nel terzo, che Castellana Grotte conquista con caparbietà sfruttando i sette errori al servizio degli ospiti. La lunga interruzione ad inizio quarto set potrebbe complicare le cose, ma Sarca Italia Chef resta con la testa sull’obbiettivo e chiude con tre punti in più che valgono la testa della classifica a pari merito con Ortona. Starting six di casa con Valera e Cazzaniga sulla diagonale principale, Rosso e Fiore in banda, Patriarca e Gargiulo al centro e Battista libero. Il tecnico bresciano schiera in avvio Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Galliani in banda, Festi e Candeli al centro con Zito libero. L’equilibrio si mantiene fino al break segnato dall’ace di Cisolla (7-9) e dai successivi diagonali di Galliani. Brescia è attiva in difesa, perché il muro di casa si fa sentire: Materdomini è in scia, accorcia 16-17 e pareggia a 21, grazie a un tocco del muro bianco blu rilevato dal video check. Cazzaniga tiene i suoi in corsa (23 pari), ma Cisolla si prende il set ball: l’errore della prima linea di casa vale il 23-25. Punto a punto nel secondo parziale: Castellana tiene gli attacchi di Brescia e ricostruisce; servono l’ace di Candeli e il muro di Festi su Patriarca per il primo strappo ospite (11-14). I padroni di casa non si lasciano demoralizzare e restano nel set con Cazzaniga e Fiore, pareggiando a 20, nonostante i tanti errori al servizio (7). Bisi e un doppio Cisolla riescono a guadagnare il 21-24: la pipe di Galliani è un sollievo (22-25). Castellana avanti in avvio, ma i tre errori consecutivi al servizio permettono a Brescia di rimontare e sorpassare con Cisolla, dopo l’ottima difesa del primo tempo di Patriarca (8-9). Nonostante i break piazzati a più riprese dall’attacco bianco blu (9-12 e 13-16), in campo manca il cinismo necessario per staccare gli avversari e chiudere i giochi. Ne approfitta la Materdomini che con caparbietà aggancia a 17. Bisi rimette la testa avanti con una botta e un block...

Tucani pronti per il bis al PalaGrotte!
Nov23

Tucani pronti per il bis al PalaGrotte!

Sarca Italia Chef Centrale vola di nuovo in Puglia per il secondo match al PalaGrotte che domenica alle 17, in anticipo rispetto agli altri campi, la vedrà opposta alla Materdomini di Cazzaniga e Patriarca. Brescia – La sesta giornata riporta i Tucani al PalaGrotte, dove hanno esordito in questa stagione di A2 strappando un punto sul difficile campo della BCC. Stavolta l’avversario è la Materdomini, che domenica non ha potuto giocare contro Peimar Calci (la gara sarà recuperata il 3 dicembre), successiva avversaria di Brescia al San Filippo il primo dicembre. La squadra di Castellano – al terzo anno sulla panchina pugliese – è composta da elementi di grande esperienza e in casa è decisamente temibile: ha sfiorato l’impresa contro la capolista Ortona solo due turni fa, rimontando da 0-2 e cedendo di misura al tiebreak. Oltre al regista Valera, venezuelano giramondo classe 1982, può infatti contare sul braccio di Cazzaniga, 40 anni e una tempra inossidabile, ormai di casa in Puglia e già protagonista della promozione in A1 di BCC nel 2017. I martelli sono Fiore e Rosso, vecchie conoscenze della categoria, mentre al centro ci sono i 205 cm di Patriarca, classe 1987 con parecchie stagioni di Superlega nel braccio, e i 208 cm di Gargiulo. Il libero è Battista. La formazione di casa ha 4 punti in classifica, raccolti con una prima sconfitta subita a Santa Croce, un match vinto al tie break contro Cantù e due sconfitte sempre al quinto set contro Bergamo e Ortona. Un osso duro, insomma: “Affrontiamo una trasferta difficilissima contro una squadra di valore che col favore del suo pubblico diventa particolarmente ostica – conferma il tecnico Zambonardi – .Di fronte domenica avremo elementi che hanno tanta esperienza sulle spalle, oltre a qualche giovanissimo di talento come Gargiulo. Il campo è caldissimo, ma sappiamo cosa aspettarci” La partita sarà visibile in diretta streaming su You Tube all’indirizzo: https://youtu.be/iXADodoHp1g e, per chi volesse unirsi ai sostenitori bianco blu, sarà possibile seguirla anche dal palazzetto Molinari di Caionvico. Fischio di inizio anticipato alle 17 con arbitri Feriozzi e Dell’Orso, mentre l’addetto al video check è Colucci. Sugli altri campi, due big match: quello tra Ortona e Siena e quello tra Bergamo e BCC; Santa Croce riceve Lagonegro, mentre Cantù e Mondovì se la vedranno rispettivamente con Reggio Emilia e Calci. Prossimo appuntamento in casa il primo dicembre contro la Peimar...

Tucani, che numeri a metà andata!
Nov19

Tucani, che numeri a metà andata!

Seconda posizione rinforzata dalla vittoria da tre punti di domenica contro Santa Croce. Ottimi numeri degli schiacciatori bianco blu che si preparano alla trasferta di Castellana Grotte, prima della sfida interna a Peimar Calci e della visita alla capolista Ortona Brescia – A metà del girone di andata, la Sarca Italia Chef tira un primo bilancio più che positivo delle cinque gare giocate sinora, tutte foriere di punti – 13 – che le valgono la seconda posizione in solitaria. C’è una seconda classifica che dà spunti molto confortanti: tra i primi 20 realizzatori della stagione ci sono tre martelli bresciani. Andrea “Gallo” Galliani è il secondo miglior schiacciatore oggi, dietro a Tiurin e a pari merito con Morelli,  e sta lì in alto tra gli opposti, pur essendo una banda, con 112 palle messe a terra, oltre ad essere il più efficace di tutta la A2 a muro, con 14 block perfetti già collezionati. Fabio “Sexy” Bisi – opposto mancino al quarto anno a Brescia – mantiene le sue prestazioni con buoni standard in attacco (0,45 punti per set di media, tra le più alte della statistica di Lega), al servizio (6 ace)  e a muro – decisivo quello su Mazzon che ha portato lo score sul 24-24 del quarto set domenica, nell’incredibile vittoria su Santa Croce. Il “Ciso” – intramontabile combattente di 42 anni – è ancora il risolutore di palle impossibili cui le mani intelligenti del regista Tiberti non temono di affidarsi quando la matassa da sbrogliare si fa complicata. Ha un tabellino personale di 69 punti, con 9 muri e un paio di colpi fuori dal repertorio classico del volley che potrebbero essere ricordati col suo nome, se e quando deciderà di smettere col taraflex. La prestazione dei cecchini di Brescia domenica è stata rifinita dai tre centrali: Dane Mijatovic, entrato quando il quarto set sembrava compromesso, ha infilato un turno al servizio che ha spiazzato la ricezione toscana e, con l’ace del 22-22, ha di fatto aperto la strada a rimonta e vittoria. Roberto Festi ha piazzato  3 muri in avvio che hanno tolto ogni velleità a Krauchuk. Nicola Candeli nel quarto set è passato dall’essere il possibile autore dell’invasione che avrebbe consegnato il match al tie break (fallo non confermato però dal video check), a colui che il match lo ha chiuso, stampando sulla riga l’attacco in primo tempo di Larizza. Per “Cande” domenica 4 muri dei 14 messi a terra in 19 set giocati (terzo miglior centrale in questo fondamentale). Se ad un gruppo di attaccanti così si aggiunge un palleggiatore capace di difese senza tregua e un libero come Zito che riceve...