Serie A2M: PalasanFilippo infuocato e primo round ai bresciani
Apr11

Serie A2M: PalasanFilippo infuocato e primo round ai bresciani

Centrale del Latte McDonald’s Brescia:  ai tucani gara 1, in un Palasanfilippo infuocato  Il momento della verità iniziava la sua lunga trama in gara 1 valevole per i play out, dove al Palasanfilippo, scendeva sul taraflex bresciano, la Pool Libertas Cantù squadra allenata da Coach Della Rosa.  Una vittoria a testa, recitava prima della gara il copione della stagione in corso nella regular season, con i canturini vittoriosi sui tucani nella prima giornata in casa 3 set 2, ed i ragazzi di coach Zambonardi pronti a restituire il favore al ritorno, imponendosi 3 a 1 .  Tutto però veniva resettato, ad iniziare da questo primo di (forse) 5 match, che decreterà la salvezza per l’una, e la discesa all’inferno per l’altra.  Orfani di Rodella (finita la stagione) ed ovviamente Tiberti, i biancoblu iniziavano la prima partita della vita, ribattendo colpo su colpo gli avversari, con uno spettacolare muro di Cisolla su Alexandre De Oliveira seguito dall’attacco di Bisi e di Tartaglione, che lanciava i tucani sul più 3 (6-3).  Il più 4 seguito dal più 5, arrivava sul 10-6, quando ancora il muro eretto da Brescia (questa volta Agnellini) prima e l’aces di Bisi poi, accennavano la prima fuga del match.  Tentavano i canturini con gli stranieri Richards e Caio Alexandre De Oliveira a dare lo scossone alla propria partita, ma l’imprecisione negli attacchi e comunque le buone chiusure di Brescia, permettevano a quest’ultima di tenere ben saldo nelle mani il vantaggio (17-10).  Sul 18 -12 coach Della Rosa inseriva Gerosa al posto di Cordona, un cambio in cabina di regia, che non sortiva alcun effetto: la Centrale McDonald’s chiudeva uno strameritato set 25-15.  2° set ed incredibilmente, per i padroni di casa, la luce della prima frazione di gioco si spegneva, con le 2 squadre irriconoscibili, nel bene una (Cantù) e nel male l’altra (Brescia): era subito 6-0 per gli ospiti, con Zambonardi che chiamava timeout per fermare l’emorragia.  Sostenuti dall’australiano Richards e dal resto della squadra non pervenuta nel primo set, Cantù teneva alla larga i tucani da qualsiasi tentativo abbozzato di rimonta.  Girava il gioco di Cantù ben orchestrato da Gerosa, mentre per Brescia, il vantaggio di sette punti a favore degli ospiti si rivelava un ostacolo troppo grande da recuperare; terminava 25-15 questa volta per Alborghetti e compagni che ripristinavano la parità.  Più concentrata e più determinata, la Centrale McDonald’s iniziava la frazione di gioco con il coltello tra i denti pur dovendo fare i conti dall’altra parte della rete con una Pool Libertas, intenzionata ad incrementare le buone percentuali di attacco e difesa, già registrate nel secondo set. Sotto di 2 punti, sospinta dal...

Serie A2M: vittoria su Lagonegro e terzo posto
Apr02

Serie A2M: vittoria su Lagonegro e terzo posto

Centrale del Latte McDonald’s Brescia: vittoria e terzo posto, che valgono i play out contro Cantù La capolista Lagonegro, vincitrice del girone Pool Salvezza ed ormai matematicamente salva, scendeva in campo in un match a cui nulla aveva da chiedere contro una Centrale McDonald’s alla ricerca di punti per chiudere in quarta posizione, e giocarsi il tutto per tutto nella sfida definitiva ai play off al meglio delle 5 partite. Il primo set in un Palasanfilippo con un discreto colpo d’occhio, vedeva gli ospiti concentrati in fase difensiva ed i padroni di casa molto concentrati, all’insegna di un sostanziale equilibrio tra le 2 squadre. Brescia, bene a muro ma sprecona al servizio, provava la minifuga sul 13 -11, salvo farsi riprendere e quindi superare 15 – 13 da Lagonegro, grazie anche all’ottima vena in battuta dello schiacciatore Filippo Boesso. Lo strappo avveniva sul 19-17 grazie ad un attacco vincente di Tartaglione: da questo punto in poi la formazione di Zambonardi teneva a bada le folate potentine, portandosi sul più 3 (21-18) grazie ad un pallonetto di Bisi. I punti di Agnellini e Cisolla (2), fissavano il parziale sul 24 – 19, chiudeva il set l’errore in battuta del palleggiatore Piazza, che consegnava il set ai padroni di casa 25-20. Secondo set con il sestetto bianco blu subito avanti 4 – 2, con Bisi in vena di pallonetti vincenti, e Lagonegro forse già appagata dal grande risultato raggiunto della salvezza, che reagiva con poca concentrazione ed ancor meno mordente agli attacchi veementi e rabbiosi dei tucani. Il palleggio poco preciso di Piazza non aiutava Da Silva Gabriele e Boesso, ne approfittava la Centrale McDonald’s che scappava sull’11-5. I sei punti di vantaggio venivano gestiti con oculatezza da parte di Cisolla e compagni, che dilagavano sul 15-6 mettendo in cassaforte il set. Sul 20-11, si registrava l’ingresso in battuta di Paolo Crosatti, vecchia conoscenza biancoblu e protagonista dal 2009 al 2015 della doppia promozione dalla B1 alla serie A2, chiamato a dar manforte in questo ultimo e decisivo scorcio di stagione. Sul 23 -13 l’esordio in serie A2 all’età di 17 anni di Nicola Lazzari proveniente dal settore giovanile dell’Atlantide Pallavolo Brescia, ricordava a tutti i presenti il prezioso lavoro in questi 16 anni di storia fatto dalla società e dal settore giovanile, che ci si augura non venga cancellato da una amara quanto ingiusta retrocessione della prima squadra. Sulle ali dell’entusiasmo la squadra di Zambonardi chiudeva anche la seconda frazione di gioco 25-16. Ancora Centrale McDonald’s nel terzo set, con Lagonegro che tentava di rientrare nel match. Troppo differenti tuttavia le motivazioni tra le 2 squadre. La squadra di Falabella...

Serie A2M: Brescia cede il terzo posto ad Alessano
Mar23

Serie A2M: Brescia cede il terzo posto ad Alessano

Centrale del Latte McDonald’s Brescia: Una squadra stordita e senza anima, cede match e terzo posto ad Alessano (0-3) A tre giornate dalla fine del girone di Pool Salvezza, la Centrale McDonald’s Brescia, si presentava al PalaSanFilippo, priva della banda Rodella infortunatasi durante il primo allenamento della settimana (distorsione alla caviglia). Dall’altra parte della rete, in campo l’Aurispa Alessano che, quinta in classifica ad un passo dai tucani, chiedeva strada per poter effettuare il sorpasso e migliorare la propria graduatoria, in vista dell’ultimo rush dei play out. Ridotte le speranze per Brescia di poter raggiungere la salvezza in anticipo e quindi riagganciare e superare Ortona, 2^ in classifica a soli 3 turni dalla fine del girone. Il match iniziava con la squadra di casa che dopo un muro di Agnellini ed un attacco vincente di Tartaglione (ottimo il suo inizio), si portava sul 7-3 grazie a 4 battute consecutive dello stesso Tartaglione in un cocktail di potenza e furbizia. La solita siesta bianco blu, sprecava il vantaggio e permetteva agli ospiti di recuperare (8-8). Il set si trascinava all’insegna del botta e risposta, fino al turno battuta di Cisolla che insistendo con servizi tesi e potenti su Bordogno (non impeccabile in ricezione) riportava i suoi sul piu’ 2. Il break salentino portava tuttavia gli ospiti sul 16-13, con la squadra di Mastrangelo che recuperava 5 punti, grazie alla buona vena , tra gli altri di Argilagos Sogo. Piscopo portava, con il suo attacco, Alessano sul 17-14 e per la Centrale McDonald’s, nubi si profilavano all’orizzonte. Agnellini (Brescia) murava ed accorciava a meno 1, ma Brescia si mostrava pressoché inesistente in difesa, permettendo così agli ospiti di mantenere saldo il vantaggio, con il set di marca salentina che si chiudeva 25-21. Seconda frazione di gioco: Alessano metteva subito la freccia e si portava sul 5-3, mentre Brescia stentava a rientrare in partita. L’imprecisione bresciana e la serata decisamente no su tutti i fronti, lanciava le velleità leccesi di poter fare bottino pieno (10-7). Brescia raccoglieva tutte le sue forze (poche!), e riacciuffava gli avversari sull’ 11 pari. Il muro del sempre pronto Fabi, riportava in vantaggio Brescia 14-13, con Tartaglione che si inventava un ace (15-13). Alessano ripristinava la parità : 16-16. Un ace aiutato dal nastro, un servizio giocato su Cisolla, un altro servizio vincente e quindi ancora un altro ace su Tartaglione da parte di Cernic, permetteva la fuga di Piscopo e compagni (22-17). Era l’epilogo del set che terminava 25-18 a favore degli ospiti. Nulla di buono faceva presagire per i padroni di casa l’inizio del terzo set, dove gli ospiti, corroborati dal parziale inaspettato quanto comunque meritato, partivano concreti ed efficaci , pronti...

Serie A2M: ad Ortona una sconfitta pesante
Mar17

Serie A2M: ad Ortona una sconfitta pesante

Ritorno mesto e triste della Centrale del Latte McDonald’s Brescia da Ortona per una pessima prestazione degli atleti bresciani che ha portato ad un risultato negativo sul difficile campo dell’Impavida Sieco Ortona. Con questo risultato negativo si allontana ancora di più la possibilità della permanenza diretta in Serie A2.   fonte Bresciaoggi, articolo di Vincenzo Spinoso   fonte Giornale di Brescia, articolo di Francesca Marmaglio     dall’ufficio stampa dell’Impavida Sieco Ortona   Giovedí 16 Marzo 2017 – 21:34   Grande Impavida! La Sieco Service vince davanti al suo pubblico e conquista il secondo posto. Holt: ” Stiamo migliorando…tutti insieme!” Sieco Service Ortona: Un match che tutti attendono, una gara che ha il sapore di big match. In scena oggi, al Palazzetto dello Sport, i padroni di casa della Sieco Service e la Centrale del Latte dell’ex Cisolla. Ortona parte con Pedron in regia e opposto Buchegger, schiacciatori Holt/Di Meo, al centro Simoni e Miscione, libero Provvisiero. Brescia risponde con Torre al palleggio e opposto Bisi, Cisolla/Tartaglione schiacciatori, Esposito e Agnellini i centrali, libero Fusco.Si parte con la giusta tensione, e con il giusto equilibrio, al Palazzetto dello Sport ( 3-3). Buchegger comincia a scaldare il braccio e il vantaggio ortonese ha firma austriaca 5-4. Gli ospiti non si fanno intimorire e ribaltano, grazie ad Esposito 7-8. Simoni ferma l’ex di turno e il palasport si scalda. Ortona allunga sul 13-9. Pedron regala palloni d’oro ai suoi e il +5 ? servito ( 16-11). Errori ortonesi consentono il recupero degli ospiti. Il tabellone racconta il 17-15. Una Sieco cinica e precisa costringe Zambonardi a cambiare le carte in tavola. Entrano Rodella e Fabi ( 21-15). Di Meo alza il murone e il set si chiude 25-17.Squadre in campo per il secondo parziale. Parit? in apertura con errori al servizio per entrambe le formazioni (4-4). Di Meo segna il primo vantaggio di set per i suoi 7-4. Cisolla tiene a galla i suoi, nonostante questa Sieco sembri molto determinata. 11-6 in terra abruzzese. Zambonardi mette in campo Statuto e Rodella, ma le cose non cambiano. 14-6 per i locali che continuano a macinare punti. Ace al millimetro per Pietro Di Meo sul 17-7. Holt dimostra di essere disposto a tutto, recuperando un pallone praticamente nel tunnel degli spogliatoi. Spirito di sacrificio e gioco di squadra sono il vero motivo di questo nuovo +10 ( 19-9). Bisi e Agnellini muovono il risultato. 21-13 per i padroni di casa. Simoni chiude in grande stile 25-14. Partenza “a bomba” per i locali ( 5-2). Ad onor di cronaca Bisi merita applausi per il numero di palloni difesi fino ad adesso. La Centrale del Latte si avvicina...

Serie A2M: Centrale del Latte McDonald’s in panne
Mar12

Serie A2M: Centrale del Latte McDonald’s in panne

Come buttare al vento una occasione d’oro….. eh già, doveva e poteva essere la giornata del riscatto per i nostri tucani nei confronti di Potenza Picena ed invece ancora una vittoria, ed ancora al tie break, per i marchigiani in ottima forma. Era stato previsto un lungo difficile ed imprevedibile campionato fino all’ultima gara e così sarà…..   fonte Bresciaoggi, articolo di Salvatore Messineo fonte Giornale di Brescia, articolo di Alessandro Massini Innocenti   dall’ufficio stampa di Potenza Picena   Sabato 11 Marzo 2017 – 20:24   Sorpasso all’ultima curva con 3-2 finale a Brescia Vittoria importante per classifica e morale contro un team ostico. I due punti ottenuti tengono in corsa anche i potentini per il secondo posto. Fondamentali per la rimonta i 28 sigilli del top scorer Argenta e le mosse di Di Pinto. Gli innesti di Bucciarelli e Cristofaletti tra le carte vincenti GoldenPlast Potenza Picena: CENTRALE DEL LATTE MCDONALD’S BRESCIA – GOLDENPLAST POTENZA PICENA 2-3 (25-19, 17-25, 25-23, 17-25, 8-15) BRESCIA: Fabi 2, Agnellini 5, Zanardini ne, Rodella 8, Torre 5, Fusco L, Bisi 20, Tartaglione, Sorlini ne, Statuto ne, Esposito 10, Cisolla 18, Tasholli ne, Bergoli ne. All Zambonardi POTENZA PICENA: Casulli L, Codarin 12, Colarusso ne, Bucciarelli U 5, Cristofaletti 8, Zonca 8, Bellini 11, Visentin 3, Argenta 28, Biglino U 6, Marcovecchio ne, Lazzaretto. All. Di Pinto Arbitri: Piubelli di Verona e Guarnieri di Messina Note: durata set 26’, 21’, 32’, 23’, 14’. Durata totale 1h 56’. Brescia: errori al servizio 11, ace 5, muri 8. Potenza Picena: errori al servizio 12, ace 8, muri 13. Tutto come all’andata nell’anticipo del primo turno del girone di ritorno della Pool Salvezza in Serie A2 UnipolSai. Al PalaSanFilippo di Brescia la GoldenPlast aggancia per due volte la Centrale del Latte McDonald’s prima di centrare il sorpasso in un tie break trionfale. Un colpo di coda favorito dai punti del top scorer Argenta, in grado di chiudere il match con 28 punti all’attivo. La solita prova coraggiosa del sestetto marchigiano, rianimato nei momenti di maggiore apprensione dalle mosse del tecnico Adriano Di Pinto, con un doppio Deus ex machina dalla panchina grazie agli ingressi impattanti del centrale Bucciarelli e dello schiacciatore Cristofaletti. Capitan Visentin e compagni superiori alla distanza in tutti i fondamentali grazie a una maggior intensità a muro e in attacco, con sfuriate anche al servizio e 8 ace a segno. Buona prova di Bisi e Cisolla tra gli avversari, orfani dell’ex biancazzurro Tartaglione, ancora dolorante ed entrato senza fortuna per pochi scambi. Volley Potentino in campo al completo: Visentin al palleggio per l’opposto Argenta, Biglino e Codarin al centro, Bellini e Zonca in banda,...

Federica Biasin premiata in Loggia
Mar08

Federica Biasin premiata in Loggia

si è svolta presso la sala Vanvitelliana del Palazzo Loggia in Brescia la premiazione delle atlete bresciane nella 15a edizione del Premio Leonessa. Tra le atlete bresciane anche la nostra Federica Biasin opposto della Prima Divisione Femminile della Atlantide Centrale del Latte McDonald’s Calzedonia. Premiata perché convocata nella Nazionale Italiana Volley Silenzioso per partecipare al Campionato Europeo Under 21 che si è tenuto a Lods, in Polonia dal 23 al 28 maggio 2016. Il gruppo della bresciana Biasin si classifica al quarto posto nella, manifestazione internazionale, strappando quindi il biglietto per le prossime “Deaflympics” che si terranno in Turchia a luglio 2017. Federica a giugno 2016 gioca con “Associazione Sordo Parlanti Ludovico Pavoni”, nella finale svoltasi a Brescia, in cui la squadra ottiene il titolo di Campione d’Italia 2016.      ...