Brescia: grande orgoglio, ma si va a Gara 3!
Apr10

Brescia: grande orgoglio, ma si va a Gara 3!

La Centrale Sferc McDonald’s ci mette l’anima, ma la Gas Sales stasera non sbaglia nulla e porta la sfida a Gara 3. E’ stata una partita tirata e a ritmo serrato, senza alcuna recriminazione da fare ai Tucani, che domenica ci riproveranno a Piacenza con fiducia. Bella cornice di pubblico e grande tifo.  Brescia – Una battaglia giocata fino all’ultima palla, una bellissima serata di volley con un pubblico  in festa e una prova corale e splendida, giocata senza alcuna paura. Brescia, rispetto a Gara 1, sbaglia qualcosina in più, mentre Piacenza ritrova sia Sabbi che Iudin e vince un match che si è deciso su pochissimi palloni (7 a 2 la conta degli ace in favore degli ospiti). Domenica alle 18 si gioca Gara 3. Zambonardi parte con Tiberti e Bisi incrociati, Milan e Rodella in banda, Valsecchi e Candeli al centro con Scanferla libero. Botti schiera Paris incrociato a Sabbi, Iudin e Mercorio in banda, Copelli e Tondo al centro, con Fanuli libero. Il ritmo in avvio è altissimo: Piacenza fa sul serio e strappa il primo break con Beltrami al servizio ( 4-7). Milan e un ace di Valsecchi accorciano (6-7); Brescia soffre di più il servizio ospite e rincorre un’ avversaria reattiva sui recuperi e le rigiocate (11-14). Ottimo turno di Bisi dai nove metri e i Tucani arrivano a meno uno, ma Piacenza spinge ancora con Mercorio e Iudin (13-17). Milan e Bisi lanciano la rincorsa, poi il block di Tondo e l’ace di Klobucar (entrato proprio in battuta) segnano il finale (17-22). La Centrale prova a stare nel set con Crosatti al servizio e Mijatovic ad alzare il muro, Bisi arriva al 21-23, ma Iudin si prende il set ball e Sabbi chiude (21-25). Avvio di prepotenza a muro degli ospiti: in un amen Brescia è sotto 2-7, ma Valsecchi restituisce un doppio block che avvicina i suoi  (5-7); botta e risposta tra Milan e Sabbi per il 10-11; Valsecchi si fa vedere in primo tempo (11-13); Rodella passa e Milan stampa Sabbi per il pareggio a 14. Bisi pennella un lungolinea, ma non basta: Piacenza sfrutta Klobucar al servizio e tiene il break (18-21). I Tucani stanno lì con pazienza e sfruttano ogni imprecisione ospite fino al 21 pari con doppio errore di Iudin. Finale da brivido, Mercorio arriva al 24-23 e la palla che dà il secondo set a Piacenza rotola sulla rete in maniera fortunosa. Si riparte con gli ospiti avanti 4-7: Brescia soffre qualcosa in più in ricezione e Piacenza tocca tutto a muro. Signorelli – dentro per Valsecchi – guida il break di quattro punti che porta Brescia...