Brescia: contro Roma, testa e aggressività
Feb01

Brescia: contro Roma, testa e aggressività

Indispensabile tornare a giocare con convinzione e cattiveria per proseguire la marcia di avvicinamento agli scontri diretti per i primi quattro posti. Vietato sprecare altre occasioni: quelli con Roma e Alessano, dove i Tucani voleranno dopo la pausa del 10 febbraio, sono punti essenziali nella corsa ai play off, ma non saranno facili da conquistare  Brescia – La Centrale Sferc McDonald’s vuole affrontare la seconda parte del girone di ritorno al meglio, e per farlo deve recuperare un po’ di quella sicurezza che è stata minata dalle ultime prove sul campo. “Dopo la  bella prestazione con Reggio Emilia, di cui ha beneficiato anche il Quarto di Coppa Italia contro Grottazzolina, le gare ravvicinate delle ultime due settimane hanno influito sul calo fisico e mentale dei miei atleti – ammette coach Zambonardi – Dopo questa fase negativa, che è anche fisiologica, al termine di un lungo periodo spinto al massimo, bisogna ripartire e tornare a ingranare. Vogliamo mantenere un distacco dalla quinta che ci dia tranquillità. Al momento è Livorno a 8 lunghezze, ma c’è un gruppetto di metà classifica che sta crescendo e macina punti”. Roma non è in quel gruppetto, ma nelle ultime quattro giornate ha battuto Macerata, Lagonegro e Livorno, tanto per chiarire come i ragazzi di Budani stiano affrontando il girone di ritorno, e ha perso solo contro Spoleto. I laziali arriveranno al San Filippo spensierati e grintosi: “E’ una situazione molto diversa rispetto all’andata: Lasko e Paolucci sono giocatori di altissimo livello che non erano in campo al PalaHoney; Rossi sta giocando molto bene e Roma ha un ottimo servizio. Non sarà una gara facile – avverte il tecnico – Proveremo a mettere in difficoltà la loro ricezione e il nostro muro dovrà essere il più composto possibile”. In questa delicatissima fase della stagione serve più che mai che l’approccio mentale sopperisca a qualche acciacco fisico ed è proprio sull’entrare in campo con il giusto atteggiamento che si è concentrato il lavoro della settimana al San Filippo. Giocare aggressivi, tenere la concentrazione dal primo all’ultimo punto e fare risultato: con questo mix,  la fiducia si ritrova più facilmente, non importa chi c’è dall’altra parte della rete. La diagonale principale degli ospiti sarà formata da Lasko – completamente recuperato e in gran forma – affiancato al regista di grande esperienza Paolucci (ex Calzedonia Verona), arrivato a metà novembre, proprio dopo la gara di andata contro Brescia. Rossi e Zappoli sono i martelli laterali, Rau e Antonucci coprono il reparto centrale e Titta e Rizzi si alternano nel ruolo del libero. Tutti a disposizione gli atleti bianco blu. Nota positiva: Gianluca Signorelli, dopo l’infortunio del 26 dicembre,...