Leverano è avversaria ostica, ma il cuore di Brescia batte più forte
Nov04

Leverano è avversaria ostica, ma il cuore di Brescia batte più forte

Una buona cornice di pubblico sostiene la capolista al San Filippo e la Centrale Sferc McDonald’s non delude, dando vita ad un match spumeggiante contro una BCC Leverano che tiene testa ai padroni di casa e contribuisce a rendere avvincenti i quattro set giocati. Ospite in tribuna il sindaco Emilio Del Bono  Brescia – Il peso del ruolo di prima della classe resta in spogliatoio e Brescia approccia la gara contro la neopromossa BCC Leverano con la mentalità giusta, sempre concentrata soprattutto nei momenti difficili. Il gioco è spumeggiante, anche grazie ad un’avversaria che non si scoraggia, difende tutto e strappa il terzo set regalando tanta intensità al match. Leverano scende in campo con Tusch e Orefice in diagonale, Scrimieri e Serra, Galasso – Ristic, Catania libero. Brescia risponde con Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Milan martelli di banda, Valsecchi e Mijatovic al centro con Scanferla libero. La BCC parte con un mini break, va sullo 0-2 e non sembra intenzionata a regalare nulla a Brescia. Risponde il muro invalicabile di Tiberti, Valsecchi e Milan che segna il 3-5 prima e il 6 pari poi. Brescia passa avanti sul turno di battuta di Milan (9-8), nonostante le botte di Orefice e Ristic. L’ace di Cisolla obbliga Zecca al time out sul 15-11 e Zambonardi gli fa eco sul 17-15 per disturbare la rimonta degli ospiti. E’ ancora il muro, stavolta di Mijatovic, a dare la sferzata (20-15), ma Ristic dai nove metri porta i suoi di nuovo vicini (20-18). Un altro ace – stavolta di Milan-  e una botta dal centro di Mijatovic bastano per il set ball chiuso da  un Valsecchi determinante con sette punti e tre muri (25-20. Avvio fulminate di Brescia che vola 8-3 grazie alle mani d’oro di Cisolla – alza una palla perfetta praticamente dalla postazione video check per la botta di Bisi – e a quelle del muro bianco blu, implacabile. Vanno a segno tutti gli attaccanti per il 16-8, serviti da un Tiberti indiavolato che schiaccia nei quattro metri una free ball. Rodella fa rifiatare un Milan perfetto sul 21-15, Mijatovic piazza l’ace del 23-15, ma Leverano è viva e con un break di 4 punti costringe Valsecchi – ancora – a chiudere 25-19. Parte forte la squadra ospite che con Ristic e Orefice va 2-5; cartellino verde per Scrimieri che ammette il tocco in difesa su attacco di Cisolla giudicato out (4-6). Si riparte da 7 pari grazie al pallonetto di Milan: ace di Tiberti che appoggia una palla in zona due e difende benissimo assieme a Scanferla, mentre Cisolla picchia per il 16-14. La difesa di Leverano si fa...

Poker di vittorie per Brescia, sempre sola in cima alla classifica
Nov01

Poker di vittorie per Brescia, sempre sola in cima alla classifica

Quarta giornata che sorride ai Tucani, vincenti al PalaValentia su Conad Lamezia. Vetta della classifica confermata e testa al match di domenica contro Leverano, altra matricola temibile  Vibo Valentia – Pur non giocando la sua miglior pallavolo, la Centrale Sferc McDonald’s torna da Vibo Valentia con una vittoria piena e si gode la vetta solitaria, complice il turno di riposo già osservato da Mondovì e Spoleto. E’ stata una prova comunque buona soprattutto in difesa, con Tiberti sempre presente e lucido e con Valsecchi e Bisi in evidenza in attacco (rispettivamente 9 e 15 punti, con 4 muri del centrale). Starting six di casa: Negron incrociato a Bigarelli, Fantini e Szewczyk in banda, Usai e Aprile al centro con Zito libero. Zambonardi conferma Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Milan laterali, Valsecchi e Mijatovic al centro con Scanferla libero. Qualche errore dai nove metri da entrambe le parti mantiene il punteggio in parità fino al primo strappo di Brescia che si porta sul 10-12 con un muro di Valsecchi su Szewczyk. Lo stesso centrale aumenta il distacco con un primo tempo e un ace (12-17); Lamezia accorcia con Aprile (muro su Milan) e Bigarelli (16-19); Mijatovic piazza il sevizio che vale il 17-23, ma la Conad non molla e arriva a meno tre infervorando il suo pubblico (21-24). Chiude Valsecchi in primo tempo. Confermato Bruno in banda per Szewczyk in avvio di secondo set; Bisi mette a terra una diagonale potente dopo due buone difese di Scanferla e Mijatovic piazza due ace (0-3), ma Lamezia riacciuffa i Tucani con caparbietà, con buoni muri e buon servizio: supera con Bigarelli 9-7, ma mantiene il break solo fino all’ace di Cisolla, che allunga con una splendida pipe (15-17). La difesa dei Tucani fa la differenza ora e Tiberti e compagni volano sul 18-22: Bisi piazza due battute vincenti, ma Brescia concede due punti ancora agli avversari prima di mettere in cassaforte il secondo parziale grazie all’errore al servizio di Szewczyk (20-25). Cisolla protagonista in avvio con due attacchi e due servizi prepotenti (3-7), poi Tiberti serve un primo tempo incredibile a Mijatovic e con due errori di Bigarelli Brescia vola (5-11). Valsecchi stoppa Fantini e serve l’ace del 10-18, Signorelli – dentro per Mijatovic – mette a terra una palla servita perfettamente a una mano dal capitano. Spazio anche per Rodella, Catellani, Candeli e Tasholli, ma è Szewczyk a regalare il match con l’errore in battuta (16-25). Coach Zambonardi: “Dopo tre match tirati e contro una squadra che temevamo siamo arrivati un po’scarichi mentalmente. Non abbiamo messo in campo il nostro gioco più brillante, ma abbiamo gestito i set anche quando...

Brescia sbanca il PalaBigi e resta in vetta!
Ott28

Brescia sbanca il PalaBigi e resta in vetta!

La Centrale Sferc McDonald’s passa al PalaBigi in un match tirato com’era nelle aspettative. Esordio positivo per il centrale Mijatovic, schierato nello starting six e ottimamente servito dai Tiberti, solito punto di riferimento per i suoi. Bisi miglior realizzatore con 19 palle messe a terra.   Reggio Emilia – Match equilibrato e a tratti nervoso, con la Centrale Sferc McDonald’s che è riuscita a girare ogni set in suo favore grazie al buon gioco e alla capacità di Tiberti di gestire le sue bocche di fuoco nei momenti di maggiore tensione. Zambonardi sceglie Tiberti incrociato a Bisi, Cisolla e Milan laterali, Valsecchi e Mijatovic al centro con Scanferla libero. Mastrangelo risponde con Fabroni e Bellei, Bellini e Ippolito in banda, Benaglia e Sesto al centro,  con Morgese libero Con Mijatovic schierato nello starting six, Brescia conquista il primo break sul servizio di Bisi (1-4), ma Bellini tiene i padroni di casa in scia con le sue pipe; Valsecchi stampa Sesto (10-12) e Milan va a segno dalla prima e dalla seconda linea (12-14). La Conad pareggia a 15 su un pallonetto dubbio fischiato proprio alla banda bresciana e si viaggia in sostanziale parità. Decidono due ace di Milan (17-20), un paio di palle firmate Cisolla e il parziale si chiude con la botta di Bisi per il 23-25. Nonostante le ottime difese di Tiberti, Reggio va avanti 3-1, ma il muro di Milan su Bellei segna il sorpasso per gli ospiti (5-6). Bisi allunga con un block su Ippolito (8-11), Conad si rifà sotto (14-13), ma Brescia ha la situazione sotto controllo in attacco e si fa sentire in difesa: Milan prima sbarra la strada a Bellei (19-23) e poi sigla il 21-25 finale. Nel terzo set si segnalano gli ace di capitan Tiberti e quello di Milan che portano i Tucani avanti 6-9. Entrano Silva e Quarta, ma Bisi è in serata di grazia (19 punti personali e 2 muri) e Tiberti riesce a servire i suoi spesso senza muro. Reggio è in vantaggio per la prima volta nel set sul 15-14 (errore in attacco) e da lì si gioca palla su palla: Cisolla conquista il match ball e mette giù la palla che vale i tre punti e la vetta. Coach Zambonardi: “Una partita impegnativa come previsto: un match nervoso da entrambe le parti. Abbiamo espresso un bel gioco, ma commesso tanti errori, soprattutto al servizio. Tiberti è stato molto bravo a trasmettere tranquillità ai suoi e a smistare il gioco; Milan ha messo la museruola a Bellei e ha lavorato bene in battuta, Mijatovic è ancora in una fase di integrazione sia fisica che tattica col...

Una Centrale Sferc McDonald’s spietata annulla Lagonegro
Ott21

Una Centrale Sferc McDonald’s spietata annulla Lagonegro

La prima casalinga della Centrale Sferc McDonald’s si conclude come meglio non potrebbe: tre punti in tre set, grande gioco sia in attacco che in difesa e capacità di uscire dalle difficoltà. Super lavoro a muro e al servizio. In campo il centrale sloveno Dane Mijatovic che segna il suo primo punto nel terzo set. Brescia – Solo soddisfazione al termine del match tra Centrale Sferc McDonald’s e Geosat Geovertical Lagonegro: tre punti conquistati con un gioco spumeggiante e preciso, con grande incisività e continuità in tutti i fondamentali, con 12 muri e 8 ace, tante difese e molta determinazione (53% in attacco e 64% in ricezione). Il pubblico di casa al San Filippo può gioire di una squadra che ha dominato un’avversaria quotata e forte, annullata in tre set. Lo starting six di casa prevede Tiberti e Bisi sulla diagonale, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Signorelli al centro con Scanferla libero. Falabella sceglie Boswinkel incrociato al regista Pedron, Galabinov e Barreto laterali, al centro Calonico e Marra con Fortunato libero. Primo break (6-2) firmato da Cisolla (pipe) e Milan, ma è il muro di casa a fare la differenza in avvio. Boswinkel riavvicina i lucani (11-10), poi Cisolla sigla il distacco con due colpi dei suoi (18-14), Bisi beffa il muro avversario con un pallonetto perfetto e Milan piazza l’ace del 20-15. Chiude Valsecchi in primo tempo 25-19. Brescia riparte forte al servizio, mette pressione sugli avversari e scappa 13-7: il doppio muro di Valsecchi fa volare i Tucani sul 19-10. Tre ottimi block di Lagonegro innescano un parziale di cinque a zero (19-15), ma l’ace di Cisolla rimette le carte in regola (22-15) al San Filippo. Candeli dentro per alzare il muro e Cisolla si improvvisa palleggiatore per Milan che prima conquista il set ball aprendo le mani lucane e poi chiude il parziale con un pallonetto (25-16). Lagonegro torna in campo e si organizza in difesa, murando meglio e riuscendo a ricostruire di più: passa in vantaggio 9-5 con Galabinov che mette una palla all’incrocio dei nove metri. Zambonardi butta nella mischia il nuovo centrale Mijatovic e Milan risolve con un doppio ace: la Centrale è di nuovo lì (9-10). Un paio di errori di Boswinkel, un primo tempo bomba di Valsecchi e ancora un ace – stavolta di Bisi – ribaltano la trama ed è la Centrale Sferc McDonald’s a passare in vantaggio 15-12. Tiberti stoppa Barreto, Milan passa in mezzo al muro avversario e lascia il posto a Rodella sul 21-17. Il muro di Valsecchi e del capitano è invalicabile: chiude Cisolla sbattando forte sulle mani (out) degli avversari. Finisce 25-18 e...

Chi ha paura del buio? Atlantide illumina l’Eurosuole Forum e sfata il tabù Potenza Picena!
Ott14

Chi ha paura del buio? Atlantide illumina l’Eurosuole Forum e sfata il tabù Potenza Picena!

All’Eurosuole Forum, dopo un avvio in salita e due interruzioni a causa di un black out in zona Civitanova, Brescia è brava a rientrare nel primo e soprattutto nel quarto set e conquista la sua prima vittoria stagionale e assoluta contro Volley Potentino. Potenza Picena –Brescia si costruisce set dopo set e si mostra tenace e capace: nonostante lo svantaggio iniziale, non perde lucidità neppure dopo il black out e recupera con pazienza sia nel primo che nel quarto set, facendo leva su un ottimo servizio e su un gran carattere. Starting six di Potenza Picena: Monopoli incrociato a Paoletti, Di Silvestre e Pinali in banda, Garofolo e Larizza al centro, D’Amico libero. Per la Centrale Sferc McDonald’s ci sono Tiberti e Bisi, Cisolla e Milan in banda, Valsecchi e Signorelli al centro e Scanferla libero. Primo set segnato per Brescia da un avvio un po’ contratto in ricezione e da un’ostinata difesa di Goldenplast che, con gli attacchi di Di Silvestre e Pinali, stacca di cinque punti gli ospiti (16-11). Brescia alza la voce con tre muri di Signorelli, aggancia e supera 19-20. Paoletti e Cisolla se le suonano sul finale, Bisi annulla un set ball e pareggia a 24, ma è la squadra di casa a chiudere 28-26 al quinto tentativo. Parte meglio la Centrale Sferc McDonald’s che mette a dura prova la ricezione avversaria: Milan si fa sentire, Valsecchi sbarra la strada ad un mai domo Paoletti e Tiberti sigla il più 4 con un muro su Di Silvestre (15-11). Il turno al servizio del capitano è efficace e, con una prodezza di Scanferla in difesa, i bresciani mettono la freccia (21-14). Rosichini inserisce Gozzo e Trillini, ma una piazzata di Cisolla e un primo tempo di Valsecchi consegnano il primo di sei set ball ai Tucani, che chiudono al secondo tentativo 25-19. L’ace di Signorelli vale il 7-4 e lancia il break che porta Brescia sul 10-5, momento in cui all’Eurosuole si assiste ad un primo black out con conseguente sospensione del match. Si riparte dopo due interruzioni che fermano il gioco per più di mezz’ora ed è ancora un ace di Signorelli a segnare il distacco (19-12). Valsecchi mette giù due palle decisive e Bisi chiude con il terzo pallonetto personale del set. Golden Plast rientra con nuovo smalto: Paoletti passa in attacco, mentre Pinali ferma a muro Bisi e Zambonardi è costretto al time out sul 3-8. Riparte Brescia: Signorelli con un block, Cisolla con un attacco e Milan con un ace accorciano (11-9). Il turno al servizio del centrale – ottimo esordio per lui con 10 punti e 4 muri – piega...

Il sindaco  Del Bono presenta Atlantide alla città!
Ott10

Il sindaco  Del Bono presenta Atlantide alla città!

Presentata a Palazzo Loggia la Centrale Sferc McDonald’s Brescia 2018/2019. Al tavolo dei relatori il Sindaco, l’assessore Capra e il consigliere Benzoni, i title sponsor e Tiziana Gaglione, presidente Fipav Brescia. Presentate anche le nuove maglie  di gioco.      Brescia – Alla presentazione ufficiale della Centrale Sferc McDonald’s c’erano tutti: il sindaco e l’assessore Capra, il consigliere Benzoni e Aldo Rebecchi, il consigliere provinciale Peli, la presidente Fipav Brescia Tiziana Gaglione, i title sponsor Dusina (Centrale del Latte), Campadelli (Sferc) e Ieraci (McDonald’s) e naturalmente squadra e staff dirigenziale di Atlantide, che si affaccia alla quinta stagione in serie A2 dopo avere archiviato la sua migliore annata, chiusa con il terzo posto nel girone e la qualificazione ai Play off – ottenuta al termine della Poule promozione – conclusi ai Quarti di finale. Il sindaco Del Bono ha riassunto l’impegno del Comune verso lo sport: “E’ un investimento che questa Amministrazione fa non per convenienza, ma perché lo sport veicola valori che sottintendono uno stile di vita orientato all’inclusione, all’integrazione, all’attenzione verso la propria salute. L’attività sportiva allontana dalla noia e dalla devianza e per un’amministrazione pubblica questi aspetti sono un traguardo verso cui guidare una comunità sana. L’immagine della prima squadra arricchisce il movimento sportivo: in questo gli atleti e le società del territorio hanno una responsabilità quasi educativa”. Tante le novità in maglia biancoblu che ruotano intorno al solido (e inossidabile) asse Tiberti – Cisolla. All’esperienza del regista e dello schiacciatore trevigiano, ormai naturalizzato bresciano, si affiancano i ritorni eccellenti dell’opposto Fabio Bisi, delle bande Paolo Crosatti e Emanuele Rodella e del centrale Gianluca Signorelli, cui si uniscono nuovi arrivi di qualità. In posto 4 c’è l’azzurro Sebastiano Milan (Superlega e oro ai giochi del Mediterraneo con la Nazionale B), mentre al centro arrivano Damiano Valsecchi (ex Bergamo) e Nicola Candeli, giovane talento bresciano. Anche il reparto difensivo si rinnova con l’ingresso di Leonardo Scanferla, promessa di Padova, all’esordio da titolare. Al palleggio si aggiungono quest’anno Bellucci (purtroppo infortunatosi in un test match e fuori per la stagione) e Mattia Catellani, ultimo arrivo da Parma. Confermati in rosa anche i giovani Tasholli e i ragazzi del vivaio bresciano: Bergoli, Statuto, Zanardini, Cruz e Turla. Alla guida tecnica di Roberto Zambonardi si unisce Paolo Jervolino, volto noto del volley bresciano e nazionale, che curerà anche il settore giovanile maschile, mentre il settore femminile è affidato a Federico Tiberti Brescia gioca la Regular Season nel girone bianco a 13 squadre e parte con la trasferta di domenica 14 a Potenza Picena e poi riceverà in casa Lagonegro il 21 ottobre alle 18. Sono state presentate le iniziative orientate...