Livorno, penultima fatica dell’andata per mantenere l’imbattibilità
Dic21

Livorno, penultima fatica dell’andata per mantenere l’imbattibilità

Valsecchi e Milan Dopo il turno di riposo, domenica i giocatori di Zambonardi ricevono la visita di Livorno e giocheranno al San Filippo per restare incollati alla vetta, ora occupata da Mondovì, altra formazione imbattuta del girone bianco, nonché prossima (e ultima) sfida della fase di andata per i Tucani. Brescia – Rush finale impegnativo per gli atleti bianco blu che affrontano il match contro Livorno da secondi in classifica, superati di un punto, dopo la pausa di campionato, da quel Mondovì che sarà l’avversaria dei Tucani nella trasferta di Santo Stefano, ultima fatica del girone di andata. Al secondo anno in serie A2, l’Acqua Fonteviva Apuana Livorno è composta da un gruppo giovane ma ambizioso che segue le indicazioni dell’esperto Paolo Montagnani (ex Tuscania). Livorno è nella metà bassa della classifica, ma in una manciata di punti ci sono quattro posizioni: la formazione toscana si è tolta alcune soddisfazioni battendo Spoleto e Macerata al tie break e tenendo testa a Mondovì, ma ha subito poi quattro sconfitte, di cui le ultime due con Lagonegro e Potenza Picena, che navigano nelle stesse acque. “Arriveranno a Brescia con il coltello tra i denti – conferma Zambonardi – e noi saremo pronti. La pausa di campionato ci è servita per aggiustare qualche piccolo acciacco individuale e per recuperare energia. In settimana abbiamo lavorato incrementando via via l’intensità e studiando gli avversari: di fronte abbiamo una squadra giovane, ma completa.  Conosciamo bene Jovanovic e la sua palla spinta in banda per Zonca (ex Santa Croce); al centro ci sono l’esperto Paoli e un giovane come Maccarone, che ha già giocato in Superlega. Lo ripetiamo spesso: tutte le partite in questa A2 sono difficili e tutte le avversarie sono toste. Prima di pensare alla sfida con Mondovì, dobbiamo misurarci con Livorno e affrontarlo con tutta la concentrazione che merita. Dalla nostra abbiamo il fattore campo e speriamo in un palazzetto molto caldo”. Lo starting six ospite punta su Jovanovic e De Santis; Zonca e Wojcik in banda, Paoli e Maccarone al centro con Pochini libero. Fischio di inizio alle 18. Arbitri: Massimo Piubelli  e Marco Laghi. Addetto al video check: Nikitin Gentile. Santa Croce- Spoleto e Mondovì- Macerata sono gli altri big match della dodicesima giornata. Biglietti acquistabili on line sul circuito www.vivaticket.it oppure in cassa al San Filippo. I costi: Gradinata                                                        €6,00              rid. € 5,00 (Under 16 e Over 65) Tribuna Atlantide                                              €8,00              rid. € 6,00 (Under 16 e Over 65) Bordocampo Vip                                              € 15,00             Ingresso gratuito Under 12 . Attive le promozioni Scopri Atlantide,destinata a gruppi e squadre di under 18 e Porta un amico, grazie alla quale, presentando il match...

Sorrisi di Natale in casa Atlantide
Dic14

Sorrisi di Natale in casa Atlantide

Giovedì 13 dicembre Atlantide ha festeggiato il Natale e ha brindato allo sfavillante avvio di campionato della Centrale Sferc McDonald’s assieme a sponsor, atleti, stampa e autorità locali al ristorante I Sorrentino di Brescia Brescia – Nella settimana più rilassata della stagione – complice il turno di riposo di campionato – Atlantide Pallavolo ha potuto godersi appieno i risultati di questo pazzesco avvio, condividendo con molti amici una divertente cena degli auguri presso il ristorante I Sorrentino di Brescia. Tanti i presenti giovedì sera per scambiarsi un saluto prima del Natale: gli sponsor, gli atleti, i dirigenti e lo staff della società, gli esponenti di Comune e Provincia di Brescia – l’assessore Muchetti, il consigliere Benzoni e il consigliere Peli –, TV e stampa locali e quei compagni di viaggio che seguono il volley e la famiglia Zambonardi sin dai suoi esordi. L’intervento più sentito è stato quello del presidente Giuseppe Zambonardi, che ha sottolineato l’eccezionalità dei risultati raggiunti con le dieci vittorie sinora conquistate e ha espresso la sua gioia nel vedere un così bel percorso affrontato dal figlio – il tecnico Roberto – con un gruppo di  giovani di gran carattere capitanati del nipote Tiberti e dal campione Cisolla. I main sponsor Dusina (Centrale del Latte) e Campadelli (Sferc) hanno confermato il loro pieno sostegno alla squadra; l’Assessore Muchetti ha espresso l’augurio che l’onda di entusiasmo continui a coinvolgere sempre più pubblico e mantenga l’attenzione alta sul volley a Brescia. Per coach e giocatori, la vetta della classifica e l’accesso anticipato ai Quarti di Coppa Italia sono un traguardo che lusinga, ma il focus resta sul campionato e sulla conquista di una delle prime quattro posizioni. “Non potremo vincere sempre – sorride Simone Tiberti –. I match con Livorno e soprattutto quello con Mondovì, l’altra compagine a punteggio pieno del girone, saranno interessanti perché capiremo davvero qual è la nostra capacità di reagire alle situazioni complicate e ai momenti di difficoltà sul campo”. “Ci sono ampi margini di crescita per questo gruppo che ha dimostrato di avere grandi doti individuali e un’ottima amalgama come squadra, ma ha ancora davanti due scontri importanti prima di fare il bilancio di fine anno. Il lavoro di miglioramento di alcune situazioni tecnico tattiche e la maturità del gruppo nell’affrontare i match più impegnativi sono gli unici obiettivi che ci poniamo oggi”, conclude coach Zambonardi, svicolando da ogni riferimento al possibile futuro di Atlantide in Superlega . Dopo la seduta tecnica di venerdì pomeriggio, tre giorni di riposo per i Tucani che da martedì prepareranno il big match contro Livorno, atteso al San Filippo domenica 23 alle 18....

Brescia, 10 e lode!
Dic09

Brescia, 10 e lode!

Brescia sbaglia pochissimo e si porta in vantaggio di due set, poi spegne la luce e permette ai padroni di casa di riaprire i giochi e di arrivare al tie break, dove il gruppo si ritrova e fa suo il match con annessa conquista dei Quarti di Coppa Italia che si giocheranno al San Filippo il 16 gennaio.  Macerata – Pochissimi errori e una squadra che tira dritta come un treno per due set. Poi il calo di cui approfittano un irriducibile Casoli e un poderoso Tiurin (27 punti) per spingere la squadra di casa fino al tie break. Nel quinto set Brescia torna prima della classe e vola ai quarti di Coppa Italia con la certezza matematica di giocare in casa la gara del 16 gennaio. Bosco schiera Partenio e Tiurin, Nasari e Tartaglione in banda, Franceschini e Bussolari al centro con Gabbanelli libero. Brescia parte con Tiberti e Bisi sulla diagonale principale, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Mijatovic al centro e Scanferla libero. Bisi e Milan mettono palla a terra e portano Brescia sul 3-6. Partenio con un block recupera il break: si viaggia in parità, finché il capitano mette in difficoltà la ricezione di casa e i Tucani staccano 13-16; Tiurin avvicina i suoi, ma Cisolla rimette le distanze a posto (17-21) con quattro attacchi assistiti dalla difesa attenta di Tiberti e Scanferla. Milan guadagna il primo set ball e chiude al secondo tentativo 22-25. Mijatovic con un primo tempo spinto segna il 6-8, ma Macerata non molla e passa avanti 11-10 con Franceschini. I bresciani recuperano e volano con Cisolla che stoppa Tiurin (15-18); l’ace dell’opposto russo costringe Zambonardi al time out sul 18-19 e la pausa dà i suoi frutti: dopo l’errore al servizio del russo, Valsecchi infierisce con un primo tempo spietato (19-22). Peda manda in rete e consegna il secondo set agli ospiti. Terzo parziale con Casoli confermato in campo che subisce il muro di Bisi (2-4). Un Cisolla scatenato e qualche errore di Macerata allargano il divario (4-8), ma la Menghi Shoes prima pareggia a 9 e poi supera con un doppio ace di Tiurin (14-13). Casoli e Partenio approfittano del calo di attenzione di Brescia e il set cambia faccia (21-14); tocca ai Tucani ritrovare la calma. Dentro Catellani e Tasholli, che annulla il primo set ball per Macerata, ma ce ne sono troppi a disposizione e i padroni di casa riaprono il match (25-17). Macerata vola 9-4, galvanizzata dalla coppia Tiurin – Casoli e con l’aiuto di una Brescia insolitamente fallosa. Signorelli prende il posto di Mijatovic, ma gli errori bianco blu sono troppi (14-8). Candeli fa...

A Macerata senza pensare ai numeri
Dic07

A Macerata senza pensare ai numeri

Prima della giornata di riposo Brescia è chiamata ad affrontare la sfida contro la neopromossa Menghi Shoes Macerata, quarta in classifica e decisamente insidiosa: detiene il record di tie break giocati sinora (cinque) ed è suo l’opposto top scorer di stagione.   Brescia – Sarà un altro match ad altissima intensità agonistica quello che domenica andrà in scena alla Marpel Arena di Macerata tra Menghi Shoes e Centrale del Latte Sferc McDonald’s. Alla sua prima esperienza in serie A, la formazione marchigiana sta ottimamente figurando con una quarta posizione figlia di cinque vittorie e quattro sconfitte, l’ultima delle quali maturata al termine di una lunga battaglia contro Livorno, altra mina vagante del girone. Gli uomini di Bosco, ora a 14 punti come Spoleto, hanno giocato ben cinque tie-break (tre vinti e due persi) e sono preparati alla resistenza e alla sofferenza. Punta di diamante dei padroni di casa è la diagonale composta da Partenio in regìa – arrivato a fine ottobre dalla Superlega – e Igor Tiurin, opposto russo al debutto sui campi italiani e miglior realizzatore al momento con 228 punti messi a terra, di cui 18 ace e 12 muri. A completare il reparto schiacciatori ci sono il lettone Peda e l’ex Tucano Tartaglione, oltre a capitan Casoli, compagno di Cisolla alla Sisley e pure lui con la tempra dell’ Highlander – compirà 44 anni il prossimo gennaio –. Al centro attaccano Franceschini (ex Scarabeo Roma) e il giovanissimo Bussolari. In seconda linea Simone Gabbanelli, libero di esperienza. Per affrontare la trasferta marchigiana servono nervi saldissimi e la voglia di giocare la bella pallavolo che gli uomini di Zambonardi hanno saputo mettere in campo lo scorso sabato contro Santa Croce: aggressività al servizio, difesa attenta e scattante, pazienza e potenza in attacco. Peserà anche la voglia di proseguire la striscia di risultati positivi di questa stagione: domenica un solo punto garantirebbe ai Tucani l’accesso ai quarti di Coppa Italia e una vittoria piena permetterebbe addirittura di accedervi come prima o seconda del girone e di giocare la partita secca dei quarti in casa, al San Filippo. Tutte considerazioni che non scalfiscono Alberto Cisolla: “Noi ragioniamo di giornata in giornata e abbiamo la testa sul campionato. E’ un orizzonte già abbastanza ampio, che richiede tutta la nostra concentrazione per affrontare una squadra esperta guidata dal mio amico Casoli e con Tartaglione che, in quanto ex, ci terrà a ben figurare davanti al pubblico di casa. Servono attenzione e lucidità per aggiustare alcuni posizionamenti tattici e per venire fuori dai momenti di difficoltà che di certo ci saranno in questa gara, mentre non serve pensare ad altri trofei, pur...

Spostamento gare
Dic05

Spostamento gare

La Lega Serie A Pallavolo ha comunicato due spostamenti gara: il 26 dicembre Mondovì- Brescia si giocherà alle 17 il 3 marzo 2019 Santa Croce – Brescia si giocherà alle 17...

 Brescia doma i Lupi e supera la prova del nove!
Dic02

 Brescia doma i Lupi e supera la prova del nove!

Sotto di un set e contro un’avversaria coriacea, Brescia mostra la sua caratura: ribalta il risultato, sfiora la vittoria da tre punti e conquista il tie break di misura davanti ad un pubblico entusiasta. Onore a Santa Croce, forte e determinata.  Brescia – Una gara con due squadre di gran carattere che tiene sul filo del rasoio gli 800 spettatori del San Filippo e regala adrenalina e spettacolo per cinque set. La Centrale Sferc McDonald’s si conferma tra le grandi del campionato, capace di soffrire e andare avanti con lucidità. Sotto 0-1, riparte e vince una battaglia combattuta punto a punto contro una Kemas Lamipel mai doma. Starting six: Brescia parte con Tiberti e Bisi sulla diagonale principale, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Mijatovic al centro e Scanferla libero. Totire risponde con Acquarone incrociato a Wagner; Colli e Snippe di banda, Ferraro e Bargi al centro e Taliani libero. I Lupi partono forte al servizio e un muro di Bargi su Valsecchi segna il primo break ospite (1-2) che si protrae tra una botta di Cisolla e una risposta di Wagner finché Colli non si fa protagonista del set: mette a segno l’ace del 16-19 e, sul suo turno di servizio, Santa Croce prende il largo e disorienta l’attacco bresciano con una serie di muri ben piazzati. Spezza il filotto Bisi, ma solo sul 17-24. Un guizzo finale per i tucani con Signorelli  – dentro per Mijatovic – che ferma Wagner, ma l’invasione bresciana chiude il parziale (19-25). Bisi accorcia con un ace e Valsecchi pareggia a 4 con un primo tempo servito ottimamente da Tiberti: Cisolla sigla il sorpasso con un servizio insidioso e poi si mostra in un’ottima difesa, come lo è la successiva di Bisi, che salva con un piede e infiamma il match. Milan si carica al servizio (9-7),e alza la voce in prima linea, Signorelli copre tutto, Tiberti smarca Bisi e Cisolla e Brescia fa urlare i suoi tifosi (19-14). Il turno di Milan dai nove metri è implacabile e trascina i suoi (21-14); Bisi e Cisolla con il braccio pesante guidano i Tucani al set ball (24-17). Chiude un muro di Tiberti e si riparte da zero. Brescia vola 4-1, un muro di Bargi su Milan accorcia il gap, ma c’è l’ace di un Tiberti mai così determinato (7-3). Snippe salva una palla in tribuna (7-5), come a dire che i Lupi non si sono fatti intimidire; Signorelli, confermatissimo al centro, attacca di prima intenzione e difende, Ciso piega le mani del muro (10-7) e il capitano può servire i suoi centrali (16-13). Vincente il cambio Catellani – Candeli (21-16); Acquarone...