Contro Mondovì un vittoria di cuore dedicata al Presidente, di nuovo in tribuna

La squadra di casa porta a casa tre  punti determinanti, in un match giocato a tratti benissimo, a tratti con momenti di black out superati con grande cuore e con la voglia di vincere. Alberto Cisolla grande protagonista con 29 punti

CENTRALE McDONALD’S BRESCIA – VBC MONDOVì

3 – 1   (25-16, 20-25, 25-21, 29-27 )

E’ una Centrale McDonald’s incredibile sotto tutti i punti di vista, quella scesa in campo contro la Vbc Mondovì. I Tucani alternano momenti di grandissima pallavolo ad altri di totale defaillance (soprattutto in corrispondenza del ritorno degli avversari), ma la grinta ed il cuore di un grande gruppo hanno regalato al pubblico del San Filippo emozioni , in una giornata che ha rivisto in tribuna il Presidentissimo Giuseppe Zambonardi.

Brescia schiera Tiberti incrociato a Bellei, Cisolla e Mazzon in banda, Codarin ed Esposito al centro, Fusco libero. Gli ospiti rispondono con Cortellazzi in regia incrociato all’ex Paoletti sulla diagonale principale, Parusso e Picco centrali, Borgogno e Mercorio in banda e Prandi libero.

Primo break dei tucani, grazie al centrale Codarin, che prima conclude un attacco vincente, poi contende una palla a Cortellazzi lanciando i suoi sul 3-1. Brescia sfrutta gli errori in battuta degli avversari (Mercorio e Paoletti), mantiene il vantaggio di 2 punti fino a metà frazione. Il contro break piemontese non riesce e ne approfitta la squadra di Zambonardi che arriva 16 – 12 sul primo time out di Barisciani. La Centrale McDonald’s gestisce il vantaggio tenendo a distanza gli avversari, con Cisolla e Bellei (rispettivamente 1 e 2 ace consecutivi nel finale) in gran spolvero: il set è meritatamente appannaggio bresciano e si chiude 25-16.

Seconda frazione con la Vbc Mondovì, desiderosa di riscattare l’opaco inizio match, che scappa sul 4-1, ma sul turno di battuta di un gran Cisolla, Brescia recupera 5 punti , mette la freccia ed effettua il sorpasso (7-6). Barisciani sostituisce Borgogno con il giovane Cattaneo, Zambonardi prosegue con la stessa formazione di partenza, mentre il set si dipana in un puntuale botta e risposta tra le 2 squadre. Il break lo mette a punto Mondovì sul 13 -11. Il doppio vantaggio galvanizza Cortellazzi e compagni che allungano sul 18-14, con Zambonardi costretto a chiedere il timeout. Al rientro in campo la trama non cambia, Mondovì si porta sul più 5, chiudendo a proprio favore 25-20 e riaprendo  la partita.

E’ un inizio di 3° set rabbioso quello dei tucani che in un lampo si portano sul 5-1: la Centrale ritrova lo spirito e soprattutto la voglia del 1° set , conducendo sempre con almeno 3 punti di scarto, ma a metà frazione la squadra di Barisciani recupera e completa l’aggancio grazie ad un muro dell’ opposto Paoletti, cui segue l’attacco vincente di Cattaneo (15-14 ospiti), mentre è  ancora a firma Paoletti il punto del distacco (18-16). La partita diventa combattuta: uno scambio apparentemente perduto e recuperato regala a Brescia, con il solito Cisolla, il 19 pari , mentre Bellei, con grande intelligenza, forza il primo servizio ottenendo un ace e segnando la svolta del parziale: l’opposto biancoblu continua nel turno di servizio ad alternare vere e proprie bombe a palle morbide (6-0 il parziale sul suo giro battuta), consentendo ai suoi, che nel frattempo vedono l’ingresso di Margutti per Mazzon, di portare a casa il set con il punteggio di 25-21.

E’ ancora Brescia nel  4° set, subito avanti 6-4, ma Mondovì non molla e va al contro-sorpasso  (7-9); la giovane banda piemontese Cattaneo imita Bellei in battuta e porta i suoi sul 8-13;  i tucani staccano la spina e gli avversari allungano prima 10-17 e poi addirittura 13-21. Nelle fila bresciane Mazzon avvicenda Margutti e, quando il set sembra ormai compromesso, con una reazione pazzesca, la squadra di Zambonardi macina punti e grinta. Ad un solo punto dagli ospiti (22-23), Mazzon forza il servizio e regala un doppio set point a Mondovì, annullato da un attacco di Cisolla e dal muro di Codarin (sul servizio del bravo Margutti): 24 pari. Il duello diventa all’ultimo colpo, ma è ancora Brescia a spuntarla, chiudendo un match esaltante con un murone di Esposito che ferma lo score sul 29-27 e regala 3 punti importantissimi per la classifica.

Mvp  l’intramontabile Alberto Cisolla che nel dopo partita fa un’analisi lucida del match: “Contentissimo del risultato e della reazione, ma abbiamo ancora momenti in cui spegniamo la luce, che dobbiamo imparare a gestire meglio. Questa squadra però merita un grande plauso e l’appello è per il prossimo impegno casalingo, affinché un grande pubblico ci sostenga ancora di più”.

Raggiante anche Coach Zambonardi:”Molto bene oggi i miei ragazzi, l’unico rammarico è per il secondo set, in cui non abbiamo avuto la reazione necessaria che invece ho visto nelle altre frazioni di gioco. Mi è piaciuto l’atteggiamento in campo, costruttivo anche in fase di errore e senza nervosismi. Una squadra più matura, in cui i centrali sono stati ottimamente supportati dalle bande”.

La Centrale McDonald’s Brescia sarà di nuovo in campo sabato 9 dicembre alle 20,30 contro Mosca Bruno Bolzano.

 

CENTRALE DEL LATTE McDONALD’S: Tiberti 2 , Bellei 22 , Cisolla 29 , Esposito 9, Codarin 9  , Fusco (L), Mazzon 5 , Margutti 1. n.e.: Riccardi, Sommavilla, Tasholli, Sorlini, Statuto, Bergoli.  All. Zambonardi e Rotari

VBC MONDOVI: Cortellazzi 1, Paoletti 20, Parusso 7 Picco 10 , Borgogno 1  Mercorio 13 Cattaneo 10,  Prandi (L). n.e.: Bosio, Sordella. All. Barisciani e Revelli.

NOTE
Brescia: Battute:  errori 15 ,  ace 9 . Muri: 9 .  Punti: 77, errori:  27. Ricezione 48%, positiva 29%. Attacco 50%
Mondovì: Battute:  errori 13 ,  ace 6 . Muri 5 .Punti: 62 , errori: 22 . Ricezione 42%, perfetta 17%. Attacco 41%
Durata set:  (0.22  0.30  0.27  0.35)

Arbitri:  SERAFIN (PADOVA) e JACOBACCI (VENEZIA)