Brescia si arrende: ai Quarti c’è la corazzata Piacenza!
Mar30

Brescia si arrende: ai Quarti c’è la corazzata Piacenza!

La Centrale Sferc McDonald’s cede sul campo di casa ad un’avversaria superiore in tutto stasera. La Regular Season finisce con un quarto posto che significa affrontare Piacenza ai Quarti e con la prima partita della serie in casa loro. Brescia – La Centrale del Latte Sferc McDonald’s, priva di Valsecchi, accusa la sconfitta in volata nel primo set e lascia il match in mano alla capolista, riaccendendo la speranza dei tanti tifosi presenti solo nel terzo parziale. Una prova sottotono da cancellare subito, per ritrovare lucidità in vista dei Play Off Promozione Credem Banca, che domenica prossima la vedranno impegnata sul campo di Piacenza. Squadre in campo con Pistolesi incrociato a Morelli, Treial e Biglino al centro, Borgogno e Kollo in banda con l’ex Tucano Pasquale Fusco libero. Zambonardi deve rinunciare a Valsecchi – stagione terminata per lui- e parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan laterali, Mijatovic e Candeli al centro e Scanferla libero. Bisi e Cisolla suonano la carica (7-4). Scambio di video check su battute insidiose e si arriva in parità a 11. Il block di Treial e l’ace di Morelli spingono avanti gli ospiti (11-13), ma Cisolla ricambia il favore con un turno al servizio dai nove metri che vale il break da cinque punti con sorpasso (16-14). Milan chiude una diagonale strettissima per il 18-15, ma gli ospiti sono tutt’altro che rassegnati e rimettono davanti la testa, approfittando di un paio di errori dei Tucani (20-22). Kollo d’astuzia e di potenza conquista il set ball e Morelli non sbaglia (22-25). Doppio block su Candeli e ace di Morelli. Gli attacchi di Brescia non trovano il varco ed è 2-7. Cisolla e Milan provano a forzare, ma il gap iniziale non si riduce (10-16). Signorelli fa il suo rientro in campo e rileva Mijatovic, Rodella dà una mano in ricezione e Bisi riesce ad andare a segno in un paio di occasioni (15-21). Finisce con un’invasione a rete, dopo un piccolo rigurgito d’orgoglio che non basta a raddrizzare il secondo parziale, chiuso 18-25. Il muro di Mondovì sembra invalicabile. Cisolla mette tutta la sua classe ed esperienza al servizio di un sestetto che stasera sembra avere poca energia. La Synergy vola 3-9, poi Bisi assesta un paio di botte dai nove e dai tre metri e risolleva l’umore del tanto pubblico accorso stasera al San Filippo (10-12). Brescia si rianima: Cisolla, ottimo anche in difesa, permette a Tiberti di spingere il gioco per Milan e Bisi e il set si riapre (14-15). Milan in pipe segna il sorpasso (16-15) e Cisolla continua a fare meraviglie (18-16). Candeli ferma primo Biglino e poi Kollo  (22-19),...

Mondovì: obiettivo minimo, la vittoria!
Mar29

Mondovì: obiettivo minimo, la vittoria!

La Centrale Sferc McDonald’s chiude la Regular Season davanti al suo pubblico con la sfida alla capolista Mondovì: in palio la seconda posizione, contesa da Reggio Emilia e Spoleto, che significherebbe non incontrare Piacenza o Bergamo ai Quarti dei Play Off Promozione Credem Banca Brescia – La serata sarà da fuochi d’artificio: Mondovì arriva da due sconfitte indolori, data la certezza del primato raggiunta con anticipo in Regular Season dai ragazzi di Fenoglio, ma vorrà lo scalpo di Tiberti e compagni, che nella roccaforte del Galletti avevano cavalcato una rimonta da sogno nella serata di Santo Stefano, ribaltando un match che pareva segnato e vincendo un tie break palpitante dedicato a Gianluca Signorelli, infortunatosi proprio in quell’occasione. Dopo tre mesi, il centrale bresciano è recuperato a tempo di record e la squadra di Zambonardi si trova a dover difendere la seconda posizione dagli attacchi di Reggio Emilia, appaiata a 47 punti e che gioca a Roma, e Spoleto, a quota 46 e che se la vede con Potenza Picena, ormai fuori dalla corsa Play Off. Sulla carta, dunque, la Centrale Sferc McDonald’s affronta il match più difficile: servono almeno due punti per la certezza del terzo posto – che significa scontro con Bergamo ai Quarti -, ma è con tre che i Tucani avrebbero la garanzia della seconda piazza, che vale invece lo scontro con Castellana Grotte, oltre a primo turno ed eventuale “bella” in casa. Se Brescia dovesse finire quarta, invece, i Play Off Promozione Credem Banca la metteranno subito di fronte alla corazzata Piacenza, rinforzatasi ulteriormente con l’arrivo del martello Sabbi. Coach Fenoglio sta preparando i suoi per la seconda parte del campionato e ha pagato negli ultimi due turni un po’ di appesantimento, ma arriverà a Brescia sempre più vicino alla perfetta condizione atletica. La sua formazione d’avvio potrebbe essere: Pistolesi incrociato a Morelli, Treial e Biglino al centro, Borgogno e Kollo in banda con l’ex Tucano Pasquale Fusco libero. In casa bianco blu si giocherà con la voglia di chiudere al meglio la stagione regolare, regalando al pubblico una partita piena di tensione agonistica, a coronamento di una annata comunque eccellente. “Ci aspetta una battaglia – conferma coach Zambonardi – Affrontiamo la capolista e dobbiamo gestire alcuni acciacchi fisici, ma intendiamo lottare davanti ai nostri tifosi per provare a difendere con i denti la seconda posizione, mettendo in campo la grinta e la consapevolezza che ci hanno portato fino a qui”. La tredicesima giornata si completa con gli incontri tra Leverano e Alessano, tra Lamezia e Lagonegro e col derby tra Santa Croce e Livorno. Fischio di inizio su tutti i campi alle 20.30. Arbitri:...

Brescia sconfitta al tie- break, ma è ancora seconda!
Mar24

Brescia sconfitta al tie- break, ma è ancora seconda!

La Centrale Sferc McDonald’s parte bene ma subisce un calo nel terzo set dal quale non riesce ad emergere, complice la crescita di Livorno in battuta e a muro. Reggio Emilia aggancia Brescia che resta seconda per maggior numero di vittorie, ma la conferma del piazzamento è rimandata al match di sabato contro Mondovì Livorno – La Centrale del Latte Sferc McDonald’s, non nella sua migliore serata, riesce a conquistare i primi due set, ma subisce un calo pesante nel terzo, permettendo a Livorno di riorganizzare il suo gioco attorno ad un ritrovato De Santis. Il punto conquistato alla Bastia è comunque qualcosa, ma il secondo posto si deciderà nel big match contro Mondovì in casa. Squadre in campo con Wojcik incrociato a Jovanovic, Zonca e Loglisci in banda, Paoli e Miscione al centro con Pochini libero. Zambonardi tiene Valsecchi a riposo e parte con Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan laterali, Mijatovic e Candeli al centro e Scanferla libero. I Tucani sono precisi in attacco e tirano la battuta, strappando un primo break (4-6) annullato dal muro di Jovanovic su Milan. L’ace di Tiberti rilancia gli ospiti (11-14), ma non basta a staccare i padroni di casa che stanno in scia con Loglisci e Zonca (19 pari). Cisolla aggira il muro a tre, ma Livorno difende e ricostruisce con grinta e passa avanti (21-20).  Milan piazza il mani out della parità a 23 e il monster block finale, dopo che Candeli ha messo la firma sul set ball. Livorno scappa 6-3 e 8-5, ma Cisolla si fa sentire a muro, in attacco e pure dai nove metri, accorciando  9-8. Milan aggancia a 12, poi Mijatovic di prepotenza, aiutato dal buon servizio di Bisi, porta sopra i suoi (14-16). La Centrale gioca anche d’astuzia e con grande attenzione gestisce il finale di set: Milan fa un miracolo in difesa e Cisolla si fa largo nel muro di casa (20-23), siglando anche set ball e palla del 22-25 e chiudendo con un 85% stellare. Montagnani riparte con De Santis opposto e incrocia Wojcik a Zonca. Proprio il nuovo entrato trascina i suoi in attacco e a muro (7-2); i Tucani sono meno reattivi, subiscono il servizio di Paoli e Zambonardi usa il secondo time out sul 13-6. L’ace di Milan (15-10) non basta: Livorno tocca tutto a muro e ricostruisce con maggiore potenza e precisione. Bisi viene messo a riposo per Rodella, che piazza un servizio vincente (19-14), come fa pure Cisolla (20-16). Dopo un fallo di posizione dubbio, Brescia si avvicina con Candeli (22-19), ma il gap non si colma e Acqua Fonteviva accorcia le distanze (25-19). Partenza in...

Brescia: alla Bastia per difendere il secondo posto
Mar22

Brescia: alla Bastia per difendere il secondo posto

 A due gare dal termine della Regular Season e con la qualificazione ai Play Off in tasca, a Brescia servono quattro punti per confermare la seconda posizione che le farebbe evitare Piacenza e Bergamo ai Quarti Brescia – A Brescia, con 46 punti e 17 vittorie ottenute fino a qui, bastano quattro punti da raccogliere nelle ultime due gare per essere sicura della seconda posizione, sinora difesa dagli attacchi di Reggio Emilia e Spoleto che ora sono distanziate rispettivamente di due e tre lunghezze. L’obiettivo non sarà facile, perché domenica si gioca alla Bastia, roccaforte di Livorno, mentre il 30 arriva la capolista Mondovì che, sebbene stia risparmiando energia per i Play Off dall’alto del sua prima posizione blindata, con i Tucani ha in sospeso il conto dell’andata, vinta dai bresciani in rimonta da 0-2. Rispetto alle inseguitrici, Reggio Emilia affronta due scontri più che abbordabili in casa contro Lamezia e poi a Roma, mentre Spoleto avrà un percorso con maggiori ostacoli: Santa Croce e infine il big match contro Potenza Picena che potrebbe ancora valere l’ultimo pass per i Play Off. Un finale di Regular Season ancora tutto da scrivere, per decidere gli abbinamenti dei Quarti. “Noi vogliamo garantirci la seconda piazza e scenderemo in campo a Livorno con quell’obiettivo – chiarisce coach Zambonardi – La sicurezza già raggiunta di partecipare alla A2 anche l’anno prossimo sarà un fattore importante per affrontare il match senza alcuna tensione, portando sul taraflex solo la passione e la voglia di giocare bene, ingredienti essenziali per battere Livorno in casa sua, dove ha sconfitto sia Reggio Emilia che Spoleto” . Tenendo l’attenzione sul “qui e ora”, dunque, la Centrale Sferc McDonald’s domenica alle 18 dovrà affrontare il campo toscano con grande concentrazione e con tutto il carattere che serve per portare a casa i tre punti in palio. Jovanovic e compagni vanno aggrediti e non mollati fino al fischio finale, come dimostrano sia la gara di andata al San Filippo – vinta al quinto dai Tucani -, sia l’ultima giornata di campionato che sembrava indirizzata verso un secco 3-0 per la Golden Plast e invece è terminata con una rimonta furiosa della Fonteviva che ha mancato di un soffio l’impresa al tie break. Coach Montagnani, dopo la parentesi della gara scorsa in cui ha schierato Wojcik opposto, dovrebbe partire con De Santis incrociato a Jovanovic, Zonca e Loglisci in banda, , Paoli e Maccarone al centro con Pochini libero. La dodicesima giornata si completa con le trasferte di Potenza Picena a Lagonegro e di Macerata a Mondovì, oltre allo scontro tra Alessano e Roma. Alla Bastia il fischio di inizio è alle...

Obiettivo raggiunto: Play Off conquistati!
Mar17

Obiettivo raggiunto: Play Off conquistati!

Brescia riposa, ma i risultati della undicesima giornata garantiscono ai Tucani di finire la Regular Season tra le prime quattro del girone bianco, piazzamento che vale la certezza della serie A2 anche per il prossimo anno e un pass per i Play Off.     Brescia – Si dice che a volte non fare nulla sia la migliore soluzione e la citazione calza a pennello al termine dell’undicesima giornata di ritorno, quella che ha visto la Centrale Sferc McDonald’s riposare, eppure conquistare, con due giornate di anticipo, la sicurezza di giocare come minimo in serie A2 la prossima stagione e la matematica certezza di partecipare ai Play Off promozione. Nel primo campionato in cui oltre la metà delle squadre sarà costretta a retrocedere nella serie A3 che partirà con la stagione 2019/2020, l’Atlantide ha centrato l’obbiettivo permanenza nel campionato cadetto e quello della partecipazione ai Quarti di finale dei Play Off che inizieranno il 7 aprile. La matematica e il calendario blindano almeno il quarto posto per i Tucani, ora a 46 punti, anche qualora non vincessero più un set: oggi Potenza Picena è in quinta posizione a 41 punti, dietro a Spoleto che di punti ne ha 43, ma le due formazioni si scontreranno nell’ultima giornata e une delle due perderà. Se Potenza Picena vincesse entrambi i prossimi match, supererebbe Brescia, condannando però Spoleto ad un pari merito con i Tucani che, grazie al maggior numero di vittorie già acquisite, avrebbero comunque il posto ai Play Off. Idem se vincesse Spoleto le ultime due gare: supererebbe Brescia, ma Potenza Picena arriverebbe al massimo a 44 punti. Anche in caso di vittoria al tie break di Potenza Picena nello scontro diretto con Spoleto, che porterebbe punti a tutte e due le squadre, la Centrale Sferc Mc Donald’s sarebbe avanti rispetto ai marchigiani per il maggior numero di vittorie. Coach Zambonardi si lascia andare ad un commento soddisfatto: “Abbiamo raggiunto molti risultati prestigiosi quest’anno: un girone di andata senza alcuna sconfitta, una semifinale di Coppa Italia e ora la conferma in A2 e l’accesso ai Play Off con due giornate di anticipo. Siamo andati oltre ogni più rosea previsione di inizio stagione e lasciamo dietro di noi in classifica squadre agguerrite e attrezzate. I festeggiamenti però finiscono stasera. La salvezza era solo il primo obiettivo: il secondo ora è giocarci la promozione fino in fondo, arrivando alla finale dei Play...

Un’altra battaglia vinta: Brescia ad un passo dai Play Off !
Mar10

Un’altra battaglia vinta: Brescia ad un passo dai Play Off !

La Centrale Sferc McDonald’s vince al quinto set con testa e caparbietà. Ora manca un punto per la certezza dei Play Off e prima di Livorno e Mondovì c’è il turno di riposo. Tiberti MVP, ottimo ingresso per Candeli che sigla quattro punti, di cui due muri Brescia – I Tucani partono bene con pochissimi errori e un primo set sempre sotto controllo, poi subiscono la rimonta di Macerata con un grande Tiurin, sprecano l’occasione di chiudere nel quarto e conquistano due punti con grande caparbietà. Ottima prova in attacco (54%), con 27 punti di  Bisi, 23 di Milan, 11 di Valsecchi (4 muri) e 16 di Cisolla. Gli ospiti schierano Partenio e Tiurin sulla diagonale principale, Casoli e Nasari in banda, Franceschini e Molinari al centro e Gabbanelli libero. Coach Zambonardi parte con Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Milan in banda e Valsecchi e Mijatovic al centro, con Scanferla a organizzare la seconda linea. Palla a palla fino al primo strappo di Milan che sfonda il muro a tre (8-6); Di Pinto alterna la regia di Partenio con quella di Miscio; Tiurin picchia, ma il muro di Brescia tocca parecchio. Valsecchi blocca Casoli (15-11), ma Cisolla incappa nel muro ospite e la Menghi Shoes è lì a un passo. Dentro Tartaglione per Nasari; Mijatovic piazza il 18-15 e Bisi chiude il 21-17. Milan forza al servizio e Bisi sigilla di potenza (25-19). Ripartenza in equilibrio: Valsecchi si fa sentire a muro e complica la vita all’attacco ospite, ma non basta. Macerata rincorre e supera (15-16), poi Cisolla riporta avanti i suoi con il primo monster block su Tiurin (17-16). Un paio di errori costano caro ai Tucani, costretti a inseguire e di colpo insicuri in tutti i fondamentali (20-23). Tiurin non sbaglia, conquista il set ball e il lungo linea out di Cisolla pareggia la conta dei set (21-25). Ace di Tiurin e botta a seguire per il vantaggio ospite (4-5), poi la reazione di Brescia che ricomincia a difendere con attenzione e ad attaccare bene. Valsecchi ferma Casoli, l’opposto russo sbaglia qualcosa e Milan ritrova potenza e precisione. Brescia allunga (11-6), Tartaglione entra per far tirare il fiato a Tiurin, che torna in campo per siglare il 16-12. Scanferla è attento in difesa e recupera la palla che Cisolla mette giù di prepotenza (18-12). L’ace di Milan spiana la strada alla Centrale Sferc McDonald’s che sfrutta gli errori degli ospiti e ritrova la concretezza di tutto il suo attacco. Chiude Milan con una pipe perfetta (25-15). Cisolla, Bisi e Valsecchi vanno a segno (9-8), ma gli ospiti non mollano e conquistano un primo break, recuperato da...