Brescia immensa: Piacenza espugnata!
Apr07

Brescia immensa: Piacenza espugnata!

La Centrale Sferc McDonald’s, pur priva di Valsecchi e Cisolla – fermato da un problema al polpaccio a inizio match – gioca con tranquillità e autorevolezza, impostando un grande match in difesa che vale la vittoria di Gara 1 e la possibilità di giocare mercoledì davanti al proprio pubblico, consapevole di avere le carte in regole per qualsiasi impresa Piacenza –  Zambonardi parte con Tiberti e Bisi incrociati, Cisolla e Milan in banda, Mijatovic e Candeli al centro con Scanferla libero. Botti deve rinunciare a Fei (bloccato da uno stiramento) e schiera Paris incrociato a Sabbi, Yudin e Mercorio in banda, Copelli e Tondo al centro, con Fanuli libero. Mini break con doppio muro di Bisi per il 5-7 di Brescia, che risponde alle botte di Sabbi senza paura. Rodella subentra a Cisolla che deve lasciare il campo per un piccolo infortunio al polpaccio;  Candeli piazza un ace e Milan rosicchia ancora un punto. Piacenza sembra contratta e si trova a rincorrere (13-15), ma Yudin prima sistema una parallele millimetrica e poi schianta una diagonale di prepotenza che vale il sorpasso 17-16. La Centrale resta nel set con Bisi (21-22) che si prende il set ball e l’ace del 23-25. Gas Sales riparte forte (3-0), ma Brescia – con Signorelli in campo per Mijatovic -risale con pazienza, mette pressione ai biancorossi e agguanta il pareggio con Bisi. Milan stampa Sabbi e i Tucani volano 8-11. Bisi ribadisce il concetto con il block del  10-14 e la squadra di casa prova a dare la scossa con Ingrosso, che trova subito uno stop a muro, ancora per mano dell’opposto modenese. Rodella a segno su alzata di Milan (11-16); i Tucani toccano tutto e difendono con le unghie, mandando in palla l’avversario (14-21). Il finale è un Bisi-show (8 punti di cui 3 block) che a muro non perdona (16-24). Milan chiude il secondo parziale (17-25) e fa ammutolire il PalaBanca. Botti cambia tutto: sposta Tondo all’opposto e tiene Sabbi in panchina, inserendo Canella al centro. La Gas Sales spinge, ma Candeli con un servizio-punto dà il segnale forte e chiaro che Brescia vuole giocarsela fino alla fine. Rodella e Signorelli si tengono in scia (6-5) e i tucani firmano un break pesante, chiuso dall’ace di Milan (8-10). Signorelli scarica la sua rabbia per il 10-12, ma Beltrami agguanta l’ace sulla riga che vale il 15 pari. Palla su palla fino all’allungo di casa (22-18), favorito da un paio di errori dei bianco-blu. Tondo conquista il set ball dopo uno scambio rocambolesco e si prende ace e set (25-19). Brescia prova a scappare (3-5), ma i padroni di casa han ritrovato la...