Derby spettacolo: Brescia cede a Bergamo a testa alta!
Apr08

Derby spettacolo: Brescia cede a Bergamo a testa alta!

La squadra di Zambonardi si congeda dal campionato davanti al suo pubblico con una prova entusiasmante contro una Caloni Agnelli super al centro e al servizio. Decide il tie break e passa Bergamo, ma la stagione è comunque da incorniciare per Brescia! Brescia– Bergamo arriva con la carica di chi è a un passo dal colpaccio, ma Brescia è un’altra squadra, come promesso, rispetto a gara 1: il risultato è un match esplosivo, come si confà ad un derby da Play off. Set tesissimi, tranne il quarto in cui il servizio di Bergamo ha fatto la differenza (5 ace), e tie break deciso da un paio di palle fortunate che garantiscono alla Caloni Agnelli la semifinale dei play off. Brescia si ferma qui, con la soddisfazione di aver dato spettacolo al suo pubblico e di avere giocato un’ottima stagione.   Zambonardi parte con Tiberti e Bellei sulla diagonale principale, Mazzon e Cisolla laterali, Codarin e Esposito al centro, Fusco libero. Graziosi conferma Jovanovic e Hoogendoorn, Valsecchi al centro con Cargioli, Pierotti e Dolfo in posto 4, Innocenti nel ruolo di libero. La carica agonistica infiamma il Sanfilippo, popolato da tantissimi tifosi, anche bergamaschi: Esposito in prima linea si fa sentire e Fusco in difesa è granitico (7 pari); Bellei fa il primo break (9-7) e trascina i suoi sul cambio palla, ma Bergamo aggancia (12 pari); Mazzon centra l’ace del 14-12 e Codarin il muro del 18-16. Longo in battuta è efficace e riporta i suoi in parità a 19. Hoogendoorn sbaglia dai nove metri, come Dolfo, e Brescia si prende il set ball con Bellei, micidiale da posto 2 (8 punti e 67%). E’ l’errore di Hoogendoorn a chiudere il primo parziale (25-22). Si riparte con la Caloni che piazza due muri vincenti e scappa (1-4), mentre la Centrale non trova le contromisure e scivola 6-11, accumulando un po’di tensione in campo. Nonostante un super recupero di Fusco, è Dolfo a chiudere il 8-14, mentre Hoogendoorn piazza la palla del 8-16. Zambonardi fa rifiatare Mazzon e butta dentro Margutti, che mette a terra due palloni quando il gap è troppo ampio (11-19). Passo passo Brescia si rifà sotto ancora con Margutti (tre palle attaccate per il 18-23) e con due muroni di Codarin e  Esposito che costringono Graziosi al secondo time out (20-24). Chiude Dolfo 20-25. Il servizio è determinante in avvio: Brescia insegue 5-8 dopo l’ace di Hoogendoorn, ma agguanta il pareggio con determinazione a 9, con Codarin che stampa Pierotti per il sorpasso e con Cisolla che sigla il +2. Bergamo accusa il parziale subito, ma con un ace letto dal video check è sempre lì...

Campioni in corsia con ABIO e Pediatria
Apr06

Campioni in corsia con ABIO e Pediatria

Giovedì mattina  Tiberti e compagni sono stati i primi ospiti del progetto di ABIO #campioniincorsia e hanno fatto visita ai pazienti del reparto di Pediatria del dottor  Giuseppe Riva della Poliambulanza di Brescia. Grazie alle volontarie di ABIO Brescia – Onlus, splendide ospiti del reparto del dottor Riva e promotrici dell’iniziativa che porterà tante realtà sportive in reparto per spezzare la routine delle giornate di ricovero dei piccoli...

Ciso, Orgoglio Bresciano  per la Centrale del Latte
Apr06

Ciso, Orgoglio Bresciano per la Centrale del Latte

  Alberto Cisolla testimonial della campagna #orgogliobresciano di Centrale del Latte di Brescia S.p.A.!  Giovedì era ospite alla conferenza stampa di presentazione  al Polivalente di Collebeato con il sindaco Emilio Del Bono e il presidente della Centrale Franco Dusina. Insieme a Ciso, gli altri testimonial sono Paola Bergamaschi (vela), Vanessa Ferrari (ginnastica artistica), Marcus Landry (basket), Enrico Ghidoni (alpinismo) e Natalia Girotto (pallamano)...

Play Off Promozione – Gara 1: Bergamo resta off limits!
Apr05

Play Off Promozione – Gara 1: Bergamo resta off limits!

Al Palasport di Bergamo la Caloni Agnelli conquista Gara 1 dominando un match a senso unico contro una CentraleMcDonald’s mai scesa davvero in campo. Trasferta da archiviare immediatamente e testa già alla rivincita, per i tucani: Gara 2 si gioca domenica 8 aprile a Brescia. Foto Ufficio Stampa Bergamo BRESCIA – La Centrale Mc Donald’s Brescia ritorna dalla insidiosa trasferta di Bergamo in gara 1 con una netta sconfitta. Zambonardi schiera Tiberti  al palleggio incrociato a Bellei, Cisolla e Mazzon in banda, Esposito e Codarin centrali, Fusco libero.  Coach Graziosi risponde con Jovanovic in regia, sulla diagonale Hoogendoorn, Dolfo e Pierotti in banda, Cargioli e Valsecchi al centro , con Innocenti libero. La Centrale fa capire di avere serie intenzioni e  dopo il primo punto vincente dei padroni di casa Mazzon mura l’attacco di Hoogendorn;  il punto tuttavia è un fuoco di paglia e, anzi, risveglia l’orgoglio bergamasco che risponde sospinto dal proprio pubblico con un attacco vincente e tre muri consecutivi (Pierotti  Cargioli ed Hoogendorn), portandosi sul 6-1. I tucani partono male in ricezione e si fanno sorprendere in difesa, Valsecchi ne approfitta e mette la palla del 9-3. Anche a muro Codarin e compagni appaiono più timorosi del solito favorendo l’attacco della Caloni, che con un ritrovato Dolfo ed un implacabile Valsecchi avanzano sul più  8 (12-4). Coach Zambonardi chiama il secondo time out per cercare di scuotere i suoi. Bergamo non fa complimenti, mentre Brescia non è ancora in partita: si arriva quindi sul parziale di 17-7, con qualche regalo in battuta da ambo le parti. Il set è segnato e non lascia scampo alla squadra di Zambonardi, anche se sul finale una timida reazione d’orgoglio farebbe ben sperare per il prosieguo del match. La prima frazione, senza storia, la chiude  Bergamo 25-15 con un attacco vincente di Pierotti. Secondo set in cui Brescia inizia a rispondere all’offensiva bergamasca: Bellei porta per la prima volta in vantaggio i tucani sul 5-4, mentre il turno in battuta di Codarin permette di conquistare anche il sesto punto; l’illusione dura poco e i padroni di casa, dopo il timeout chiamato da coach Graziosi, ribaltano la situazione allungando sull’8-6 grazie ad un attacco vincente di Dolfo. I biancoblu ospiti chiamano all’appello i centrali, ma Esposito manda fuori, mentre sui successivi due servizi, Hoogendoorn mette a segno 2 ace. Valsecchi mura Bellei e l’Olimpia scappa sul piu’ 6 (12-6), facendo così tornare gli incubi del primo set all’Atlantide. Anche la seconda frazione è nettamente a favore della squadra di casa che si impone con un eloquente 25-10. Si ricomincia punto a punto: la prima mini fuga  è di Bergamo con l’ace...

Di corsa per Casa Ronald
Mar30

Di corsa per Casa Ronald

Corriamo per Casa Ronald! Giovedì 29 Marzo i nostri ragazzi sono stati ospiti di “Corri x Brescia” per sostenere Casa Ronald!  In centro abbiamo incontrato tanti amici tra i quali Giovanni Ieraci patron McDonald’s, Fabrizio Benzoni consigliere del Comune di Brescia e il Dr. Raffaele Spiazzi, Direttore Sanitario dell’Ospedale dei Bambini. Questo giovedì, protagonista della corsa e destinataria della raccolta è la Fondazione Ronald con la Casa Ronald McDonald di Brescia che compie dieci anni. Ospitando un centinaio di persone ogni anno, finora le sue camere ne hanno accolte quasi 1.400: il 70% dei piccoli pazienti proviene dal reparto Trapianti e il 29% da Oncoematologia, e restano in Casa Ronald in media 68 giorni. Le famiglie vengono da tutt’Italia e dall’estero: il 53% di loro viene dalla Lombardia, il 26% dal resto d’Italia, e il restante 20% da altri Paesi. La superficie interna della Casa è di 745 mq, con 500mq di area verde. Offre 7 appartamenti dotati di soggiorno-cucina con divano letto, Tv e camera con due letti....

Che centrali, la Centrale!
Mar29

Che centrali, la Centrale!

Alla vigilia dei Play Off Promozione, l’analisi della stagione in numeri dice che Codarin e Esposito, con 525 punti totali messi a terra, sono la coppia di centrali più efficace delle serie A2 UnipolSai. E sono pronti a stupire ancora per regalare altre soddisfazioni al pubblico bresciano nella prossima serie di sfide con Bergamo che vale la semifinale. Brescia – Lorenzo Codarin e Davide Esposito vestono insieme da un solo anno la maglia della Centrale McDonald’s, ma già condividono la stessa sorprendente crescita individuale, la stessa visione rispetto alle spinte che l’hanno resa possibile e la stessa motivazione verso la fase finale del campionato che li impegnerà contro Bergamo nei quarti dei Play off Promozione serie A2 UnipolSai,  a calendario il 4 , 8 e 11 aprile. Venendo ai numeri, che per entrambi i centrali restano un semplice dato statistico, Codarin ha realizzato 272 punti, di cui 85 muri e 31 ace sinora, con il 54,9% di perfezione in attacco, mentre Esposito ha messo a terra 253 punti, di cui 50 muri e 13 ace, con  il 59,4% di attacchi perfetti. Saranno anche solo statistiche, ma sono numeri che pongono il reparto centrale di Brescia in cima alla lista di quelli da temere. Eppure, pur soddisfatti, il merito faticano a prenderselo, i due tucani. “Sono molto soddisfatto per il risultato della squadra – sottolinea subito Codarin, al suo primo anno in biancoblu – perché la stagione è andata in crescendo e così pure il mio andamento, ma i miei risultati arrivano, oltre che con il lavoro costante, soprattutto grazie all’aiuto di un grande regista e grazie al sostegno di tutto il gruppo. Avere un compagno come Cisolla mi ha facilitato molto: ne sa davvero una più del diavolo anche sul mio ruolo e lo ringrazio per le preziose indicazioni su posizione e scelte a muro”. Esposito, alla seconda stagione a Brescia: “Sono contento soprattutto per come abbiamo affrontato quest’annata: abbiamo fatto tutti molto, crescendo come feeling e gioco, crescendo come carattere. Ce l’abbiamo messa tutta di squadra. Le mie prestazioni sono andate crescendo e di questo ringrazio soprattutto Tiberti, che rende il lavoro in attacco più facile, e Cisolla, che ti obbliga a tenere sempre alta l’attenzione a muro e che non risparmia utili consigli”. Dopo gli obiettivi già raggiunti – prima la salvezza, poi la Pool A e ora i quarti dei Play Off-  ora il derby con Bergamo, mai battuta in stagione, per sognare la semifinale. Codarin: “Conosciamo il potenziale della Caloni Agnelli e puntiamo a giocare al massimo, perché anche solo un filo meno non sarà sufficiente, soprattutto in casa loro dove entreremo in campo con...