Cuore e potenza: Brescia conquista una semifinale storica!
Gen17

Cuore e potenza: Brescia conquista una semifinale storica!

La Centrale Sferc McDonald’s affronta il Quarto di Finale di Coppa Italia con il piglio giusto: gioca fluida, senza sbavature per due set, accusa un calo e cede il terzo, ma si ritrova e schianta la Videx, volando in semifinale per la prima volta. Si gioca il 23 contro Piacenza, ancora al San Filippo. Prima però testa al match di campionato, il 20 contro Lamezia. Brescia –  Una partita spettacolare e giocata con grande autorevolezza dalla Centrale Sferc McDonald’s: un primo set con il 70% in attacco e un servizio da cecchini; un secondo giocato con generosità in difesa e spregiudicatezza in prima linea; poi un calo nel terzo e il ritorno alla grande nel quarto, che vale la semifinale. Bisi – MVP di serata – infila cinque ace nello stesso turno di battuta e mette alle corde la Videx. Cisolla chiude con il 70 % in attacco, una ace e due muri; Milan con il 58%,  due ace e un muro. Zambonardi parte con Tiberti e Bisi incrociati, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Mijatovic al centro con Scanferla libero. Ortenzi sceglie Marchiani e Calarco, Vecchi e Centelles in banda, Romagnoli e Cubito al centro e Romiti libero. Con un servizio davvero insidioso e un buon lavoro a muro, Brescia vola sul 10-4. Cisolla non teme Centelles: difende il suo missile in diagonale e va a contrattaccare forte sul muro a tre (13-7). La Videx carbura e accorcia grazie al talento cubano e ad un ace di Calarco (14-12). Una prodezza di Tiberti e di Scanferla in difesa permette a Milan di mettere a terra il 18-14. Non basta il lungolinea pennellato da Bisi: la Videx si rifà sotto col turno di servizio di Vecchi (20-18), ma l’inserimento di Rodella in ricezione è efficace e i Tucani chiudono con un mani out di Milan 25-22. Riparte concentrata la Centrale: Cisolla fa un super lavoro in difesa e Bisi – ottimamente servito da Tiberti –  è micidiale da posto due (8-4). Il doppio ace di Milan vale il 12-6. Ortenzi si affida al servizio di Minnoni, Centelles spara out, mentre Bisi continua a variare i colpi e a far impazzire la difesa marchigiana. La Videx non è sparita: mura bene e resta nel set (21-18); un paio di errori in battuta dei bianco blu non inficiano il finale: Cisolla in pipe e Vecchi sull’asta sanciscono il 25-20. In avvio di parziale sono tre errori bresciani a dare il vantaggio alla Videx (1-4), ma il muro dei Tucani rimette le cose a posto e Cisolla aggancia a 4. La ricezione bresciana cala un filo e Grottazzolina approfitta della minor...

Con la Conad per Brescia ritorno alla perfezione!
Gen13

Con la Conad per Brescia ritorno alla perfezione!

La Centrale Sferc McDonald’s affronta il match con l’approccio giusto: forza al servizio e tiene sempre sotto controllo un’avversaria forte che non può mai diventare pericolosa. Il doppio 3-0 contro Reggio Emilia segna la rotta verso il Quarto di Coppa del 16 gennaio  Brescia – La Centrale Sferc McDonald’s riparte ordinata e concentrata; serve molto bene, attacca con potenza e precisione e difende con grinta. Il match è sempre controllato dai Tucani che mettono di nuovo in campo la voglia di vincere e spuntano le armi alla Conad in tre set, conquistando tre punti importanti. Zambonardi sceglie Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Milan laterali, Valsecchi e Mijatovic al centro con Scanferla libero.Mastrangelo risponde con Fabroni e Bellei, Bellini e Ippolito in banda, Benaglia e Sesto al centro, con Torchia libero. Fabroni spinge su Bellei e Tiberti risponde servendo Cisolla che pianta a terra il 5-3. Ace di Mijatovic, poi Bisi stacca 8-4. Valsecchi passa e mura, il servizio di Brescia fa il suo dovere – 3 ace nel set -, ma è la difesa che funziona alla perfezione (17-14). La Conad è sempre lì, ma Milan sale in cattedra con un monster block, due botte a tutto braccio e una pipe. Chiude un ace di super Cisolla (25-20). Le difese grintose di Cisolla e Bisi permettono a Brescia di rigiocare con efficacia: Valsecchi – MVP della serata – è pronto a muro e devastante in attacco: Tiberti lo asseconda e lui mette a segno il 12-7, il 14-10 e il 16-11. Reggio Emilia – con Silva dentro per Bellini da inizio parziale – non cede ma commette qualche errore e fatica in ricezione: l’ace di Milan vale il 20-14 e il lungolinea di Bisi segna il 22-17. Scanferla vola in copertura, ma la Conad si rifà sotto (23-21) con il rientrato Bellini. Chiude Milan con due colpi dei suoi (25-21). Mastrangelo dà la sveglia ai suoi che tornano in campo con Silva e provano a scappare (2-5), ma ci pensa Cisolla a lanciare il recupero (4-5). Bisi impatta e Mijatovic stampa prima Benaglia e poi Bellei (9-7). I Tucani ci credono e macinano punti, mentre Reggio perde smalto e subisce la carica bresciana. Tiberti dà spazio a Mijatovic: lui e Cisolla trascinano (21-16); la Conad ci prova e mette a segno due block, ma il doppio pallonetto di Bisi spezza le gambe agli emiliani. Rodella ben sostituisce Milan nel giro dietro; Crosatti va a servire per il match che Milan chiude di prepotenza (25-21). Cisolla: “Siamo sempre stati consapevoli del nostro valore, ma è vero che abbiamo passato un periodo non positivissimo. Io non riuscivo ad esprimermi al...

Sette giorni di fuoco per tornare a ruggire davanti al pubblico di casa
Gen11

Sette giorni di fuoco per tornare a ruggire davanti al pubblico di casa

La Centrale Sferc McDonald’s affronta una settimana delicata: in sette giorni, due match interni e il turno di Coppa Italia. Domenica arriva la Conad Reggio Emilia dell’ex Bellei, quarta a 6 punti dalla vetta. L’ingresso al match garantisce un posto anche per la serata di Coppa Italia del 16 gennaio  Brescia –  Tutto è pronto per la settimana più intensa della stagione di Atlantide: tre match in sette giorni, due di campionato, più il turno infrasettimanale di Coppa Italia. Affrontare un impegno alla volta è il mantra che si ripete in via Bazoli per tenere la concentrazione alta prima di tutto sullo scontro al vertice contro Reggio Emilia che arriva domenica 13 alle 18 al San Filippo. La Conad Volley Tricolore rientra da un lungo break natalizio, complici lo spostamento al 6 febbraio della prima giornata di ritorno a Leverano e il turno di riposo osservato domenica scorsa. Gli uomini di Mastrangelo hanno chiuso il girone di andata con pochissime sbavature e hanno trovato l’assetto migliore in corsa, confermando Bellini e Ippolito in banda con al centro Sesto e Benaglia. Sulla diagonale principale ritroviamo l’ex Jack Bellei incrociato al forte regista Fabroni, mentre Torchia è il libero, che ha preso il posto di Morgese da metà del girone di andata. Gli emiliani hanno perso solo a Santa Croce e Mondovì, oltre che contro Brescia, e vengono da tre vittorie nette per 3-0 nelle ultime gare di andata. Una squadra che arriva al San Filippo per riscattare la sconfitta di inizio stagione e per confermare la propria posizione tra le prime quattro della classe. In casa bresciana l’aria è serena: “Ci stiamo allenando al meglio in tutti i fondamentali per ritrovare coraggio e potenza al servizio, nostra prima arma, ma anche per aggiustare qualcosa a muro e in difesa. L’impegno è al massimo, ci teniamo a onorare la nostra città e il nostro pubblico, che aspettiamo, caldo come sempre, al San Filippo”, dice Zambonardi. “Siamo tornati in palestra con la voglia di migliorarci – conferma il centrale Valsecchi – abbiamo ripreso a lavorare su difesa e muro e continueremo con impegno a correggere gli errori che hanno determinato le ultime sconfitte per arrivare pronti al match con Reggio Emilia. Sono giocatori esperti, che sono in categoria da tanto: sarà una partita dura”. Arbitri: De Sensi e Stancati e addetto video check Ferrari:. Diretta in streaming per abbonati su Lega Volley Channel dalle 18. Promozioni attive  “Due su Tre”: chi acquisterà un biglietto per il match di domenica 13 gennaio potrà conservarlo e mostrarlo in cassa alla gara di Coppa Italia di mercoledì 16 per avere diritto all’ingresso gratis. Lo stesso...

Brescia non graffia e torna da Lagonegro senza punti
Gen06

Brescia non graffia e torna da Lagonegro senza punti

Al PalaAlberti Brescia gioca senza mordente e lascia il campo ad una Lagonegro che centra una gara perfetta. Nessun dramma: ora per la Centrale Sferc McDonald’s due gare al San Filippo e l’impegno di Coppa Italia Lagonegro (PZ) – La ricezione e il servizio bianco blu non girano al meglio, ma è la poca cattiveria messa in campo da  Brescia a rendere a Lagonegro la vita più facile. Finisce 3-0 per i padroni di casa che giocano un gran match e sconfiggono nettamente i Tucani. Squadre schierate con Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan laterali, Valsecchi e Mijatovic al centro e Leo Scanferla libero. I padroni di casa partono con Boswinkel incrociato al regista Pedron,è il punto debole di Brescia in avvio Galabinov e Barreto in banda, mentre al centro ci sono Calonico e Marra. Il libero è Nicola Fortunato. Tre battute vincenti aprono il set in favore dei padroni di casa che vanno 4-1, ma qualche errore dei terminali d’attacco lucani permette a Brescia di impattare a 5. Boswinkel e Barreto da una parte, Bisi e Cisolla dall’altra, se le suonano, ma sono i due muri di quest’ultimo a portare i Tucani al break che vale il 7-8. Il servizio di Lagonegro inizia però a farsi sentire e trascina 13-9; un ottimo Calonico porta avanti i suoi 19-16 in primo tempo. Zambonardi inserisce Rodella, Crosatti e Catellani al servizio, ma non basta: la Geosat sbaglia solo qualcosa dai nove metri e può chiudere 25-22. Brescia insegue con Cisolla, ma Pedron riesce agilmente a smarcare i suoi che attaccano con precisione e forza. Galabinov fa il resto con sei battute pesanti che scavano il primo solco (11-5). Lagonegro dilaga: tocca tutto a muro, difende e trova in Barreto il protagonista del set (14-7), mentre i Tucani giocano senza ritmo e senza mordente e subiscono un parziale pesante (19-11). Tasholli, inserito nel finale con Catellani mette a terra un pallone, ma Lagonegro vola 25 -15. Mijatovic a segno per il 1-3; migliora la difesa bresciana e le giocate sono più equilibrate (6-8), ma l’attacco di Brescia non impensierisce i lucani che tornano avanti con gli ace di Boswinkel e Galabinov 15-12. Rodella – in campo dietro per Milan – accorcia al servizio (18-17), ma la palla out di Cisolla del 20-17 è la misura della serata no della Centrale Sferc McDonald’s. Calonico a segno su Mijatovic, Barreto si fa beffe del muro bresciano e conquista il match ball; Milan ne annulla uno con un bel muro, ma il fischio finale arriva subito dopo, sul 25-23. Zambonardi: “I nostri avversari hanno fatto una gran partita, mentre a noi è mancata un...

E’ Lagonegro la prima avversaria del 2019
Gen04

E’ Lagonegro la prima avversaria del 2019

La Centrale Sferc McDonald’s parte sabato per la lunga trasferta di Lagonegro, ottava forza di una classifica che in tre punti racchiude quattro posizioni. I Tucani saranno poi al San Filippo per tre appuntamenti consecutivi il 13, 16 e 20 gennaio con due match di campionato in casa e i quarti di Coppa Italia contro Grottazzolina Brescia – I Tucani sono tornati al lavoro il 2 gennaio per preparare il delicato match dell’Epifania contro Lagonegro: all’andata i banco blu si imposero al San Filippo per 3-0, mentre domenica li attende il campo lucano, decisamente caldo e raggiungibile con una trasferta fisicamente impegnativa. Al PalaAlberti serviranno pazienza, continuità e cinismo per aver ragione di un’avversaria che nel girone di andata ha portato al tie break Reggio Emilia, Macerata e Potenza Picena e ha steso Livorno e Santa Croce (quest’ultima le ha restituito il 3-0 nel primo turno del ritorno). Il tasso tecnico del girone, lo si è già detto, è alto e ogni squadra può dire la sua, soprattutto davanti al pubblico di casa e contro la prima in classifica, con il pronostico contro che permette di giocare senza pressione. Per i Tucani, reduci dalla prima sconfitta stagionale dopo dodici vittorie, sarà un match da affrontare con la stessa tranquillità che ha permesso loro di risolvere le situazioni complicate incontrate sinora: “Abbiamo dimostrato di avere la maturità necessaria per spingerci ancora più avanti in questo campionato – ricorda capitan Tiberti – e la sconfitta di domenica scorsa conferma solo che non esistono squadre imbattibili, nulla di più”. Coach Zambonardi: “Conosco il valore dei miei atleti e mi aspetto una reazione immediata dopo la prestazione contro Potenza Picena; sono fiducioso che scendano in campo con la massima determinazione e cattiveria, perché solo così dobbiamo pensare di affrontare tutti i nostri avversari”. Il sestetto di Falabella conta sulle bocche da fuoco Boswinkel, incrociato al regista Pedron, Galabinov e Barreto, talento venezuelano. Al centro ci sono Calonico e Marra. Il libero è Fortunato. Fischio di inizio alle 18. Arbitri: Talento e Autuori. Diretta streaming per abbonati su Lega Volley Channel. Sugli altri campi: scontro interessante tra Potenza Picena e Santa Croce, separate da un solo punto e in lotta per la quinta posizione.   La Centrale Sferc McDonald’s si prepara poi per tre appuntamenti al San Filippo: il 13 e il 20 gennaio due match di campionato consecutivi in casa contro Reggio Emilia e Lamezia, mentre mercoledì 16 alle 20.30, Grottazzolina sarà l’avversaria del quarto di finale di Coppa Italia. In caso  di vittoria, anche la semifinale si giocherà tra le mura bresciane....

Brescia, fine d’anno amara!
Dic30

Brescia, fine d’anno amara!

La Centrale Sferc McDonald’s gioca la sua gara meno lucida e accusa la non perfetta forma di alcuni atleti. Si arrende in quattro set a Potenza Picena, determinata e concreta, e si prepara alla difficile trasferta di Lagonegro senza drammi.  Brescia – Un match complicato per la capolista che sembra distendersi nel finale del primo set, quando si ritrova per recuperare lo svantaggio e inizia a difendere tutto con i denti, ma subisce un altro calo nel secondo parziale e sta in campo con meno ritmo e lucidità di quel che serve per superare l’ostacolo Potenza Picena che, invece, gioca con tranquillità e conquista con merito tutta la posta in palio. Rosichini schiera Monopoli e Paoletti, Di Silvestre e Pinali in banda, Larizza e Garofolo al centro con D’Amico libero. Per la Centrale partono Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan laterali, Valsecchi e Mijatovic al centro con Scanferla libero. Un doppio Milan riporti la conta dei punti in pareggio a 6, ma è Potenza Picena a tenere un break di vantaggio, finché Bisi non stoppa Di Silvestre su un ottimo turno al servizio di Tiberti (9-8). Botta e risposta fino al block di Larizza su Milan che concede agli ospiti lo strappo del 16-19; Mijatovic passa al centro e Milan piazza un ace, ma il gap non si colma, nonostante le botte di Bisi (22-24). Il San Filippo si infiamma sull’errore di Paoletti  e sul pallonetto di Bisi che ribalta il set ball (25-24). Dopo recuperi pazzeschi, è il block di Mijatovic a consegnare il primo set a Brescia (27-25). Il centrale sloveno parte forte, ma poi Brescia si inceppa: un paio di errori in attacco, un muro meno grintoso e qualche incertezza in difesa permettono agli ospiti di volare 9-15 e 11-18. La Centrale Sferc McDonald’s prova ad accorciare con gli innesti di Rodella in seconda linea e Candeli in prima, ma il distacco è troppo grande e Paoletti chiude con un ace (18-25). Si riparte con più equilibrio, finché Di Silvestre – il più efficace dei suoi con Pinali –  mette il doppio ace che vale il  9-12. Trillini, dentro per Garofolo, allunga a muro; servono gli attacchi di Milan e il suo servizio vincente per lanciare la rincorsa (18-20), ma Paoletti fiuta il punto e stacca 20-23 con un lungolinea preciso, seguito da un primo tempo di Trillini per il 20-25 finale. Nel quarto parziale Candeli rileva Mijatovic e Cisolla si fa sentire con tre diagonali consecutivi (6-4). Potenza Picena non arretra, batte forte e impatta a 12, approfittando di un momento di poca lucidità in campo bresciano. Palla su palla, i centrali ospiti hanno gioco...