Largo ai giovani Tucani: in arrivo Ostuzzi e Malvestiti
Lug04

Largo ai giovani Tucani: in arrivo Ostuzzi e Malvestiti

Ostuzzi e Malvestiti, banda e opposto ventenni, arrivano dalla serie B: altri due giovani talenti alla corte di Zambonardi Brescia- La rosa dell’Atlantide Pallavolo Brescia va definendosi con sempre maggiore dettaglio e si arricchisce di due giovani talenti che a Brescia troveranno spazio e stimoli per crescere sotto la guida di coach Zambonardi. Michele Malvestiti, bergamasco, 21 anni appena compiuti, è un opposto cresciuto nel vivaio di Scanzorosciate, fino all’incontro con  Vero Volley Monza che lo arruola nelle sue file e gli fa giocare due annate in B2 e B (2015-2017) prima di farlo tornare in prestito per un campionato di nuovo a Scanzo (2017/2018). La scorsa stagione ha vestito i colori di Vero Volley ed è stato aggregato alla serie A nella fase di preparazione pre-campionato, dove si è allenato per due mesi con Galliani. Studente di Ingegneria per le tecnologie della salute a Dalmine, “Malve” ha capito che il volley era una passione sin da piccolissimo – gioca da quando ha 6 anni – e ha le idee chiare: “Dopo quattro anni di serie B, conosco la categoria e provo a misurarmi con quella superiore per vedere se riesco a sostenere il livello. In Atlantide so che si investe sui giovani e, oltre a quella tecnica, potrò contare sulla guida di due giganti come Tiberti e Cisolla: credo avrò modo di crescere ancora, che è il mio primo obiettivo. Voglio arrivare al massimo delle mie capacità fisiche e a Brescia credo coglierò un’occasione ottima per migliorarmi, oltre a dare una mano alla squadra quando serve”. Ritrova tra i Tucani, oltre al Gallo, anche Ceccato, incrociato sempre a Monza.   Massimo Ostuzzi, quasi ventenne di Bassano del Grappa, sarà invece nel reparto degli schiacciatori di posto 4 con Cisolla, Galliani, Bergoli e Crosatti. Max arriva al volley dopo anni di tennis e comincia con l’under 14: viene subito notato e spedito nella selezione provinciale di Vicenza, dove incontra Giovanni Ceccato, oggi suo grande amico e prossimo compagno di squadra in Atlantide. Nel 2016/2017 gioca la sua ultima annata a Montecchio tra la serie D e la A2 e si sposta a Treviso per due stagioni (2017-2019), trovando spazio sia in Under 20 sia in serie B. E’ iscritto alla facoltà di Matematica a Padova e arriva in bianco blu perché di Brescia gli hanno parlato molto bene sia Leo Scanferla che il suo allenatore di Treviso, che conosce Alberto Cisolla. “Credo che lui sia un gran punto di riferimento per qualsiasi schiacciatore”, conferma Max, per il quale la serie A è una sfida: “Voglio mettermi in difficoltà per vedere come  reagisco. Proverò a stare in campo il più...