Brescia, fine d’anno amara!
Dic30

Brescia, fine d’anno amara!

La Centrale Sferc McDonald’s gioca la sua gara meno lucida e accusa la non perfetta forma di alcuni atleti. Si arrende in quattro set a Potenza Picena, determinata e concreta, e si prepara alla difficile trasferta di Lagonegro senza drammi.  Brescia – Un match complicato per la capolista che sembra distendersi nel finale del primo set, quando si ritrova per recuperare lo svantaggio e inizia a difendere tutto con i denti, ma subisce un altro calo nel secondo parziale e sta in campo con meno ritmo e lucidità di quel che serve per superare l’ostacolo Potenza Picena che, invece, gioca con tranquillità e conquista con merito tutta la posta in palio. Rosichini schiera Monopoli e Paoletti, Di Silvestre e Pinali in banda, Larizza e Garofolo al centro con D’Amico libero. Per la Centrale partono Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan laterali, Valsecchi e Mijatovic al centro con Scanferla libero. Un doppio Milan riporti la conta dei punti in pareggio a 6, ma è Potenza Picena a tenere un break di vantaggio, finché Bisi non stoppa Di Silvestre su un ottimo turno al servizio di Tiberti (9-8). Botta e risposta fino al block di Larizza su Milan che concede agli ospiti lo strappo del 16-19; Mijatovic passa al centro e Milan piazza un ace, ma il gap non si colma, nonostante le botte di Bisi (22-24). Il San Filippo si infiamma sull’errore di Paoletti  e sul pallonetto di Bisi che ribalta il set ball (25-24). Dopo recuperi pazzeschi, è il block di Mijatovic a consegnare il primo set a Brescia (27-25). Il centrale sloveno parte forte, ma poi Brescia si inceppa: un paio di errori in attacco, un muro meno grintoso e qualche incertezza in difesa permettono agli ospiti di volare 9-15 e 11-18. La Centrale Sferc McDonald’s prova ad accorciare con gli innesti di Rodella in seconda linea e Candeli in prima, ma il distacco è troppo grande e Paoletti chiude con un ace (18-25). Si riparte con più equilibrio, finché Di Silvestre – il più efficace dei suoi con Pinali –  mette il doppio ace che vale il  9-12. Trillini, dentro per Garofolo, allunga a muro; servono gli attacchi di Milan e il suo servizio vincente per lanciare la rincorsa (18-20), ma Paoletti fiuta il punto e stacca 20-23 con un lungolinea preciso, seguito da un primo tempo di Trillini per il 20-25 finale. Nel quarto parziale Candeli rileva Mijatovic e Cisolla si fa sentire con tre diagonali consecutivi (6-4). Potenza Picena non arretra, batte forte e impatta a 12, approfittando di un momento di poca lucidità in campo bresciano. Palla su palla, i centrali ospiti hanno gioco...

Si riparte: girone di ritorno al via con Potenza Picena
Dic29

Si riparte: girone di ritorno al via con Potenza Picena

La Centrale Sferc McDonald’s affronta la seconda parte della stagione con consapevolezza e tranquillità.Roberto Zambonardi: “Giochiamo con serenità per andare più in là possibile, in campionato e in Coppa, ma l’obiettivo resta arrivare tra le prime quattro posizioni per restare in A2” Brescia – Archiviato il girone di andata con dodici successi consecutivi e con l’unico grande rammarico per l’infortunio di Gianluca Signorelli, la Centrale Sferc McDonald’s è già pronta a ripartire e a ricevere domenica la Golden Plast Potenza Picena, sesta forza del campionato al settimo anno di A2. “Il bilancio sportivo di questa prima parte dell’anno, pur con il grande dispiacere per l’infortunio di Signorelli, è solo positivo. Meglio di così non poteva andare – conferma Roberto Zambonardi – E il merito è del gran lavoro e dell’impegno che quotidianamente ci mettono questi professionisti”. Domenica saranno di nuovo di fronte gli opposti Fabio Bisi, lo scorso anno con la maglia marchigiana, e Matteo Paoletti, che ha giocato a Brescia per due anni e fu protagonista della promozione in serie A2 del 2013/14. Brescia ha sfatato il tabù Potenza Picena vincendo la gara di andata per 3-1, ma, sino ad allora, i precedenti erano nettamente in favore dei marchigiani con sei vittorie in altrettanti match. Coach Rosichini dovrebbe schierare Monopoli e Paoletti,Di Silvestre e Pinali in banda, Larizza e Garofolo al centro con D’Amico libero. La Golden Plast arriva da due sconfitte, una al tie break contro Lagonegro e l’ultima netta contro Spoleto, ma si è tolta diverse soddisfazioni nel girone di andata battendo Santa Croce e Livorno e portando al quinto set Macerata. “Se al termine dell’andata siamo stati forse una sorpresa per molti, ora siamo al centro dell’attenzione – conferma il tecnico bresciano – Incontreremo sestetti che faranno l’impossibile per fare lo sgambetto alla capolista e alcune squadre si stanno rinforzando per spingere al massimo in questo girone di ritorno. Noi giochiamo con serenità e allegria e proviamo a spingerci più in là possibile, anche in Coppa Italia, dove affronteremo Grottazzolina nei Quarti di finale al San Filippo”. Trai Tucani sarà a referto domenica Riccardo Iervolino, figlio del tecnico Paolo, che potrebbe essere impiegato come secondo libero. “Vogliamo premiare i giovani del nostro nutrito vivaio portandoli in campo con la serie A nei match in casa -conferma coach Zambonardi – Crediamo sia un bel modo per incentivare il loro impegno.” Fischio di inizio alle 18 al San Filippo Arbitri: Matteo Selmi e Paolo Scotti. Addetto al Video Check: Di Gaetano. La partita andrà in onda su Lega Volley Channel in streaming per abbonati con aggiornamenti live sui social media di Atlantide. Sugli altri campi, il match...

Gianluca Signorelli è a Brescia:“Passerà anche questa”
Dic27

Gianluca Signorelli è a Brescia:“Passerà anche questa”

Brescia – Gianluca Signorelli è rientrato mercoledì notte dall’ospedale di  Mondovì, dove la lussazione alla caviglia destra è stata ridotta tempestivamente dopo l’infortunio occorsogli al PalaManera al termine del quarto set del big match tra la Centrale Sferc McDonald’s e la Synergy Arapi. Il centrale bresciano al momento è ingessato e dovrà attendere qualche giorno prima di potersi sottoporre agli esami radiologici che permetteranno al dottor Marchi e al team di Ergo Medica di valutare l’entità del danno subito dai legamenti. “I raggi hanno escluso fratture ossee, ma solo dopo la TAC e la risonanza magnetica avremo certezza della gravità dell’infortunio – commenta Signorelli – Per ora ho un po’ di dolore, ma è sopportabile, e so che passerà anche questa. Domenica sarò al San Filippo a sostenere i miei compagni da fondocampo: li ringrazio per il supporto che mi hanno dato in campo e per quello espresso a fine partita, quando mi hanno dedicato la grande vittoria di...

Scontro fra titani, ma Brescia ha il cuore più grande!
Dic26

Scontro fra titani, ma Brescia ha il cuore più grande!

La Centrale Sferc McDonald’s risorge da 0-2, trova un nuovo equilibrio con Rodella e Signorelli – poi infortunatosi nel quarto set – e vince al tie break un match infuocato. Brescia chiude il girone di andata imbattuta e dimostra ancora una volta di avere cuore e carattere Mondovì – In un PalaManera che non smette mai di cantare per sostenere i padroni di casa,Mondovì parte con un tasso di cattiveria maggiore e si assicura due set di vantaggio, ma la Centrale Sferc McDonald’s non molla mai, affronta ogni situazione complicata  – un fastidio al ginocchio per Cisolla che lo costringe in panchina e poi l’infortunio di Signorelli – e vince in rimonta dimostrando tutta la sua forza, centrata sul gioco di squadra. Fenoglio parte con Pistolesi e Morelli, Borgogno e Terpin in posto quattro, al centro Treial e Biglino, mentre il libero è l’ex Tucano Pasquale Fusco. Zambonardi schiera Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan, Valsecchi e Mijatovic con Leonardo Scanferla libero. Entrambe le formazioni sentono la pressione, ma Mondovì si scrolla la tensione per prima e il break arriva con un doppio ace di Treial e un attacco out di Cisolla (8-4). Brescia, non solidissima in ricezione, commette qualche errore anche in prima linea e il secondo time out arriva sul 15-9. L’attacco dicasa è preciso e spietato con Morelli e Borgogno (19-13); i Tucani provano ad arginare con Bisi e Milan e accorciano 20-17. Chiude Treial 25-21. Brescia riparte con grinta e stacca 3-8 grazie ad una buona ricezione, ai muri di Milan e Cisolla, alle difese di Tiberti e alle botte di Bisi. L’ace di Terpin vale il6-8; Kollo rileva Borgogno e Mondovì risale, complici un paio di errori in attacco di Brescia, fino al 13-14. Il muro a tre ferma Cisolla – poi sostituito da Rodella in seconda linea – ed è parità a 16. Il block di Pistolesi su Milan vale il sorpasso (19-18). Un doppio potente Bisi trascina Brescia (19-21); Cisolla pennella una palla corta (21-23) e Valsecchi si prende il set ball, ma la successiva invasione apre il valzer dei vantaggi chiuso dall’ace di Morelli (27-25). Zambonardi conferma la grinta di Signorelli al centro nel terzo parziale. Il muro tocca,ma non ferma abbastanza palloni e Morelli ne approfitta (8-5). Brescia prova a stare in partita e pareggia a 14 con un block di Signorelli e uno di Cisolla. Milan vola e sigla il sorpasso (17-18); i Tucani ora ci credono:  Rodella – dentro per Cisolla –  prima vince un contrasto a muro (19-22), poi mette a referto il block che consegna il set ball nelle mani di Milan, che lo chiude con...

La regina d’inverno si decide mercoledì a Mondovì
Dic24

La regina d’inverno si decide mercoledì a Mondovì

Brescia e Mondovì, ora staccate di un solo punto, sono in vetta alla classifica da inizio campionato e si giocano la corona di Regina d’invernomercoledì pomeriggio al PalaManera. Brescia arriva alla resa dei conti imbattuta, mentre Mondovì è reduce dalla prima sconfitta di stagione subita a Macerata Brescia – Dopo l’undicesima vittoria, arrivata domenica sera al termine di due ore e un quarto di lotta davanti al pubblico di casa contro Livorno,Tiberti e i suoi sono chiamati al big match di stagione che nel Boxing Day li porterà alla corte di Marco Fenoglio e dell’ex Pasquale Fusco, il libero cresciuto con i colori dell’Atlantide. Sarà una partita infuocata, sia perché il PalaManera è un palazzetto caldissimo di suo e sarà pieno, sia perché la Synergy Arapi è incollata alla Centrale Sferc McDonald’s da inizio anno e scalpita ad una sola lunghezza di distanza dai Tucani, dopo averli superati di un punto e essersi vista scavalcare di nuovo domenica, a seguito della sconfitta rimediata a Macerata. Sarà una resa dei conti spettacolare, in cui Brescia cercherà di difendere la sua imbattibilità e in cui si assegnerà il titolo di campione d’inverno, con la conseguente definizione della griglia dei Quarti di Finale di Coppa Italia. Tanta carne al fuoco con pochissimo tempo per recuperare la stanchezza accumulata nel match contro Livorno e gli strascichi di qualche malanno di stagione che non hanno fatto giocare al meglio alcuni atleti bianco blu, oltre a mettere temporaneamente fuori gioco coach Zambonardi. “Mondovì non ha solo delle ottime individualità, ma ha un collettivo forte, completo e molto ben allenato– commenta il tecnico – Noi dobbiamo guardare soprattutto al nostro gioco e puntiamo a scendere in campo con la solita serenità, con la voglia di fare bene,continuando a migliorare dove possiamo e tenendo lo sguardo sulla quinta posizione, più che sulla prima”. “Forse è la squadra con la migliore organizzazione di gioco del campionato – gli fa eco Alberto Cisolla– Sarà una partita difficilissima, ma noi andiamo a Mondovì senza troppi pensieri e per giocarcela sul campo”. Coach Fenoglio dovrebbe schierare Pistolesi e Morelli, Borgogno e Terpin in posto quattro, al centro Treial e Biglino, mentre il libero è l’ex Tucano Fusco. Fischio di inizio alle 17. Arbitri: Giardini e Serafin. Diretta streaming per abbonati su Lega Volley Channel a partire dalle ore 17. Sugli altri campi si giocano i derby tra Livorno e Santa Croce e tra Alessano e Leverano. Lo scontro tra Spoleto e Potenza Picena vale invece il quarto...

Undicesimo gioiello, Brescia torna in vetta!
Dic23

Undicesimo gioiello, Brescia torna in vetta!

La Centrale Sferc McDonald’s affronta un’avversaria di prim’ordine che gioca un gran volley e non molla mai: fa fatica, ma si ritrova sempre grazie alla regia superba di Tiberti e alla prova mostruosa di Bisi e Milan. Il pubblico del San Filippo applaude alla capolista e rende perfetta la serata prenatalizia Brescia – Un’interminabile altalena di emozioni e tanta soddisfazione per i mille spettatori che hanno sostenuto la Centrale Sferc McDonald’s dal primo all’ultimo punto, e sono stati tanti stasera al San Filippo! Brescia risorge da ogni break subito, non si piega e la spunta al quinto set contro una Fonteviva Livorno da applausi. Il boato liberatorio sull’ultimo punto siglato da Bisi (il settimo del set dei 31 personali) incornicia l’undicesima vittoria e la riconquista della vetta, complice la sconfitta di Mondovì. Lo starting six ospite punta su Jovanovic e De Santis; Zonca e Wojcik in banda, Paoli e Maccarone al centro con Pochini libero. Iervolino,con Zambonardi assente per influenza, schiera Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan, Valsecchie Mijatovic con Scanferla libero. Livorno è agguerrita e difende con determinazione, Brescia riesce a infilare il primo break e si porta sul 13-11, ma prima Paoli riaggancia con una ace, poi Maccarone stoppa Milan per il contro break (14-16). Ci pensa Tiberti: sceglie la palla più difficile e la spinge per “Seba” che la mette a terra ristabilendo il vantaggio (19-18); Cisolla blocca Wojcik a muro e ancora Milan guida la cavalcata verso il finale di set con due pipe, coronate da un ace di Bisi (25-22). Centrali protagonisti in avvio: Mijatovic e Valsecchi piazzano due muri e due attacchi a testa e Milan aiuta con un ace: Montagnani interrompe sul 8-4 e i suoi riescono ad agganciare, complici un paio di imprecisioni bresciane. Il copione si ripete poco dopo: bene Mijatovic al servizio, Bisi ne approfitta per staccare (16-12), ma Fonteviva resta in scia. Grazie a due palle sciupate dai padroni di casa, Livorno agguanta il pareggio e sorpassa con un doppio ace di Jovanovic e con un doppio block (17-21). Brescia accusa il break ma non molla: Bisi alza la voce a muro e arriva sul 22-23, ma è Livorno ad avere la meglio (22-25). Livorno prende le misure a muro e neutralizza Milan portandosi in vantaggio (7-9).Cisolla e Bisi riportano la parità e Brescia ritrova efficacia: block di Milan e botta di Bisi (17-14), ma non basta, perché Fonteviva è presentissima con Zonca e De Santis e tiene acceso il match (21 pari). Serve la gran classe di Cisolla che va in battuta e tira due missili che portano a un punto dal set, conquistato da Bisi (25-21)....