Santa Croce: trasferta da un punto per i Tucani
Mar03

Santa Croce: trasferta da un punto per i Tucani

Brescia torna dalla trasferta toscana con un punto e guarda al prossimo obbiettivo da inquadrare: Macerata, in casa al San Filippo, domenica 10 alle 19. Martedì 5 marzo grande festa di Carnevale al Palazzetto Molinari di Caionvico dalle 16 alle 18.30 Santa Croce sull’Arno (PI) – In un PalaParenti caldissimo, Brescia parte bene, recuperando lo svantaggio e chiudendo con fermezza il primo set. L’ingresso di Bargi e Colli, con la crescita di Wagner, permettono ai Lupi di pareggiare i conti e di caricarsi, giocando con garande fame e con uno strepitoso Wagner da 35 punti. Qualche ingenuità nel tie break presenta il conto e Santa Croce festeggia. Starting six per i padroni di casa: Acquarone in regia incrociato a Wagner, Snippe e Grassano in banda, Miselli e Mario Ferraro al centro, Daniele Ferraro libero. Zambonardi schiera Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan, Valsecchi e Mijatovic con Scanferla libero. Avvio contratto su entrambi i fronti: Tiberti aggiusta le ricezioni non perfette dei suoi e prova a rimettere l’attacco sui giusti binari, ma su un buon turno di Wagner dai nove metri, il muro di Snippe stoppa Milan per il 10-6 e scatta il primo time out. Mijatovic fa soffrire la ricezione di casa, Cisolla prima blocca Ferrario e poi spinge a terra un pallone vagante per l’aggancio a 11. Splendida l’azione del break dei Tucani, con due botte di Bisi difese alla morte dai Lupi e le mani del muro bresciano che sanciscono il 15-17. Bisi piazza l’ace del 18-22, Snippe lascia il posto a Colli, Scanferla recupera con sicurezza e Miselli out consegna il set alla Centrale Sferc McDonald’s (19-25). Wagner trascina i suoi 8-5 e Grassano firma l’ace del 10-6; la difesa bianco blu subisce e il primo tempo di Bargi – dentro per Miselli – costringe Zambonardi allo stop sul 14-8. Il muro di casa si fa insuperabile e il gap costante (19-13): i Tucani ci provano, ma il block di Wagner su Milan è un verdetto (23-18) che prelude al pareggio dei set, ancora per mano dell’opposto di casa (25-20). Santa Croce difende con più fame, ma Scanferla risponde con orgoglio: Cisolla agguanta il pareggio con sorpasso a firma di Valsecchi (block del 5-6). Brescia tiene il break, non senza fatica: servono i nervi saldi di Cisolla e la capacità di capitan Tiberti di non far scoraggiare i suoi per stare avanti nel set (13-16), ma i Lupi riescono ad agganciare con un Wagner implacabile e grazie ad un errore di Milan in lungolinea (16 pari). Il muro di casa dà un dispiacere a Bisi e Colli mette il servizio sulla riga di fondo (19-17). Attacco...