Trasferta, atto terzo: Brescia affronta Mondovì
Gen17

Trasferta, atto terzo: Brescia affronta Mondovì

Sarca Italia Chef Centrale del Latte chiude la settimana con un’altra trasferta, che, dopo la bella vittoria in Coppa di mercoledì, la porta a giocare l’anticipo della terza di ritorno sabato sera a Mondovì, contro un sestetto rinnovato e in un ottimo momento di forma.  Brescia – Dopo la prestazione che mercoledì sera ha regalato a Brescia la semifinale di Coppa Italia ai danni di Ortona, i Tucani chiudono la settimana da globetrotter con la visita a Mondovì. Si gioca ancora in anticipo, come all’andata, con la Synergy e la Sarca Italia Chef Centrale in campo sabato alle 20.30 per la terza di ritorno. La squadra di casa, però, non è più quella della prima parte della stagione e lo sta dimostrando con le vittorie ottenute ai danni di Bergamo, Cantù, Ortona e Santa Croce nelle ultime quattro giornate, che le valgono i 13 punti raccolti sinora e la scalata che ora la vede in decima posizione. Nuovo allenatore, con Barbiero che subentra a Fenoglio a fine novembre, e roster molto rinnovato con l’arrivo dell’opposto Dulchev, di Arasomwan al centro (da Cantù) assieme all’ex Tucano Esposito  (scambiato con Presta dalla BCC) e con l’inserimento di Piazza in regia, a seguito degli addii di Pistolesi, Biglino, Kadankov e Ristani. Lo starting six potrebbe comunque prevedere Piazza incrociato a capitan Borgogno, che, “costretto” in posto due per coprire il vuoto lasciato da Kadankov, lì ha trovato un’ottima dimensione e ha contribuito significativamente alla vittoria contro Santa Croce. Attaccanti di banda sono Terpin e Loglisci, mentre al centro ci sono Esposito e Arasomwan che viaggiano ciascuno in doppia cifra nelle ultime partite. Il libero è Pochini, che tra i pari ruolo è uno di quelli che commettono meno errori in ricezione. Lo starting six bianco blu è sempre costruito sull’asse Tiberti – Bisi, con Cisolla e Galliani martelli laterali, Festi e Mijatovic al centro, e Zito libero. Anche i Tucani, però, non sono gli stessi dell’andata: con un roster obbligato e senza grandi possibilità di far rifiatare i titolari, affrontano un momento non facilissimo, in cui quanto seminato non sembra tornare in termini di buon raccolto. Almeno fino al match di Ortona, dove, nella condizione di sfavorita, la squadra si è riscoperta in grado di chiudere con autorevolezza i conti con la seconda forza del campionato, scacciando – speriamo per sempre – la “maledizione del terzo set”. E questo fa sicuramente morale: capitan Tiberti, che ha condotto magistralmente i suoi nella gara di Coppa Italia facendo una gran partita anche in difesa, ha confermato: “Non ci siamo mai abbattuti, neanche dopo le sconfitte, e il passaggio in semifinale ai danni di Sieco...

Sorpresa Brescia: batte Ortona e porta  la semifinale di Coppa al San Filippo!
Gen15

Sorpresa Brescia: batte Ortona e porta  la semifinale di Coppa al San Filippo!

Sarca Italia Chef Centrale, con una prova impeccabile, recupera lo svantaggio in avvio e tiene in mano il match, conquistando la semifinale di Coppa Italia che si giocherà il 29 gennaio al San Filippo contro Videx Grottazzolina. Bisi MVP con 18 punti; Galliani segue a 14 e Cisolla a 12. Ortona (CH) – Ortona parte bene, ma Galliani e Bisi si incaricano di ricucire con pazienza e di guidare la squadra verso una vittoria costruita con grande continuità di gioco e con pochissimi errori. I Tucani sono più concreti in difesa e il muro è micidiale: Tiberti può orchestrare i suoi con sicurezza. Arriva una vittoria piena, forse addirittura insperata, ma di ottimo auspicio per il prosieguo del campionato. Grottazzolina di A3 batte Calci a sorpresa e dunque sarà lei a sfidare i Tucani al San Filippo il 29 gennaio nella semifinale di Coppa. Coach Lanci ritrova Marks incrociato a Pedron, Ottaviani e Bertoli laterali, Menicali e Sesto al centro. Il libero è Toscani. Lo starting six bianco blu prevede Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Galliani in banda, Festi e Mijatovic al centro con Zito libero. L’ace di Ottaviani segna l’allungo di casa: Brescia non riesce a chiudere il cambio palla, mentre Marks e Bertoli possono contare su buone difese e sui muri di Sesto e volano 8-3. Galliani avvicina (10 -7) e con Bisi si erge a protagonista del recupero (14-13), ma è il centrale sloveno che impatta a 15, con il secondo block su Ottaviani. Cisolla mette giù il suo primo pallone che vale il 16-18 e il secondo, che stacca 17-21. Ortona ci mette un paio di errori e i Tucani chiudono con Bisi 20-25. Marks subisce il block del 3-6 da Cisolla e lascia il posto a Carelli. Avvio con il muro dei Tucani che funziona ottimamente e permette loro di scappare 6-10 e di incrementare con l’attacco (8-13). Break per i padroni di casa che, con un pizzico di fortuna, agganciano a 18; poi è ancora Gallo che beffa il muro a tre e sigla il 19-21. Festi si guadagna il primo set ball (22-24) ma il block su Bisi prima, e l’attacco di Bertoli su rigiocata poi, riportano la parità. Chiude Galliani, al termine di un’azione bella, gestita con nervi saldi su palle difese e ben rigiocate. (24-26) Zito attento in difesa dà la possibilità a Ciso di mettere a terra il 1-5. Simoni entra per Menicali al centro. Ortona si avvicina 4-6 con Sesto tra i protagonisti, poi di nuovo Bisi e Gallo trascinano 6-11. Tibe può servire i centrali grazie alle buone ricezioni e vanno giù sia Mijatovic che Festi...

Del Monte Coppa Italia: Tucani in volo verso Ortona
Gen14

Del Monte Coppa Italia: Tucani in volo verso Ortona

Sarca Italia Chef Centrale del Latte affronta Ortona nella gara secca del Quarto di finale di Del Monte Coppa Italia A2-A3. Obiettivo: giocare con tranquillità, senza alcuna pressione  Brescia – I Tucani volano in Abruzzo e saranno in campo al Palazzetto comunale di Ortona mercoledì alle 20.30 per giocarsi l’accesso alla semifinale di Coppa Italia, a calendario il 29 gennaio contro la vincente tra Calci e Grottazzolina. Gli altri Quarti prevedono i match in contemporanea tra Siena e Porto Viro e tra BCC Castellana Grotte e Bergamo. Gli Impavidi della Sieco Service restano nella parte altissima della classifica di Regular Season, ma la Coppa è una gara secca e nulla è scritto, nonostante il precedente di quest’anno abbia segnato per i Tucani la prima battuta d’arresto davvero sofferta del campionato, a causa di una prestazione meno efficace del dovuto in battuta e con una ricezione messa a dura prova dal servizio abruzzese. I padroni di casa sono certamente favoriti, ma quella pressione potrebbe essere un vantaggio più per Brescia, che deve solo continuare a macinare gioco e credere nei propri mezzi, superando l’impasse che negli ultimi match le ha permesso di raccogliere meno di quanto seminato. Occorre affrontare una partita alla volta e portare in campo serenità e lucidità: la trasferta è lontana e logisticamente impegnativa, ma è pur sempre una grande occasione, un impegno da onorare al meglio, facendo ancora più gruppo, nonostante  il periodo non proprio fortunato per la squadra di Zambonardi. “Andiamo a giocarci il match ancora acciaccati, ma con grande tranquillità. Di fronte credo troveremo una squadra diversa rispetto a quella vista in campionato: dovrebbero essere infatti recuperati e disponibili anche i due infortunati”, conferma il tecnico bresciano. Coach Lanci potrebbe essere dunque in grado di schierare Marks incrociato al regista Pedron, mentre al centro con Menicali ci dovrebbe essere Simoni, che ha già rimesso piede in campo nell’ultimo set del match vinto 3-1 domenica contro Reggio Emilia. Lo starting six di casa si completa con Ottaviani e Bertoli laterali e con Toscani  come libero. Carelli all’opposto e Sesto al centro sono le altre pedine che Lanci potrebbe schierare per non compromettere il recupero pieno dei suoi. Lo starting six bianco blu è obbligato e prevede Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Galliani in banda, Festi e Mijatovic al centro con Zito libero, illustre ex della squadra di casa assieme ai due attaccanti laterali. Arbitri: Di Bari e Turtù; addetto al video check Fabri. Fischio di inizio alle 20.30. Diretta streaming su you tube all’indirizzo: https://youtu.be/_1BG9dOtCA8  oppure collegandosi al nostro sito www.atlantidepallavolobrescia.it , selezionando dal menù DIRETTA TV e BIGLIETTI OnLine , la voce GARA in...

Siena non fa sconti e pareggia il conto dell’andata
Gen12

Siena non fa sconti e pareggia il conto dell’andata

Sarca Italia Chef Centrale parte forte, poi subisce il contraccolpo del secondo set in cui spende molto senza concretizzarlo; lotta nel quarto, ma Siena è più concreta e si riprende il 3-1 subito nel match di andata. Ora la Coppa, mercoledì sera a Ortona Siena – Grande pressione in avvio da parte del muro e dell’attacco bresciano; match che procede con rincorse e agganci, con Siena che nel secondo set scappa, ma Brescia non arretra e cede ai vantaggi, consumando molta energia e ripartendo scarica nel terzo set, da dimenticare. Si ricompatta nel quarto e sfiora il tie break, negatole da un’avversaria più determinata e più efficace in attacco. Graziosi schiera Falaschi e Romanò sulla diagonale principale; Milan e Mariano sono i terminali d’attacco laterali, mentre al centro ci sono Zamagni e Gitto; Marra è il libero. Zambonardi parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Galliani laterali, Festi e Mijatovic al centro con Zito libero. Muro protagonista con Mijatovic che blocca due volte l’attacco di casa (1-4); accorcia Gitto, ma il doppio errore di Romanò permette a Brescia di scappare 4-10, grazie all’ottimo turno al servizio del centrale sloveno. L’ace di Mariano e la botta di Romanò tengono lì i toscani (11-13). Brescia scivola su un paio di palle in ricezione e Siena aggancia a 16; Tiberti stampa Milan e strappa ancora (16-19); Mijatovic è granitico su Romanò per il 18-22; due errori di casa aiutano la conquista del primo set (20-25) Brescia macina ancora col muro di Festi e con Cisolla che mette l’ace del 6-9. I Tucani subiscono in ricezione: Romanò infila tre missili che valgono il sorpasso 14-13. Il muro di Milan si aggiusta e ferma Bisi, poi la banda toscana assesta il primo break importante, concluso dall’ace di Mariano (19-15). Brescia trova il cambio palla sul 20-16 e si rifà sotto con buon turno di Cisolla dai nove metri e con Gallo potente per il 21-20. I nervi restano saldi, ma a Galliani non riesce la palla break che sarebbe valsa il 23-24 e ai vantaggi la chiude Siena 27-25. Mariano per il 3-0, Galliani spara out il 5-1; Romanò trova il block di Ciso 3-6, ma Siena spinge e Brescia si smarrisce, cedendo in tutti i fondamentali, a partire dalla ricezione. Milan si carica e con tre ace consecutivi vola 17-7, seguiti da altri due di Romanò che agevolano il 25-11 finale. Brescia riparte con grinta 0-2 ma il muro di Siena c’è: l’equilibrio lo rompe il break di Galliani 11-13, ma un’indecisione in attacco dei Tucani permette il nuovo aggancio. Le squadre difendono e, quando Brescia sembra cedere qualcosa in grinta, Ciso trova...

Tre trasferte in sette giorni per i Tucani! Prima fermata: Siena
Gen10

Tre trasferte in sette giorni per i Tucani! Prima fermata: Siena

  Sarca Italia Chef Centrale ospite della corazzata Siena dell’ex Milan per la prima di tre trasferte in una settimana. Fabio Bisi: “Loro sono una gran bella squadra, ma noi andiamo a giocarcela sereni”. Brescia – L’avvio del girone di ritorno per Brescia è decisamente impegnativo, con tre trasferte che porteranno i ragazzi di Zambonardi in campo prima al PalaEstra contro la capolista Siena, domenica alle 18, mentre mercoledì 15 affronteranno Ortona nella gara secca del Quarto di finale di Coppa Italia (ore 20.30) e poi, sabato 18, giocheranno l’anticipo della terza di ritorno a Mondovì, ancora alle 20.30. Il ritmo è alto, ma il morale pure: “Siena è una bella squadra che è cresciuta parecchio rispetto al match di andata, ma noi la affrontiamo sereni – assicura l’opposto Fabio Bisi, dall’alto del suo 58% di positività in attacco nell’ultimo match contro BCC -. Il campionato è ancora lungo: al termine dell’andata abbiamo centrato la qualifica alla Coppa Italia e stiamo giocando bene contro squadre di grande qualità. Poi si vince e si perde, ma, visto il livello di quest’anno, direi che siamo a buon punto per il prossimo obiettivo, che è la salvezza con aggancio ai Play Off”. Al momento Brescia si  trova a metà classifica con un distacco di otto punti dalla nona posizione e di  sole quattro lunghezze dalla seconda piazza di Calci. “E’ un divario, quello dalle prime posizioni, che si può ancora ricucire – conferma coach Zambonardi -. Siamo consapevoli del nostro valore e questo ci permette di scendere in campo con tranquillità contro qualsiasi squadra di questo campionato che, come dimostra la classifica, è alla nostra portata. E’ innegabile che Siena stia facendo una bella cavalcata, ma, più che gli avversari, di cui consociamo bene le qualità, temo gli acciacchi dei miei e spero ci diano tregua: un pizzico di fortuna in più non guasterebbe, in questo momento”. I Tucani cercheranno punti anche contro la Emma Villas Siena, al momento la più forte compagine del campionato, sola in vetta a 29 punti, con 10 vittorie e 2 sole sconfitte, una delle quali rimediata proprio a Brescia ad inizio stagione, mentre l’altra è arrivata al tie break per mano di Ortona. Dopo la prova di forza che domenica scorsa li ha visti prevalere su Calci con un netto 3-0, gli uomini di Graziosi possono dirsi al top della condizione: Falaschi e il forte opposto Romanò formano la diagonale principale; l’ex Sebastiano Milan e Mariano sono i terminali d’attacco laterali, mentre al centro ci sono Zamagni e Gitto; Marra è il libero. Tra i record di giornata ci sono quello di  Cisolla, a 20 punti...

Brescia lotta, ma il tie break è ancora fatale
Gen05

Brescia lotta, ma il tie break è ancora fatale

Sarca Italia Chef Centrale domina per due set, ma non riesce a completare la cavalcata, nonostante il bel recupero nel terzo parziale e, con i pugliesi che crescono, cede al tie break. Cadono anche Ortona, Santa Croce e Calci, con Siena, prossima avversaria, che stacca in vetta Brescia – Brescia fa una grande partita di squadra per due set: precisa a muro e sicura al servizio, lavora meglio anche in difesa e si porta avanti approfittando di una BCC non a regime. Dal terzo set i pugliesi crescono in attacco e al servizio e i Tucani non sfruttano la bella rimonta e il sorpasso: manca la zampata finale e si decide di nuovo al tie break, con le braccia meno solide. Un punto comunque importante, in un momento in cui si deve soprattutto stringere i denti. Zambonardi parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Galliani laterali, Festi e Mijatovic al centro con Zito libero. Mastrangelo risponde con Fabroni incrociato a Morelli, Vedovotto e Moreira in banda, De Togni e Presta al centro; De Santis libero. Il ritmo non è serrato in avvio, le squadre si studiano e, grazie al buon turno al servizio di Mijatovic, i Tucani infilano il primo break con il lungolinea di Bisi (5-3); Festi ferma Moreira (11-8), ma è Gallo il protagonista del parziale (8 punti e un ace). BCC riduce la distanza con Morelli che infila il muro di casa per il 21-19, ma Mijatovic è bravo a chiudere la porta a Moreira e a Morelli e con un doppio block conquista il set (25-20). Tucani efficaci al servizio, con la regia di Tiberti che smarca Bisi e Cisolla per il 13-6. L’opposto bianco blu mette a frutto l’ottima difesa di Tiberti e trapassa il muro ospite (15-8), poi Galliani piazza praticamente tre ace consecutivi e scava il solco (18-8). Malvestiti dentro al servizio va a segno due volte (22-9). Cisolla chiude i giochi con una palla delle sue e Brescia vola 2-0 (25-11). Morelli prova a dare la sveglia ai suoi e BCC passa in vantaggio, aggiustando l’attacco e con un turno al servizio del capitano che vale il 6-12. Brescia non arretra: con Cisolla e Bisi in gran serata si riavvicina 11-13 e la partita si incendia. Cisolla indiavolato non sbaglia una palla e riceve a una mano in tuffo, Gallo usa la testa e appoggia la palla del pareggio a 15 sul buon turno dai nove metri di Festi. Il block di Galliani su Morelli segna il sorpasso bianco blu (18-19) e sembra l’occasione da non sciupare, ma gli ospiti non mollano e c’è il controsorpasso dei grottesi che staccano 20-23...